Movimento 5 Stelle

Home Forum L’AGORÀ Movimento 5 Stelle

Questo argomento contiene 1,658 risposte, ha 50 partecipanti, ed è stato aggiornato da J-new J-new 11 mesi, 2 settimane fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 611 a 620 (di 1,659 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #139369
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    https://www.facebook.com/brig.zero

    #139371
    Siberian Khatru
    Siberian Khatru
    Partecipante

    Meraviglia Brig lo vedi che le cose grillo le conosce è avanti siamo noi che non sappiamo cosa siamo .. . siamo in un mondo il mondo che ci è stato messo davanti non capiamo nulla siamo schiavi e basta Mosè a Gesù i salvatori e non li capiamo noi vogliamo solo soldi e allora mangiatevi i soldi.


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #139372
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    [quote1362599826=brig.zero]

    [/quote1362599826]

    :fri:


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #139374

    orsoinpiedi
    Partecipante

    [quote1362605423=farfalla5]
    Io la vivo questa novità qui come ho già vissuto in Polonia nel 1980, gli anni che hanno fatto nascere il movimento di sindacati liberi “Solidarność” e gli anni che hanno preceduto il crollo del muro di Berlino.E' logico che qualche errore ci sarà, devono imparare, poi ci sta che qualcuno si venderà al sistema..ma l'inizio di un vero cambiamento ci è stato e non lo ferma più nessuno. Chi si ricorda di “Solidarność” saprà anche che siamo stati stroncati dallo stato di guerra(mamma mia che orrore vedere i carrarmati per strada sotto casa)…ma non hanno vinto. Ormai i paesi dell'est aveano cominciato il cammino verso la libertà. Il resto è storia.
    C'è chi ha guadagnato, c'è chi ha perso da questo passaggio ma il fatto sta che oggi con tute le pecche del capitalismo siamo un paese libero.
    [/quote1362605423]

    Ciao farfalla,la tua esperienza è certamente tra le peggiori che un essere umano possa vivere(allora protestavo in piazza la mia indignazione).Vedersi schiacciare un sogno di liberta, dai carri armati,è terrificante.Terrificante perche ci si sente inermi davanti a tanta prepotenza.
    Come anche tu affermi,le idee non si possono uccidere,ma devi convenire che sia il comunismo,cosi come è stato inteso nell'ultimo secolo,come il capitalismo,come oggi è inteso,senza regole,senza etica,senza alcun freno,non è e non puo essere considerato umano.
    Ambedue i sistemi sono da combattere ed eliminare.Ci vuole una terza via,ma prima è assolutamente necessario cambiare noi stessi.Evolverci,crescere in consapevolezza è la “condicio sine qua non” per realizzare un nuovo mondo,una nuova vita degna di essere vissuta.

    Ti abbraccio


    #139376

    ezechiele
    Partecipante

    Stasera sono stato alla serata del ringraziamento del m5s a genova,

    È stata una bella esperienza, come sempre consiglio a tutti di provare a guardare la realtà con i propri occhi invece che farsi influenzare da pregiudizi strumentali al potere precostituito … C'era il prof. Becchi … Davvero un personaggio … Tutti i candidati conosciuti in campagna elettorale … La sala era piena … Tante persone, rispecchiano il bacino elettorale m5s … Se qualcuno ha visto la distribuzione dei voti per quartiere nella propria città se ne sarà già accorto … Ceto medio basso … Siamo dei fortuitissimi lemmings … È doloroso sperimentare sulla propria pelle le leggi universali… Ma come ha ripetuto an he stasera Becchi meglio una fine di spavento che uno spavento senza fine…

    Hasta SIEMPRE!


    #139373

    Erre Esse
    Partecipante

    [quote1362642057=civile]
    Non voglio essere pessimista,ma é un semplice voto di protesta,é l'ultima spiaggia…non riusciranno mai a spazzare via la vecchia e ottusa italia politica,hanno troppo potere,veranno inglobati nel loro mondo a suon di euro…speriamo mi sbagli ma il mio cuore mi dice cosi.In caso contrario,vuol dire che Dio esiste,ma io sono ateo purtroppo.
    ma la speranza é l'ultima a morire……
    [/quote1362642057]

    Abissi di pessimismo cosmico.

    [quote1362642122=farfalla5]
    Io la vivo questa novità qui come ho già vissuto in Polonia nel 1980, gli anni che hanno fatto nascere il movimento di sindacati liberi “Solidarność” e gli anni che hanno preceduto il crollo del muro di Berlino. E' logico che qualche errore ci sarà, devono imparare, poi ci sta che qualcuno si venderà al sistema..ma l'inizio di un vero cambiamento ci è stato e non lo ferma più nessuno. Chi si ricorda di “Solidarność” saprà anche che siamo stati stroncati dallo stato di guerra(mamma mia che orrore vedere i carrarmati per strada sotto casa)…ma non hanno vinto. Ormai i paesi dell'est aveano cominciato il cammino verso la libertà. Il resto è storia.
    C'è chi ha guadagnato, c'è chi ha perso da questo passaggio ma il fatto sta che oggi con tute le pecche del capitalismo siamo un paese libero.
    [/quote1362642122]

    E' vero, è un po' simile a “Solidarność” il M5s…speriamo sia di buon augurio.
    Qui non vengono usati carri armati ma lo spread, la guerra è senza spargimento di sangue, ma altrettanto cruenta.

    [quote1362642403=Tru]
    La differenza di questo movimento, i 5S con tutto il resto sono i finanziamenti, il rapporto con i soldi. Solidarnos era finanziato dal vaticano il vangelo dice date a cesare quello è di cesare. Niente soldi e nessuna sede infatti la più grande preoccupazione di Beppe è che i suoi saranno comprati per quello diceva nel blog di non cambiare partito sa bene che si faranno comprare è solo questione di animo umano, in preventivo ha messo che un 15% si faranno comprare …
    [/quote1362642403]

    Penso che coloro i quali si venderanno diventeranno dei reietti agli occhi del loro elettorato, verranno messi alla gogna, trattati peggio di quelli della casta, perchè ancora più infami se possibile, visto che tradiscono gli ideali fondanti del M5s. Non lo farei fossi in loro.
    Comunque, M5s o meno, il sistema è alla frutta e sempre più soffocante e sputtanato, e deve cambiare, in un modo o nell'altro.


    #139377

    orsoinpiedi
    Partecipante

    [quote1362651098=Erre Esse]
    ….Comunque, M5s o meno, il sistema è alla frutta e sempre più soffocante e sputtanato, e deve cambiare, in un modo o nell'altro.
    [/quote1362651098]

    “Davanti a tutti i pericoli, davanti a tutte le minacce, le aggressioni, i blocchi, i sabotaggi, davanti a tutti i seminatori di discordia, davanti a tutti i poteri che cercano di frenarci, dobbiamo dimostrare, ancora una volta, la capacità del popolo di costruire la sua storia”.( il Che)

    Sapremo noi conquistare la nostra LIBERTA?


    #139378
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    da un post di Rocco Bruno su fb che condivido :

    OTTO e MEZZO – [color=#0033ff]io deputato a 5 Stelle [/color]- Sono fantastici, appena hanno la possibilità di parlare, intendo nel contesto giusto che non sia un talk o gli chiedano stronzate su Grillo, questi deputati incantano tutti. Guardate la faccia e l'atteggiamento di Lilly Gruber all'inizio dell'intervista, corrugata, preoccupata, a volta anche indispettita dalle risposte, anche lei coinvolta emotivamente nel condizionamento generale prodotto in questi giorni, carica degli stessi pregiudizi che circolano sul M5S e, poi, come all'improvviso va distendendosi mano a mano che questo deputato chiarisce il quadro e la posizione del movimento.

    Si respira aria nuova, lunga vita al movimento!

    http://www.la7.tv/richplayer/index.html?assetid=50319696


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #139379
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Noi cerchiamo tutti i video in inglese sottotitolati…stamani mi è arrivato questo video che è sottotitolato invece in tedesco… 😉


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #139381

    Anonimo

    http://www.byoblu.com/post/2013/03/07/Cara-Barbara-DUrso-quel-giorno-potrebbe-piacerti.aspx#continue

    Cara Barbara D'Urso,

    hai invitato a parlare a nome di otto milioni e mezzo di persone che hanno votato il MoVimento Cinque Stelle un signore che si è iscritto a un MeetUp il 24 febbraio scorso, il giorno prima delle elezioni. Iscriversi a un MeetUp, nel caso la tua redazione non lo sapesse, non è sinonimo di “attivista del Movimento Cinque Stelle”. MeetUp è una piattaforma generale, dove ci si riunisce per molti scopi diversi. Gli attivisti del Movimento Cinque Stelle (la base) sono quelli certificati e iscritti al portale del Movimento: http://www.movimentocinquestelle.it/.

    E gira in rete anche un commento, a nome di Matteo De Vita, comparso su sangiovannirotondonet.it appena cinque giorni fa, il 2 marzo, nel quale si capisce che il commentatore non appartiene agli attivisti del MoVimento. Che sia lui?

    Come che sia, io capisco che voi facciate un mestiere e dobbiate portare a casa ogni giorno qualcosa per tenere alto lo share, ma credo anche che, visto che siete giornalisti (voi sì, mica come noi qui in rete), dovreste ricordarvi tutta la storia della verifica delle fonti, magari studiare un po' quello che non conoscete, risalire a un minimo di storia personale di quelli che fate parlare, specialmente se non parlano a nome di se stessi ma a nome del primo “movimento politico” alla Camera. Se no, capite bene che poi la gente ci rimane male e vi fate inutilmente dei nemici.

    Ti sei lamentata, Barbara, perché gli attivisti o gli eletti del MoVimento non partecipano ai dibattiti televisivi. Anche qui, mi rendo conto che stiamo parlando del tuo mestiere, e questa decisione a cinque stelle non ti aiuta a chiudere le puntate. Però dovresti fare un minimo di autocritica e ammettere – perché sono sicuro che lo sai – che la televisione si è trasformata ormai da decenni in un pollaio di oche e tacchini starnazzanti dove esprimere un concetto dignitoso è diventato più difficile che pattinare sulla lama di un rasoio appoggiati sulla punta del …naso.

    Ecco perché il Movimento Cinque Stelle non si presta a questo mercato del pesce. Se i dibattiti fossero più civili, come quelli cui si può assistere in quella Europa che per altri versi tutti inseguono, allora sarebbe diverso. Se non ci fossero tanti giornalisti schierati a priori, che credono che il loro mestiere consista nel cercare di mettere in ridicolo quello che non capiscono o quello che non conviene al loro editore, allora se ne potrebbe parlare. Ma stanti così le cose, essendo questa la televisione italiana, per cercare di riportare un minimo di senso ove non ce n'è più (e lo si può leggere bene nella piega di disgusto che appare sul volto del telespettatore italiano da sempre, ormai quasi impercettibilmente), il Movimento Cinque Stelle sceglie di parlare dove si è conquistato lo spazio, il tempo, e la dignità di farlo: nel Parlamento italiano.

    In quel luogo si confronterà con il Paese. In quel luogo, sia in aula che nelle commissioni, prenderà le posizioni che riterrà di voler assumere. Gli italiani potranno leggere le trascrizioni degli interventi, pubblicate nei siti istituzionali, o guardare la diretta streaming e informarsi direttamente alla fonte, senza essere costretti a districarsi in una foresta di interlocuzioni non-sense, di contraddizioni trash, di concetti terra a terra che già all'asilo che frequenta mio figlio sarebbero considerati acquisiti e poco formativi.

    Lo ritieni un approccio bacchettone, eccessivamente rigido? Mi rendo conto anche di questo. La televisione, inseguendo la logica del divide et impera, ci ha abitutati alla consacrazione del nulla, elevato a feticcio da adorare, per sopperire alla decadenza di valori, principi, idee superiori che possano elevare lo spirito anziché abruttirlo. Nel tentativo di inseguire costantemente il peggio, avete trasformato talk show politici in luoghi dove fotografi poi condannati si spaccavano le mani sulle scenografie, senza per questo essere cacciati, mentre cittadini per bene, rispettosi, educati e con idee civili da scambiare, venivano abbandonati a sprofondare su un divano, con un telecomando in mano, trattati come polli di allevamento a consumare il vostro mangime preconfezionato, prodotto in serie, tanto che lo chiamate “format”.

    Quindi mi rendo conto che tu non capisca, altrimenti non avresti partecipato a questo circo per tutti questi anni senza manifestare un solo moto di repulsa interiore. Per questo stesso motivo non ti chiedo di chiedere scusa per avere perlomeno “sbagliato”, giornalisticamente parlando, a presentare il tuo ospite come rappresentante di quello che non rappresentava affatto.

    Però mi piacerebbe che tu non cadessi dal pero, almeno quello, quando presto assisterai alla fine di un mondo e all'inizio di qualcosa di nuovo, di una nuova dimensione della conoscenza e, perché no, anche dell'entertainment. Qualcosa che finalmente possa restituire a tutti il piacere della conversazione, del senso delle cose, la sensazione di appartenere finalmente a una comunità di interessi e non a un'accozzaglia di tanti piccoli e grandi ego in perenne e rumoroso conflitto fra di loro.

    Quel giorno, sappilo, potrebbe addirittura piacerti, e potresti finire per ringraziare tutto quello che oggi ancora non comprendi fino in fondo.


Stai vedendo 10 articoli - dal 611 a 620 (di 1,659 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.