Non odiate le meduse

Home Forum PIANETA TERRA Non odiate le meduse

Questo argomento contiene 11 risposte, ha 5 partecipanti, ed è stato aggiornato da  marì 8 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 12 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #83556

    marì
    Bloccato

    BIOLOGIA

    Non odiate le meduse
    “mescolatrici” del mare

    Uno studio dell'Università canadese di Victoria dimostra l'utilità dei piccoli invertebrati. Con il loro continuo movimento aiutano lo scambio e l'ossigenazione delle acque
    di CRISTINA NADOTTI

    ROMA – Fastidiose quanto volete, incubo delle vacanze al mare, ma utili, anzi, indispensabili come ogni altro essere vivente. La riabilitazione delle meduse arriva da uno studio dell'Università canadese di Victoria, pubblicato sulla rivista Nature, in cui si spiega che creature marine come le meduse e il krill (che comprende piccoli invertebrati) hanno un ruolo fondamentale nel mescolare le acque, proprio come fanno correnti e maree.

    Il movimento del mare ha molte implicazioni e una grande importanza. Se non ci fosse interscambio tra l'alto e il basso, alle acque in superficie verrebbero a mancare importanti elementi nutritivi, mentre quelle sul fondo non sarebbero ossigenate. A un livello più generale, il rimescolamento delle acque garantisce la circolazione oceanica, che ha un impatto sul clima terrestre. Insomma, non uccidete le meduse e non odiatele, perché il clima dipende anche da loro.

    Così come altre piccole creature, sono infatti in grado, mentre si muovono, di pompare acqua. Non è lo stesso movimento che fa una balena che sbatte la coda, o uno squalo che si avventa rapido su una preda, è un'azione più continua e compiuta da molti piccoli organismi tutti insieme, capace di avere lo stesso effetto di una marea o del vento, secondo gli autori dello studio. “Mentre nuotano, le meduse spingono via l'acqua e creano un'area di pressione maggiore di fronte a loro – spiega Kakani Katija, uno degli autori della ricerca – mentre l'area dietro di loro diventa di bassa pressione. In questo modo l'acqua scorre velocemente dietro l'animale per riempire la zona di bassa pressione, con il risultato che c'è uno scambio costante”.

    “Il meccanismo è affascinante – dice il fisico oceanologo Eric Kunze, dell'Università di Victoria, che non ha partecipato allo studio ed è un po' scettico – ma ci vogliono più dati per capire quanto sia determinante per la qualità delle acque”. In passato altre ricerche avevano già dimostrato l'importanza di grandi concentrazioni di piccoli animali come il krill nello spingere i nutrienti dell'acqua in superficie con il loro movimento, ma gli scettici obiettarono che in generale il loro impatto non era determinante.

    Alla base dell'intuizione dei ricercatori una sorta di rivoluzione copernicana, un cambiamento di prospettiva che li ha portati alla scoperta. “Abbiamo studiato per anni il modo in cui l'oceano, con le sue correnti, temperature e chimica, influisce sulla vita degli animali – spiega John Dabiri, che è professore di aeronautica e bioingegneria – adesso vogliamo vedere anche il procedimento inverso e cioè come gli animali stessi, con il nuoto, possono influire sul movimento dell'oceano. In fin dei conti, argomentano, ogni giorno miliardi di piccoli krill e meduse si spostano per centinaia di metri dal fondo degli oceani verso la superficie, dove si alimentano. “Ci sono abbastanza animali di questo tipo nell'oceano da generare trilioni di watt di energia, di sicuro paragonabili a quelli generati dal vento e dalle maree”. E se si parla di energia allora salvaguardiamo ancor di più le meduse: chissà che un giorno, come vento e maree, non ci aiutino anche a produrre watt puliti.

    http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/ambiente/meduse-ambientaliste/meduse-ambientaliste/meduse-ambientaliste.html

    🙂


    #83557

    darwindeus
    Partecipante

    io non ho mai odiato le meduse, anzi…ricordo che una ventina d'anni fa, quando ero piccino, mamma e babbo mi portarono a viareggio al mare…un pomeriggio a guardare vecchiette grinzose e omoni panciuti, tutti con quelle pellacce unte di crema solare e qualcuno che ogni cinque minuti si metteva a strillare “cocco bello, cocco fresco!!”
    Ad un certo punto un urlo agghiacciante! “AAArrrggghhh! L'ha pinzato 'na medusa!”
    Avevano ripescato un tizio di Vicopisano dal bagnasciuga mezzo sciagattato per via delle tossine delle meduse…oooohhhh, quanto mi sono divertito! Gente che andava e veniva! Tutti agitati! Ambulanze! Strilli! Bagnini! Poi non lo so…ci sta che si sia salvato, boh?!
    Ecchediamine!
    Così dovrebbe essere, quando si va al mare! Un po' di distrazioni! Mica la solita sonnolenta vita di sempre! Sennò facevo l'impiegato alle poste!


    #83559

    marì
    Bloccato

    [quote1249149404=darwindeus]
    io non ho mai odiato le meduse, anzi…[color=#ff0000]ricordo che una ventina d'anni fa, quando ero piccino, mamma e babbo mi portarono a viareggio al mare…un pomeriggio a guardare [u]vecchiette grinzose e omoni panciuti[/u], tutti con [u]quelle pellacce [/u]unte di crema solare[/color] e qualcuno che ogni cinque minuti si metteva a strillare “cocco bello, cocco fresco!!”
    Ad un certo punto un urlo agghiacciante! “AAArrrggghhh! L'ha pinzato 'na medusa!”
    Avevano ripescato un tizio di Vicopisano dal bagnasciuga mezzo sciagattato per via delle tossine delle meduse…oooohhhh, quanto mi sono divertito! Gente che andava e veniva! Tutti agitati! Ambulanze! Strilli! Bagnini! Poi non lo so…ci sta che si sia salvato, boh?!
    Ecchediamine!
    Così dovrebbe essere, quando si va al mare! Un po' di distrazioni! Mica la solita sonnolenta vita di sempre! Sennò facevo l'impiegato alle poste!

    [/quote1249149404]

    Non e' affatto carino cio' che hai de-scritto nei riguardi di quelle persone … la fortuna e' arrivarci a quella eta', ed arrivarci con lo stesso spirito di vita.

    Chiunque smetta di imparare è vecchio, che abbia venti o ottant'anni. Chiunque continua a imparare resta giovane. La più grande cosa nella vita è mantenere la propria mente giovane.
    ( H. Ford )

    :lente:


    #83558

    darwindeus
    Partecipante

    è la mancanza di tatto di un ragazzino di 12 anni per il quale le vacanze divantano un dovere e non un piacere, costretto, per ragioni di famiglia, a stare in una spiaggia che sembra il reparto di geriatria di un ospedale, quando un ragazzino (credo QUALUNQUE ragazzino) vorrebbe più che altro gente della sua età e mancanza di costrizioni. Hai presente? La tua famiglia ha AMICI, quelli di vecchia data, altre famiglie o colleghi…e tu ti ritrovi al mare con gente che non conosci, che non ti piace e nessuno della tua età con cui fare due chiacchiere… perchè con chi parli? Con un boiler umano che parla sempre di conti in banca? Con la signora Matusalemme che non ha altri argomenti di discussione che gente morta, acciacchi vari e “0h, quant'è importante il latino e il greco antico!” (avevo anche quella, sì, una ex-insegnante di lingue morte…ammazzza che barba quando attaccava!)
    A dieci anni? Sarà capitato solo a me, ma le (poche, per fortuna) vacanze al mare di quell'età le ricordo come un incubo. Le meduse perlomeno, creavano un po' di scompiglio…io avrei aggiunto pure qualche barracuda assassino e due o tre pescecani, ma quella era una baia…Poi se Dio vuole i miei mi hanno mollato un po'…


    #83560

    marì
    Bloccato

    Colui che scrive oggi e' un uomo …, a proposisito quanti anni hai?

    Che infanzia differente/disuguale abbiamo avuto noi due Darwi' … ho sempre ascoltato con interesse e curiosita' i racconti degli anziani … mi hanno sempre appassionata, apparivano film che non avrei mai avuto l'occasione ed il privileggio di poter vivere e vedere in prima persona … per me gli anziani sono sempre stati dei libri parlanti 🙂

    :bay:


    #83561
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    quando avevo 20 anni la gente di 49 (l'età mia ora) mi sembrava vecchia e grinzosa….

    non è quello che conta…

    però capisco cosa vuole dire darwin….stare nel mezzi ai vecchietti certo non è da sballo…


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #83562

    marì
    Bloccato

    … io invece mi sono e mi hanno fatto sentire una bimba particolare, singolare … le persone per me (di qualsiasi eta') si dividevano in due categorie … quelle simpatiche, divertenti e quelle antipatiche, noiose … ho sempre seguito l'istinto, il fiuto … un po come i non vedenti, alle grinze non ho mai fatto troppa attenzione. -|-

    Comunque il 3d parla di altro … e riguardo alle “meduse” non conservo orrendi ricordi, mi chiedevo spesso a cosa servissero … perche' e' cosa risaputa: In natura nulla e' inutile … ora/oggi so una cosa in piu'. 🙂


    #83563

    darwindeus
    Partecipante

    [quote1249195510=Marì]
    … per me gli anziani sono sempre stati dei libri parlanti 🙂

    :bay:

    [/quote1249195510]

    anche la signora del latino era come un libro parlante, il problema è che un libro vero, se ti stanchi lo puoi chiudere, quella invece non si spengeva neppure a darla in pasto alle cernie. E tutto il giorno lì a ciarlare che il nome del paese Marginone deriva dal latino marginus marginis marginae che vuol dire “di confine” e tutte 'sta roba qui…sai a me quanto me ne importava! E mi stava sempre addosso, eh!
    In quello riconosco ai miei il loro più grande difetto…in quelle vacanze quasi mi costringevano a presenziare a queste convenction della terza età, oppure a giocare con l'invalido, quando io avrei voluto come tutti quelli della mia età, giocare a fare il bagno e cercare granchi sugli scogli…poi andavano dagli amici loro a dire “Vedi com'è bravo il mio bimbo? Non è mica come gli altri, che se ne va in giro! Gioca con gli anziani e gli invalidi!”
    E per forza, cacchio! Sennò la sera erano strilli e rimproveri!
    Menomale che a 12 anni imparai che esistono pure gli scout! Sarà per ribellione a quelle vacanze fantozziane che sono diventato così diretto e poco incline alla diplomazia (si nota?). Ah, comunque ho 33 anni


    #83564

    Anonimo

    Qualche anno fa sono andata in vacanza in Sardegna. In alcuni giorni il mare vicino alla spiaggia era piena di piccole, delizione medusine, trasparenti e rosate.Veri e propri gioiellini. Sono scesa in acqua senza che mi urticassero. Con un pò di attenzione e rispetto questo problema si può evitare. E visto che oltre ad essere belle, le meduse sono anche utili…… guai a chi fa loro del male……. ~grrr :grrr:


    #83565

    marì
    Bloccato

    [quote1249235276=Aldebaran]
    Qualche anno fa sono andata in vacanza in Sardegna. In alcuni giorni il mare vicino alla spiaggia era piena di piccole, delizione medusine, trasparenti e rosate.Veri e propri gioiellini. Sono scesa in acqua senza che mi urticassero. Con un pò di attenzione e rispetto questo problema si può evitare. E visto che oltre ad essere belle, le meduse sono anche utili…… guai a chi fa loro del male……. ~grrr :grrr:
    [/quote1249235276]

    :amicil:


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 12 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.