Nuova Cronologia

Home Forum L’AGORA Nuova Cronologia

Questo argomento contiene 8 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da farfalla5 farfalla5 3 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 9 articoli - dal 1 a 9 (di 9 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #144236
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Qanto correttamente ci rappresentiamo la storia degli ultimi 2000 anni? Può la matematica essere d'aiuto per rispondere a questa domanda? La ricerca degli autori che presentiamo di seguito è iniziata, quasi per caso, più di trent'anni fa: si tratta di una serie di metodi matematico-statistici che hanno permesso loro di individuare importanti errori di datazione di annali e cronache del passato e risolvere molte delle incongruenze rimaste finora senza spiegazione. L'applicazione di tali metodi allo studio della storia ha consentito a questi matematici di seguire gli eventi storici da un altro punto di vista e di elaborare il progetto di una Nuova Cronologia, un'ipotesi che discorda in linea di principio con il parere della scienza ufficiale storica. Nel loro lavoro, raccolto finora in sette volumi gli autori prendono in esame una gran quantità di eventi e fatti storici, a sostegno della loro interpretazione rivoluzionaria della storia dell'Antichità e del Medio Evo.

    capitoli tradotti tratti da vari libri
    selezione da: A. T.Fomenko, 400 anni d'inganni, 2007

    Capitolo I: Problemi di cronologia storica

    1. La cronologia romana come fondamento della cronologia europea entra>>

    2. Scaligero, Petavius e gli altri cronologi ecclesiastici.
    La creazione nei secoli XVI-XVII d.C. della versione attualmente adottata della cronologia dell'antichita` e del medioevo entra>>

    3. La cronologia di Scaligero-Petavius, messa in dubbio già nel XVI secolo.
    entra>>
    3.1. I critici della cronologia di Scaligero : De Arcilla, Robert Baldauf, Jean Hardouin, Edwin Johnson, Wilhelm Kammeyer
    3.2. Isaac Newton.
    3.3. Nikolaj Aleksandrovic Morozov
    3.4. Lavori recenti di studiosi tedeschi aventi per oggetto la critica della cronologia scaligeriana.
    3.5. Il problema dell'attendibilita’ della cronologia e della storia romana. L’ipercriticismo del secolo XIX.

    4. Difficolta’ nella fissazione dell’esatta cronologia dell’”Antico” Egitto.
    entra>>

    5. Il problema della datazione delle “antiche” fonti originali. Tacito e Poggio. Cicerone e Barzizza. Vitruvio e Alberti.
    entra>>

    6. La misurazione del tempo nel Medioevo. Gli storici parlano di “caos delle datazioni medievali”. Strani ” anacronismi medievali. ”

    7. Cronologia e datazione dei testi biblici.

    8. Diffiicoltà e ambiguità nella lettura di testi antichi. Il problema della vocalizzazione.
    8.1. Come leggere un testo antico testo scritto solo con le consonanti?
    8.2. Nel Medioevo i suoni R e L venivano spesso confusi.

    9. La geografia scaligeriana degli eventi biblici e i problemi ad essa legati.
    9.1. Archeologia e Vecchio Testamento.
    9.2. L'archeologia e il Nuovo Testamento.

    10. Difficoltà della localizzazione geografica di molti eventi dell'”Antichità”.
    10.1. Dove si trovavano Troia e Babilonia
    10.2. La geografia di Erodoto combacia a malapena con la versione scaligeriana.
    10.3. Le carte medievali “girate”

    11. Analisi moderna della geografia biblica.

    12. L'epoca misteriosa del “Rinascimento”, come conseguenza dell'errata cronologia scaligeriana.

    13. L'inesatta cronologia scaligeriana alla base dei metodi archeologici di datazione
    13.1. L'ambiguità delle datazioni archeologiche e la loro dipendenza da una cronologia precedentemente adottata
    13.2. Gli scavi di Pompei. Quando venne distrutta la città.
    13.3. La distruzione dei “vecchi” monumenti considerata attualmente in crescente accelerazione
    13.4. Quando fu iniziata la costruzione del famoso Duomo di Colonia?
    13.6. Come si poteva “nell'età del bronzo”, produrre il bronzo, senza conoscere lo stagno? Questo è uno dei problemi che pone la storia scaligeriana.

    14. Le difficoltà del metodo dendrologico e di altri metodi di datazione.
    14.1. La curva continua della datazione dendrocronologica si estende nel passato non oltre il decimo secolo dell'era cristiana.
    14.2. Le datazioni ottenuta sulla base del metodo al radio-uranio, al radio-attinio e sulla base dell'analisi dello strato sedimentario.

    15. Quanto sono esatte le datazioni fatte con il metodo del radiocarbonio?
    15.1. Lo spettro caotico delle datazioni al radiocarbonio ottenute su reperti “antichi”, medievali e moderni. L'idea iniziale di Libby. I primi fallimenti.
    15.2. La datazione della Sacra Sindone di Torino.

    18. La datazione numismatica
    http://www.nuovacronologia.it/capitoli_tradotti_tratti_da_vari_libri.html


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #144237
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante




    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #144238
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    02 il tempo tra romanità e 1100 d C non è mai esistito


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #144239
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Non è Fomenco che parla..ma è molto molto interessante. Scaricatelo in mp3.
    Le pagine cancellate dalla storia

    :si: :si: :si:

    Queste pagine sono state cancellate dalla storia dell'uomo, perché altrimenti, avrebbero fatto capire che la società non è sempre stata dominata dalla violenza e dal dominio culturale ed economico.

    In questo episodio approfondiamo la vita in questa civiltà antica ed iniziamo a prendere consapevolezza dello stato in cui ci troviamo. Perché solo mettendo a confronto 2 sistemi e 2 società riusciamo davvero a renderci conto delle nostre condizioni.


    Aspetti religiosi e della sessualità dell'antica civiltà gilanica

    E’ arrivato il momento di guardare in faccia le origini del male della nostra società.
    Risalire le orde barbare dei kurgan che sono scesi dalle steppe della Russia meridionale e dell’Ucraina con le loro spade e la loro violenza sanguinaria hanno distrutto la società paritaria, mutuale ed anarchica.

    il resto lo trovate qui:
    http://www.spreaker.com/user/5383925


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #144240

    Erre Esse
    Partecipante

    A proposito della storia egiziana, autori che si interessano a d antichissime civiltà antidiluviane, come Hancock, retrodatano le piramidi e quindi la stessa storia egizia, mentre Fomenko le postdata. L'effetto è straniante in entrambi i casi.


    #144241
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1399233931=Erre Esse]
    A proposito della storia egiziana, autori che si interessano a d antichissime civiltà antidiluviane, come Hancock, retrodatano le piramidi e quindi la stessa storia egizia, mentre Fomenko le postdata. L'effetto è straniante in entrambi i casi.
    [/quote1399233931]
    in effetti la confusione è al 100%…ma forse proprio questo che ci induce di cercare da soli gli indizi.
    Stamani ho visto su Focus un documentario…
    qui http://www.focus.it/community/cs/forums/3/507649/ShowThread.aspx un utente spiega di cosa parlava..

    Ho appena visto su Focus Canale 56 un documentario, America unearthed…
    Parlava di una “Tavola di Newberry” ritrovata in Nordamerica prima che fosse scoperta la civiltà cretese, sulla quale c'erano delle iscrizioni cretesi. E di un'iscrizione su pietra che ritraeva una nave cretese.
    Il documentario comunque si concentrava sul rame. Tale Scott Wolter dell'Università del Minnesota, geologo, ha notato come ci siano delle miniere di rame nel Michigan da cui è stato estratto tantissimo, troppo rame, e ha considerato che potesse essere il sito da cui l'Europa aveva preso il rame per la sua età del bronzo che altrimenti non si spiega non essendoci abbastanza rame in Europa.
    Ha appena fatto delle analisi chimiche sul rame estratto in Nordamerica e corrispondono esattamente con le analisi di quei lingotti di rame di provenienza sconosciuta rinvenuti in un relitto ritrovato nel Mediterraneo della tarda età del bronzo.
    Inoltre corrisponde anche la data, ha detto che il rame là nel Michigan si è cominciato ad estrarlo proprio 5000 anni fa, proprio quando l'articolo mio ipotizzava che gli europei sarebbero andati là…

    dunque, già questo ci dice che l'America non ha scoperto… 😀 Colombo 😀

    anche qui ci sono le informazioni:
    http://www.duepassinelmistero.com/Oggetti%20fuori%20posto.htm


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #144242

    Erre Esse
    Partecipante

    Sarebbe bello vedere una specie di studio comparato o di sintesi tra ciò che dice Hancock e ciò che dice Fomenko.


    #144243

    leo48
    Partecipante

    Tenete presente che per molti secoli i monaci Benedettini anno tradotto e copiato
    molti libri antichi https://www.google.it/search?q=benedettini+amanuensi&client=firefox-a&hs=5s8&rls=org.mozilla:it:official&channel=sb&tbm=isch&tbo=u&source=univ&sa=X&ei=LoRqU_KVFYmh8QGFxIGgCA&ved=0CEYQsAQ&biw=1256&bih=795

    Leo48


    La forza dei forti è saper traversare le traversie con occhio sereno...

    #298724
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    border_nights Fomenko.mp3


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 9 articoli - dal 1 a 9 (di 9 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.