ORMONE DELLA BONTA' NASCONDE VENA 'CATTIVA'

Home Forum SALUTE ORMONE DELLA BONTA' NASCONDE VENA 'CATTIVA'

Questo argomento contiene 2 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  marì 8 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #56978

    marì
    Bloccato

    ROMA – E' diventato sinonimo di bontà e c'é anche chi ha intenzione di usarlo in spray per 'curare' la timidezza o la fobia sociale, eppure l'ormone dell'affetto, della fiducia, del legame sociale – ovvero l'ossitocina – nasconde anche delle insidie, perché non promuove solo le emozioni positive, ma amplifica i sentimenti di invidia e malizia, cioé di soddisfazione maligna per l'insuccesso del prossimo. Lo dimostra uno studio pubblicato sulla rivista Biological Psychiatry da Simone Shamay-Tsoory dell'Università di Haifa in Israele.

    Naturalmente prodotta dal nostro corpo, l'ossitocina è stata protagonista di numerosissimi studi nell'ultimo periodo ed éstata eletta come 'antidoto' alla negatività. Tutte le azioni che media nel corpo umano sono infatti positive: rafforza i legami affettivi, crea l'attaccamento mamma-neonato, induce la fiducia nel prossimo e addirittura la generosità. Tanto che molti ricercatori hanno pensato all'ossitocina come alla 'panacea' contro molti disturbi, quali l'autismo e la fobia sociale.

    Ma lo studio di Shamay-Tsoory sembra svelare il rovescio della medaglia: l'ossitocina può anche indurre emozioni negative. Infatti, l'esperto ha studiato l'ossitocina su 56 volontari che dovevano cimentarsi in un gioco di probabilità contro un avversario (che loro non sapevano essere un finto rivale creato al computer) dalla personalità arrogante: i partecipanti avevano di fronte tre porte, una blu una gialla una rossa, e tre diversi 'montepremi' da vincere dietro ciascuna. Gli esperti hanno spruzzato ossitocina sul naso dei volontari, oppure uno spray placebo, e hanno quindi osservato come reagivano i partecipanti alla vittoria loro o dell'avversario. E' emerso che l'ossitocina sollecita una reazione più aggressiva delle persone nei confronti del rivale vincente, e una più soddisfatta (e quindi maligna) di fronte alla sconfitta dell'avversario. L'ossitocina, quindi, potrebbe avere una funzione a più ampio spettro, forse sollecitando le emozioni umane tout court, e non solo quelle positive, ma anche le negative, a seconda del contesto. Quindi, avvertono gli scienziati, il suo uso a livello clinico potrebbe nascondere degli effetti avversi.

    2009-08-05 20:43
    http://www.ansa.it/opencms/export/site/notizie/rubriche/inbreve/visualizza_new.html_1623928643.html

    :hehe:


    #56979

    perdi
    Partecipante

    oh mamma …
    e quindi che si fa ? aboliamo l'ossitocina?
    e la coscienza di cui parlavamo nell'altro topic?
    che casino 🙂


    #56980
    Quantico
    Quantico
    Partecipante

    Io non la riterrei così pericolosa, da wikipedia:

    L'ossitocina è un ormone peptidico prodotto dai nuclei ipotalamici e secreto dalla neuroipofisi.

    L'azione principale dell'ossitocina è quella di stimolare le contrazioni della muscolatura liscia dell'utero. Nell'ultimo periodo della gravidanza la responsività dell'utero all'ossitocina aumenta notevolmente e l'ormone esercita un ruolo importante nell'inizio e nel mantenimento del travaglio e del parto.

    Altro fondamentale ruolo è quella di stimolo delle cellule dei dotti lattiferi delle mammelle. In tal modo l'ossitocina provoca una contrazione delle cellule muscolari e l'eiezione del latte. Ciò avviene in risposta allo stimolo della poppata.

    Fisiopatologia [modifica]

    Durante la gravidanza il progesterone iperpolarizza le cellule del miometrio, sopprimendone l'attività contrattile spontanea. Ciò determina una relativa ineccitabilità e una quiescenza elettrica e meccanica.
    Durante il parto l'utero ha un aumento di recettori dell'ossitocina indotto dagli estrogeni e sviluppa la sua massima sensibilità all'ossitocina.

    Al momento del parto il fondo uterino espleta la funzione di pacemaker e induce delle contrazioni regolari e coordinate che giungono alla cervice.

    L'ormone esogeno viene utilizzato per indurre o aumentare il travaglio in caso di scarsa funzionalità della muscolatura uterina, previa amnioressi: in caso di membrane integre si preferisce il dinoprostone.

    Dosi elevate di ossitocina esogena interferiscono col flusso ematico attraveso la placenta e possono determinare ipossia del feto e morte.

    Le prostaglandine invece sono vasoattive con azione costrittrice, causano cioè necrosi ischemica, e sono uterotoniche, aumentando, quindi, il tono della muscolatura uterina. In Italia non sono commercializzate se non per l'interruzione di gravidanza.

    Curiosità [modifica]

    I recettori dell'ossitocina si trovano anche nel cervello, nel sistema limbico.

    Esperimenti su animali hanno dimostrato l'importanza di tale ormone nell'accoppiamento e nel comportamento nei confronti della prole. Risultano inoltre interessanti recenti studi scientifici che avrebbero dimostrato una correlazione tra maggiore e più efficiente funzionalità dell'encefalo; essa è responsabile per esempio della capacità di empatia e di comprensione dello stato d'animo altrui e di un migliore rapporto con sè e con gli altri con fenomeni di stima ed autostima incrementati, oltre che un agente biologico dell'innamoramento[1]. Per la donna essa regola la funzione uterina e del ciclo mestruale.

    fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Ossitocina


Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.