Palermitano scopre la cura del cancro

Home Forum PIANETA TERRA Palermitano scopre la cura del cancro

Questo argomento contiene 7 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  pancia37 2 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 8 articoli - dal 1 a 8 (di 8 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #96058

    pancia37
    Partecipante
    #96059
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Pancia, da approfondire sicuramente. Io di questo glutatione ne ho già sentito parlare. Mi sembra che prof Genovesi abbia parlato di questa sostanza.


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #96060

    pancia37
    Partecipante
    #96061
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    meglio parlare di terapia
    che poi ci si curi è da verificare
    è in rete da anni


    #96062

    pancia37
    Partecipante

    Ragazzi , pare che il professore giovanni puccio abbandoni l'italia :
    QUESTA E' LA PREMESSA DELLA MIA OPERA IN 60 PAGINE DI RELAZIONE SCIENTIFICA(+80 ALLEGATI) CHE RACCHIUDE FORMULE E SPIEGAZIONI DI TUTTE LE SINDROME PARA NEOPLASTICHE , DEL MECCANISMO BIOCHIMICO CHE PORTA AL CANCRO, LA SUA PREVENZIONE E L'UNICA MANIERA PER CURARLO ATTRAVERSO IL SISTEMA IMMUNITARIO- TUTTO QUESTO E' STATO CONSEGNATO, NEGLI ANNI, ALLE AUTORITÀ COMPETENTI, ALL'ISTITUTO SUPERIORE DELLA SALUTE AI MINISTRI E AGLI ASSESSORI, SENZA OTTENERE NULLA. MI DISPIACE IO CI HO PROVATO MA NON HO NESSUNA INTENZIONE DI FARMI AMMAZZARE' .SENZA STRUTTURA ALCUNE FORME DI CANCRO NON SI POTRANNO CURARE MAI. LOTTARE CONTRO CHI ? UN SISTEMA CHE NESSUNO VUOLE CAMBIARE.

    DEDICATO A TUTTI GLI SCIENZIATI CHE MI HANNO AIUTATO A REALIZZARE QUESTA OPERA , CHE UN GIORNO,SPERO NON MOLTO LONTANO, DECRETERÀ' LA FINE DI UNA PATOLOGIA CHE HA UCCISO E UCCIDE MILIONI DI PERSONE.
    RELATORE AI:
    CONGRESSO PER IL 50° ANNIVERSARIO DELLA COSTITUZIONE DELLA CARTA DEI DIRITTI DELL'UOMO
    “IL DIRITTO DI VIVERE”
    Palermo, Palazzo Comitini,05.12.1998

    SEMINARIO DI STUDIO “ FIRENZE – MEDICINA 2000 ”
    Libertà di Cura per difendere il dono più bello: “la vita”
    Firenze,18,19 settembre 1999

    SECONDO CONGRESSO MONDIALE DI MEDICINA NATURALE.
    Rimini, 14,15,16 Giugno 2002
    “Patologie degenerative: un aiuto dalla natura”

    EZIOPATOGENESI DEL CANCRO
    GENNAIO 1992 -DICEMBRE 2002

    Il cancro è una patologia che aumenta di giorno in giorno, secondo la World Health organitation, le statistiche dimostrano dati sconcertanti, poiché la vita di circa 750 persone ogni ora, nel mondo, viene bruscamente stroncata dal cancro.
    Esso giunge all’improvviso nelle famiglie, s’insinua lentamente e silenziosamente nelle vite di coloro che amiamo per poi strapparle via con ferocia al nostro amore la mia personale esperienza mi induce a parlarne cosi vedendo in esso non una semplice malattia ma un assassino atroce, spietato che non ha dato tempo per comprendere ma solo di trovare nello spegnersi della vita di chi ho amato un profondo dolore a cui non si trova rimedio, spiegazione, solo rabbia.
    La disperazione nata dal sentirci impotenti , quasi inutili dinanzi allo straziante dolore delle persone a noi care ci porta a calpestare la nostra dignità per salvarli, ma quando il loro dolore li strazia la pazzia a cui giungiamo nell'incomprensione del loro dolore preghiamo Dio di porre fine alle loro sofferenza , spegnendo la loro vita prima che il loro corpo sia dilaniato da altre sofferenze.
    Il ricordo che affiora in ogni momento della giornata, il dolore che bussa ogni qualvolta ricordo la morte di mia madre e di tanti amici, tra i quali la più straziante quella di un bambino di dodici anni, Davide (distrutto dalla malattia e dalla chemioterapia), ma soprattutto il fatto di non trovare a questi avvenimenti una spiegazione che appagano il dolore, e l’incomprensione che giungendo ci induce di dubitare di questo scherzo che è la vita, tutto ciò mi ha portato ad interessarmi al cancro, “ Da un’idea pazzesca può nascere la speranza !” ed è proprio questa speranza che mi ha motivato a dedicarmi dal 1992 all’eziopatogenesi del cancro. Ho dedicato migliaia ore di studio documentandomi e approfondendo relazioni scientifiche, testi, documenti relativi alla patologia. Ho studiato decine di testi scientifici aiutato da tanti Professori che hanno fugato i miei dubbi. Ho trascorso molte ore documentandomi dentro le biblioteche e i laboratori, spinto dall’intenzione di comprendere che cosa fosse questa patologia con l’apporto e il sostegno di Dio e di tantissimi amici . Il sacrificio e l’abnegazione mostrata in questi anni mi hanno portato a sviluppare un’idea secondo il metodo scientifico e sicuro della mia preparazione, forte di una esperienza maturata sin dal 1977 nella fitopatogenesi da microrganismi nelle piante superiori , l’ho elaborata sperimentata e portata avanti facendo fede alle mie convinzioni ma soprattutto alle promesse fatte a me stesso e seguendo l’insegnamento del Dott. Claude Bernard che diceva : , anche se mi è costato duro lavoro e l’impiego di forze, tempo e denaro che spesso mi venivano a mancare.
    Oggi ho capito di guardare avanti perché grazie al lavoro di molta gente, alla fiducia e ai sacrifici, il sogno di sconfiggere il cancro diviene sempre più una realtà che potrà essere consolidata definitivamente, insieme alla mia ipotesi, se la mia richiesta verrà accettata, ossia la possibilità di compiere analisi ematochimiche sugli ammalati di cancro e quindi il proseguimento del protocollo di sperimentazione di una sostanza, da me consegnata al Prof. M. P.A. (Direttore dell’Istituto di Farmacologia di Palermo).
    Tale sostanza è ricavata da una mucillagine prodotta da batteri, che ha innescato, sulle culture cellulari neoplastiche in vitro, una risposta citolitica, la cui dose/risposta x h. è del 30%. Sebbene la pubblicazione di tali risultati sia molto importante il Prof. P.A., alla presenza del Giornalista Giulio Francese, si è rifiutato di ufficializzarne i risultati dichiarandosi incapace di decifrare gli enzimi e spiegarne il funzionamento. Ostacolato ancora nel mio tentativo di rendere partecipe tutti degli ottimi risultati dei miei studi e della mia ipotesi che giorno dopo giorno si dimostra sempre più consolidata da certezze scientifiche, avevo riposto la mia speranza sui risvolti di un’interrogazione parlamentare presentata il 15/06/99, che mi poteva permettermi di portare avanti la mia ricerca, ma soprattutto di eseguire alcuni esami che sperimentino scientificamente quanto affermo, ossia la possibilità di poter ottenere delle apparecchiature che ci permettano di dosare nel sangue degli ammalati di cancro il GSSG, GSH, ATP e CAA, e nella speranza che questi possano diventare esami di routine. Ad avallare la mia teoria vi sono le conclusioni del Prof. PalazzoAdriano cui avevo sottoposto la mia teoria e il quale ha constatato con una metodica enzimatica che il valore del GR nelle varie fasi della neoplasia è in continuo aumento.
    La storia c’insegna che tutte le novità scientifiche debbano sconfiggere anche i muri dello scetticismo, ostacoli morali e soprattutto economici. Una malattia diventa un business e chi ne scopre la causa è costretto a battersi contro tutte queste difficoltà, possedendo come armi la propria forza d’animo e prove scientifiche inconfutabili, teorie che divengano leggi inattaccabili per coloro i quali cerchino di smontarle. Sono queste e molte altre le difficoltà che mi si sono poste dinanzi, ma mi è stato difficile comprendere perché uomini che hanno dedicato la loro vita alla ricerca e alla medicina abbiano rifiutato il loro credo, costruendomi intorno un muro di silenzio pur dichiarando, pubblicamente, valida la mia teoria.
    https://www.facebook.com/giovanni.puccio.14?ref=ts&fref=ts


    #96063

    pancia37
    Partecipante
    #96064

    pancia37
    Partecipante

    Il farmaco è stato originariamente isolato da batteri che vivono nel suolo e
    funziona in modo molto simile al tassolo
    Un nuovo medicinale contro i tumori

    Considerevole successo dei test clinici dell'epotilone
    APPROFONDIMENTI
    Nei primi test clinici su esseri umani, un nuovo medicinale contro il cancro
    ha prodotto risultati estremamente incoraggianti. L'epotilone, questo il
    nome dei medicinali, potrebbe ridare una speranza ai pazienti i cui tumori
    sono diventati resistenti al tassolo. Il farmaco è stato originariamente
    isolato da batteri che vivono nel suolo, noti come myxobatteri, e funziona
    in modo molto simile al tassolo. Una delle caratteristiche dei tumori è che
    le cellule si dividono senza controllo. Quando una cellula si divide, fili
    di una proteina elastica attirano i cromosomi appena duplicati verso i due
    nuovi nuclei in formazione. L'epotilone si lega però a questi fili impedendo
    la divisione cellulare. Poiché l'epotilone è più potente del tassolo, i
    pazienti hanno bisogno di una concentrazione più bassa del farmaco. Inoltre,
    le cellule possono diventare resistenti al tassolo semplicemente
    espellendolo dal loro interno, ma questo sistema non funziona con
    l'epotilone. La prima fase dei test clinici sul nuovo medicinale è stata
    condotta presso l'unità di ricerca sul cancro della Newcastle University e
    ha riguardato 36 pazienti di età compresa fra 35 e 72 anni, con diverse
    tipologie di cancro. I ricercatori hanno riferito al congresso annuale della
    American Society of Clinical Oncology che il tumore si è fermato in circa la
    metà dei pazienti e che in cinque è addirittura regredito. Ora i medici
    stanno analizzando i dati per capire quali siano i dosaggi migliori, prima
    di passare alla seconda fase dell'esperimento, che dovrebbe iniziare entro
    pochi mesi.

    http://it.discussioni.consumatori.tutela.narkive.com/1aKYwvCn/nuova-medicina-x-cancro-copiata-da-g-puccio


    #309175

    pancia37
    Partecipante

    chi fosse interessato , questo è il profilo facebook per farli domande direttamente
    https://www.facebook.com/giovanni.puccio.14?ref=ts&fref=ts


Stai vedendo 8 articoli - dal 1 a 8 (di 8 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.