pensioni: l'allegro festino

Home Forum L’AGORA pensioni: l'allegro festino

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  paolodegregorio 8 anni, 3 mesi fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #134774

    paolodegregorio
    Partecipante

    – pensioni: l’allegro festino –
    di Paolo De Gregorio, 11 giugno 2010

    La democrazia dovrebbe vivere di PRINCIPI e di REGOLE che formano una cultura di base condivisa.
    Per le pensioni assistiamo ad inauditi privilegi, tra cui il più odioso è il cumulo di pensioni e redditi, cosa che dovrebbe essere categoricamente esclusa.

    -Brunetta, nel senso del ministro, percepisce una pensione di 3.000 euro al mese, maturata per l’attività di docente, che cumula allegramente con 20.000 euro al mese di parlamentare e ministro
    -Di Pietro, dal 1995 è titolare di una pensione di 1.956 euro al mese che cumula con l’indennità di parlamentare
    -Draghi, governatore della Banca d’Italia, percepisce dall’Inpdap una pensione lorda di 14.843 euro al mese, che cumula con l’indennità di governatore
    -Andreotti dal 1992 percepisce 3.440 euro netti di pensione a cui somma l’indennità di senatore a vita.

    Senza andare in stupidi e fuorvianti tecnicismi, se si vuole creare veramente una coscienza nazionale condivisa, in materia pensionistica bisogna fare riforme profonde che impediscano quella “macelleria sociale” che c’è ora.
    -Per prima cosa i parlamentari non devono poter godere di alcun trattamento pensionistico. Ogni parlamentare, per la durata del suo mandato deve ricevere i contributi che egli versava per la sua attività lavorativa. Punto e sommiamo la regola di 2 legislature e poi ineleggibilità.
    -divieto assoluto per chiunque di sommare reddito a pensioni. Se vuoi lavorare la pensione deve essere sospesa.

    Qualunque sacrificio venga chiesto alla popolazione in materia pensionistica deve essere preceduto da altrettanto rigore da riservare a parlamentari e classe dirigente.
    Cerchiamo, ogni volta che facciamo delle critiche, di fare anche delle proposte, serie, fattibili, concrete, visto che nel nostro paese l’opposizione è sparita e un programma alternativo dovremo scriverlo noi.
    Paolo De Gregorio

    p.s.
    I casi significativi che ho indicato sono pensionati Inpdap, a cui vanno aggiunti coloro che cumulano, con altri redditi, pensioni dell’Inps e vitalizi per attività parlamentare o di altre categorie elettive.
    Per tutti il divieto di cumulo deve essere rigoroso,senza alcuna deroga.


    #134775
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    meglio che stia zitta, da ieri non riesco a ragionare…


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.