politica: scenari foschi

Home Forum SALUTE politica: scenari foschi

Questo argomento contiene 4 risposte, ha 5 partecipanti, ed è stato aggiornato da  paolodegregorio 8 anni, 6 mesi fa.

Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #58799

    paolodegregorio
    Partecipante

    -politica: scenari foschi-
    di Paolo De Gregorio, 25 aprile 2010

    La componente più pericolosa della destra italiana è oggi rappresentata dalla Lega Nord che, dopo 20 anni di propaganda razzista, secessionista, antitaliana, ha plasmato così profondamente la mentalità dei cittadini del nord, che ti ritrovi le mamme di Adro, paese del bresciano, dove alcuni bambini immigrati erano stati lasciati a digiuno dalla mensa scolastica per morosità dei genitori, pronte ad assalire le mamme dei bambini immigrati che protestavano per l’accaduto.
    Mi hanno immediatamente ricordato i cartelli inalberati negli USA con la scritta: “no socialism”, contro la riforma sanitaria di Obama che estendeva a 30 milioni di americani l’assistenza medica di cui erano privi.
    Persone di questa disumanità e di questo egoismo sono pronte per il fascismo, comunque mascherato, e non sentono dai preti del cattolicissimo nord nessuna condanna definitiva, anzi i leghisti ricevono l’appoggio elettorale del Vaticano.

    La strategia di Bossi di eccitare gli animi parlando di lotta armata, di gente padana che non ne può più di mantenere il Sud, di comandare a casa propria, di rispedire i neri a casa loro, di secessione, di fare da soli, di ronde, di insulti alla bandiera, evocando ogni peggiore egoismo e aggressività, non è cosa che possa essere facilmente contenuta. In presenza di un fallimento della concessione federalista (venuto meno l’appoggio di Fini) la situazione potrebbe degenerare.
    Il cesarismo berlusconiano, pur pericoloso per la continua delegittimazione delle istituzioni, in particolare quelle delegate alla giustizia, appare fenomeno meno pericoloso per la nostra democrazia rispetto alla Lega Nord. L’attuale PDL esploderà con la fine di Berlusconi e il fenomeno di concentrazione di potere mediatico e politico appare irripetibile.

    Se la terza componente della destra, quella finiana, farà mancare i numeri per il federalismo, è molto probabile che si apra una crisi fra Berlusconi e Bossi, già oggi più competitori che alleati.
    E’ uno scenario di fallimento del governo di destra, reso più difficile dal fatto che non vi è una opposizione unita e in grado di approfittare di queste divisioni degli avversari.
    Mi sbaglierò, ma uno degli scenari possibili, nel caso di una Lega sul sentiero di guerra secessionista, può essere quello dell’incontro tra Berlusconi e il PD, (ex democristiani ed ex comunisti si mettono sempre d’accordo), per un governo di unità nazionale.
    D’Alema e Berlusconi potrebbero sostenersi a vicenda sul viale del loro tramonto, e magari passare alla storia come statisti che hanno evitato la divisione dell’Italia, e non come artefici, rispettivamente, della demolizione della sinistra e della demolizione della democrazia con P2, televisioni e miliardi.
    Paolo De Gregorio


    #58800
    NEGUE72
    NEGUE72
    Partecipante

    Già qualche volta ho postato queste previsioni asstrologiche su Berlusconi per quanto riguarda il periodo fine 2009-fine 2010.
    Mi pare che ci sono frasi molto calzanti anche a riguardo di quello che è successo qualche giorno fa.
    Il periodo più duro per Berlusocni sarà proprio Luglio-Ottobre.
    Vedremo…
    Leggete e fate le vostre considerazioni.
    http://decorazionisegrete.blogspot.com/2009/09/previsioni-astrologiche-per.html


    #58801
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    in effetti lo scenario non è per niente roseo. Ho visto da Santoro il sevizio sulla discriminazione razziale, ho anche io paura dei leghisti, sono atroci, rozzi e ignoranti.
    non so cosa può succedere in futuro….non ci resta che osservare.


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #58802

    ezechiele
    Partecipante

    Sono nostri connazionali farfi più
    semplice farli ragionare che sbarazzarsene…


    #58803

    sephir
    Partecipante

    Riandando a vagliare il problema signoraggio, la Lega mi fa sorridere, come essere in mezzo ad un ciclone e vedersi arrivare un palo addosso… non sai più se ti devi preoccupare del palo che ti arriva addosso oppure del fatto che se ti arriva è perchè ti trovi in un posto in cui la tua vita è costantemente in pericolo!
    Schivato il palo, non resta che aspettarsi unamacchina, una pietra, una casa…
    insomma ti vien da pensare che l'unica cosa sarebbe o attendere la fine del ciclone (come, senza esserne uccisi o senza essere passivi spettatori di un disastro?)
    o fare in modo che finisca (come, senza gli strumenti adatti e senza l'uso di guerre sempre inutili?)
    o trovare la via d'uscita dal ciclone (come, senza fuggire solo per paura?)

    la cosa più saggia, uscendo dalla metafora, sarebbe rendersi conto dello stato delle cose e fare in modo di ritrovare il proprio nesso spirituale con le cose terrene e non, ristabilendo se stessi a schiarire così tutto ciò che c'è attorno… a quel punto la lega o chi per lei potrà fare quel che vuole ma ognuno dei risvegliati apporta contro una marea di pulito che vanifica ogni porcheria!

    Mi sa che la lotta più dura rimane sempre più quella dentro se stessi.
    E non per dire banalità…credo fermamente in questo, non per altro non
    ho ancora raggiunto neppure l'1% di ciò che penserei sarebbe risolutivo! -|-


Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.