Programmazione mentale, quella vera.

Home Forum PIANETA TERRA Programmazione mentale, quella vera.

Questo argomento contiene 81 risposte, ha 18 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Pyriel 10 anni, 1 mese fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 82 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #76889

    Pyriel
    Bloccato

    …….

    Mettendo da parte le fantascientifiche favole del subliminale e dell'irradiazione elettronica di massa, che servono solo a distogliere dal problema reale, la vera programmazione del cervello umano non è un'oscura fantasia, ma viene praticata da tanti decenni sotto il santo nome di Pubblica Istruzione.
    L'apprendimento è diverso dalla programmazione e può essere assunto in un paio di anni all'età giusta, che certo non è quella infantile, mentre la programmazione necessita di menti deboli non ancora autocoscienti, quelle dei bambini,
    che vengo rapiti ai loro genitori e a sé stessi all'età di cinque anni, con somma gioia di molti genitori che per metà giornata così se ne sbarazzano per fare i fatti loro, dal moderno stato.
    I bambini hanno bisogno dell'affetto e del gioco non di sapere, se mai quel desiderio nasce spontaneo dopo la maturità, è la macina infernale che voi chiamate “civiltà” che ha bisogno di schiavi, violentati ed azzerati fin nel più intimo dei loro sentimenti.
    A prescindere dal fatto che la scuola non insegna nulla di vero agli alunni, né di utile, bisogna dire che la programmazione mentale dei bambini è più psicologica che mnemonica, infatti sono catapultati in un luogo alieno al loro ambiente famigliare,
    di solito in uno squallido stanzone dove l'aria manca, seduti e zitti sulla dura sedia del castigo, tutti squadrati per guardare avanti, dove c'è un tale che sproloquia con aria di autorità,
    il rappresentante severo di un futuro tetro, il carcere a vita.
    La loro psiche subisce così un trauma quotidiano tremendo, una doccia fredda ripetuta ogni giorno per decenni fino alla distruzione totale del Sé, inoltre maltrattato e imbastardito
    dai mille comportamenti invasivi dei soliti noti, i peggiori, cioè quei compagni di scuola che tirano fuori con estrema facilità tutta la loro grettezza interiore contaminandone i migliori.
    Questo è ciò che fate ai vostri figli, i quali diventano anche peggiori di voi ad ogni generazione, un ammasso di neuroni saturati, senza più nessuna traccia della umana interiorità.
    E voi vorreste salvare il mondo? Salvate i vostri figli se potete,
    poiché questa non è la mia storia personale, ma la loro.


    #76890
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Esatto, la principale e profonda programmazione, la piu comune, è quella che avviene sui giovani fin da piccoli, dalla societa in cui si trovano, perchè in particolare entro i primi 6-7 anni, il cervello lavora su frequenze basse e sono praticamente dei registratori viventi.

    Poi ci sono altre tecniche in età piu avanzata, basate ad esempio sulla tortura e nonostante questo ci si puo liberare..:

    https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.207


    #76891

    Omega
    Partecipante

    Non ho figli. Ho sempre lottato (pacificamente ma con fermezza) contro l'assurdità della Scuola Terrestre. Sottoscrivo tutto quello che tu hai detto, infatti l'unico lato positivo dell'attuale Sistema di Istruzione Imperiale è la socializzazione (quindi amore e comunicazione) con bambini al di fuori della stretta cerchia di amici, parenti e vicini.


    #76892

    azzurra
    Bloccato

    Tu colpisci sempre là Pyeiel, nel cuore..
    la nostra vergogna e il nostro senso di colpa più grande sta proprio nell'aver dato vita ad esseri consapevoli e cercare in ogni modo di renderli schiavi di qualcosa che non ci appartiene, se nn nel nostro profondo oscuro essere…
    è il controsenso x eccellenza..
    stiamo lottando con ogni forza per emergere dalla melma che abbiamo nella testa e allo stesso tempo contribuiamo a crearla, cosci del fatto che debba esserci una fine…e un ritorno a quella fonte essenziale che è la Vita.
    in ogni nostro dolore affiora un pianto, una liberazione, un passo avanti verso la Liberazione, siamo raggi diluce in cammino verso la Fonte.
    ad ogni azione nell'universo ne corrisponde sempre una uguale e contraria, ogni piano è distinto dall'altro da più gradini, ed ognuno di questi contribuisce ad un'evoluzione .
    gli esseri che si stanno incarnando in questo pianeta non sono bambini, ma anime molto antiche,portano in sè la Conoscenza, la Saggezza, l'Amore.
    sono consci del dolore, conoscono perfettamente l'essere umano, perchè sono stati qui prima di noi, c'è una profonda compassione nei loro occhi, sono qui proprio x risvegliare le nostre menti logorate dall'oscurità sovrana e dall'inconsapelezza che ci ha fatto da culla per lungo tempo.
    sono le nostre guide, se solo avremo il coraggio di guardarle aprendo il nostro cuore.


    #76893

    Pyriel
    Bloccato

    Si, aprite il cuore.


    #76894
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1224939868=Richard]
    Esatto, la principale e profonda programmazione, la piu comune, è quella che avviene sui giovani fin da piccoli, dalla societa in cui si trovano, perchè in particolare entro i primi 6-7 anni, il cervello lavora su frequenze basse e sono praticamente dei registratori viventi.

    Poi ci sono altre tecniche in età piu avanzata, basate ad esempio sulla tortura e nonostante questo ci si puo liberare..:

    https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.207
    [/quote1224939868]

    Rich, ma è da brivido….è un film…..


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #76895
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1224940032=Pyriel]
    Si, aprite il cuore.
    [/quote1224940032]

    Si, ma stiamo sempre dentro in questo indescrivibile sistema….


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #76896
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1224941072=farfalla5]
    [quote1224939868=Richard]
    Esatto, la principale e profonda programmazione, la piu comune, è quella che avviene sui giovani fin da piccoli, dalla societa in cui si trovano, perchè in particolare entro i primi 6-7 anni, il cervello lavora su frequenze basse e sono praticamente dei registratori viventi.

    Poi ci sono altre tecniche in età piu avanzata, basate ad esempio sulla tortura e nonostante questo ci si puo liberare..:

    https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.207
    [/quote1224939868]

    Rich, ma è da brivido….è un film…..
    [/quote1224941072]
    infatti sembra che diverrà un film-denuncia..


    #76897
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    Concordo anche io. Ed il bello è che a volte lo si ammette CANDIDAMENTE che la scuola è la palestra della società, il luogo in cui vengono “militarizzati” le giovani leve della società.
    I Pink Floyd denunciarono la cosa a modo loro ricordate? Non sono stati gli unici ma di sicuro ebbero un eco notevole con il loro film e con la loro canzone “Another brick in the wall” ma in fondo era solo una canzone… o no?
    Però mi sento di dire qualcosa. Se è vero che nella “massa” è proprio così, vorrei spezzare un piccola lancia a favore di quegli insegnanti (son pochi ma ci sono) che fanno di tutto pur di lasciare che i propri studenti pensano.
    Personalmente io mi sento “annichilito” dalla mia esperienza scolastica, ho incontrato insegnanti allucinanti, già anni fa ho dovuto vedere a ritroso queste mie esperienze e capire quanto di me sia andato perso. Blocchi che ancora oggi non riesco a superare.
    Poi mi è capitato di incontrare e frequentare insegnanti e, dopo le prime ritrosie, ho capito che alcuni di loro sono davvero illuminati, il cui lavoro non è propriamente quello di insegnare ma quello di lasciare che i ragazzi esprimano se stessi. In questo momento un pensiero d'affetto va ad un caro amico sempre preoccupato di questo suo ruolo che considera primario e dopo quello di insegnare Scienze.
    Ma la situazione globale è come la descrive Pyriel, le eccezioni son troppo poche ed anche loro sono “militarizzati” da questo sistema scolastico…

    [youtube=425,344]M_bvT-DGcWw


    #76900

    deg
    Partecipante

    Quoto tutto Pyriel. Proprio per questo ho smesso di lavorare quando ho avuto i miei figli. Per cercare di compensare la scuola e/o di spiegarla (non potevo fare la scuola io, non sapevo abbastanza bene la lingua italiana, e non sapevo nemmeno fosse una cosa possibile in questo paese).
    Infatti i miei figli si sono sempre sentiti un pò diversi dagli altri, ho dovuto aiutarli nel “passaggio”. Ora mia figlia ne è uscita fuori, nel senso che adesso mi ringrazia per averle mantenuta la testa “fuori dall'acqua”.

    Quoto anche Gius: alcuni insegnanti ce la mettono tutta, abbiamo avuto la fortuna di incontrarne un paio nella scuola pubblica!


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 82 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.