quale legge elettorale?

Home Forum L’AGORÀ quale legge elettorale?

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  paolodegregorio 4 anni, 10 mesi fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #144399

    paolodegregorio
    Partecipante

    – quale legge elettorale? –
    di Paolo De Gregorio, 25 gennaio 2014

    Cosiddetti esperti, professori, “tecnici”, ci propinano complicatissime e incomprensibili formule di leggi elettorali, che non tengono però conto di un fattore essenziale, che debbano essere comprese dal “popolo sovrano” a cui dovrebbe spettare l’ultima parola in una tornata referendaria per decidere quale delle varie ipotesi di legge elettorale in campo si preferisca.
    La cosa che a me sembra più onesta è un proporzionale puro, con le preferenze, se nessuno ottiene la maggioranza assoluta i primi due partiti, dopo 15 giorni, vanno al ballottaggio e chi ottiene più voti ha un premio di maggioranza sino al 53% dei voti dell’assemblea.
    In un contesto come quello configurato nelle ultime elezioni politiche in Italia, con i tre maggiori partiti intorno al 25% di voti, per avere la governabilità è essenziale un secondo turno elettorale.

    Per funzionare ci vorrebbero due regole nuove, che mi sembra capire che al popolo italiano andrebbero bene, che sono la scomparsa dei piccoli partiti attraverso una soglia di sbarramento dell’8%, e il divieto di fare coalizioni, che, sia con Prodi che con Berlusconi, sono sempre fallite, creando paralisi amministrativa e ingovernabilità.
    Al potere deve andare un solo partito, con la maggioranza assoluta e dimostrare quello che sa fare con la propria identità e strategia, senza poter avere alibi e senza scaricare su altri la responsabilità del malgoverno.

    Non so se è costituzionale impedire le coalizioni, ma davanti alla paralisi politica degli ultimi 20 anni proprio dovuta alla instabilità e alla disomogeneità, alle ambizioni di potere dei vari leader, caratteristica delle varie alleanze che si sono succedute, fino all’ultima tra Pd e Pdl esplosa nel ridicolo, buon senso vorrebbe che si trovasse una strada per abolirle chiedendo il consenso dei cittadini.
    Paolo De Gregorio


    #144400
    Siberian Khatru
    Siberian Khatru
    Partecipante

    Concordo.
    Tanto loro, i partiti, non sono in grado di farla perche' ogniuno tira acqua al suo mulino e non ne escono.Quindi ci vorrebbe una consultazione popolare e sta sicuro che i cittadini sceglierebbero il meglio e se anche non fosse il meglio nessuno si lamenterebbe perche' scelta dal popolo.. ma sai per fare scegliere ai cittadini ci vorrebbe una democrazia cosa che non abbiamo !!
    Quindi si chiudono nelle stanze e decidono la cosa migliore per loro e non per noi.
    Io sono fiducioso che non ce la possono fare perche' qualunque legge elettorale fanno ci sta il fattore X che non possono controllare Giordano Bruno disse una cosa
    Non so quando, ma so che in tanti siamo venuti in questo secolo per sviluppare arti e scienze, porre i semi della nuova cultura che fiorirà, inattesa, improvvisa, proprio quando il potere si illuderà di avere vinto


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.