Quando muore il nemico..

Home Forum SPIRITO Quando muore il nemico..

Questo argomento contiene 34 risposte, ha 12 partecipanti, ed è stato aggiornato da sphinx sphinx 6 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 35 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #48057
    sphinx
    sphinx
    Partecipante

    E' morto Gheddafi..a Sirte..lo hanno ucciso.
    Un colpo alla testa. Per anni ho visto la sua faccia nei telegiornali, per anni ho sentito le sue farneticazioni, le sue incongruenze, i suoi capricci,le sue trattative da mercato mediorientale. Ho assistito al deformarsi dei suoi lineamenti col pasare degli anni,fino a diventare una maschera di ferocia grottesca.
    Un uomo protetto,manovrato e che manovrava a suo capriccio,forte di una forza non sua. Rotella di un ingranaggio diabolico e autodistruttivo in via di disfacimento.
    E' morto e aspetto di sentire in me un sollievo che non arriva.
    Non provo soddisfazione quando muore il nemico, non la provo quando è stato ucciso,comunque, un essere umano..
    e mi sento triste…e un pò svuotata…come se fosse morta anche una parte di me. Come se anche una parte di me avesse il viso affondato nella polvere,come se anch'io avessi un buco in testa..

    :cor:


    #48058
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Anche a me questa notizia non ha portato gioia…
    Forse vorrei capirci di più, vorrei sapere di più…sono convinta che siamo manipolati su tutto. Di conseguenza anche su questo.


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #48059
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Il destino è: “Come seminate, così raccoglierete” (Galati 6:7). E il simile genera il simile. E la prima legge della natura, che è la manifestazione materiale della legge spirituale in un mondo fisico, è l’autoriproduzione—che significa che cerca l’autoconservazione e l’attività della stessa legge che portò in esistenza il pensiero dell’uomo (o lo spirito dell’uomo)—compagnia…
    Quindi ciò che è cosmico—o destino o karma—dipende da ciò che l’anima ha fatto con ciò di cui è diventata consapevole. 267-7
    Ogni anima paga per i propri difetti, non per quelli di qualcun altro. 1056-2
    http://www.edgarcayce.it/media/karmaespiazione.htm


    #48061
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    io sono comunque convinto che un uomo non ha il diritto di uccidere un altro uomo qualsiasi sia la ragione


    #48062

    sephir
    Partecipante

    Se penso che sono uomini altrettanto limitati se non più di chi viene ucciso per “giustizia” ( di chi, per chi?) allora mi rivolto…
    se penso che sono uomini limitati che inconsapevolmente e momentaneamente giocano il ruolo che nel gioco cosmico della vita gli è stato dato (si sono dati) nei riguardi di una particolare anima, allora quel che ha postato richard spiega bene…
    chi vive e chi muore non importa mi sa… importa perchè sei arrivato li, quanto hai capito di questo e quello e delle conseguenze che crei/subisci… gli altri diventano strumenti per l'universo e quindi per te, e tu sei strumento per gli altri…

    abolirei comunque la pena di morte e creerei assemblee di saggi fra tutti, che proteggano anime confuse dalla loro stessa confusione, che le curino e gli diano nuove possibilità… cosicche non possano più nuocere.
    utopia


    #48060
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    [color=#0033ff]QUELLO CHE IN TV NON TI DICONO SULLA LIBIA[/color]

    http://vimeo.com/30324890 :legg:

    mi vergogno di essere italiano.


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #48063
    sphinx
    sphinx
    Partecipante

    [quote1319176051=brig.zero]
    mi vergogno di essere italiano.
    [/quote1319176051]

    Non che a essere di qualunque altro posto ci sia da andar fieri.
    Ritengo più appropriata una vergogna ad appartenere al genere umano.
    Ma forse, nemmeno questo è giusto. E' successo e sta succedendo esattamente ciò che doveva. E noi,esseri umani, esseri divini,stiamo facendo la nostra parte…e ultimamente la stiamo facendo bene.
    Ho molta,moltissima fiducia in noi,come non ne ho mai avuta prima.
    La “Primavera” a cui stiamo assistendo,questa Primavera così satura di sangue e di incertezze,porterà i suoi frutti.

    Verrà l'Estate..deve venire. Mangeremo i suoi frutti sotto alberi frondosi e non avremo voglia di parlare del passato e saranno finiti i tempi delle accuse e dei rimorsi, perchè non ce ne sarà più bisogno. Sara' tempo di cantare e di ridere, sarà tempo dove nel ventre delle donne ci sarà posto solo per la gioia.
    Io ci credo.

    :cor:


    #48064
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    Ieri sera sono stato colto da un tremendo dubbio.
    Ieri sera ho, credo per la prima volta, avuta la percezione che noi occidentali siamo dei veri e propri assassini.
    Il paragone è forte e vuole essere solo un esempio, non prendetemi letteralmente.
    Sarei curioso di capire cosa pensava l'uomo comune della strada in Germania negli anni 20-30.
    I mezzi di informazione erano molto più limitati di adesso ma la propaganda marciava ugualmente.
    E, dicevo, chissà cosa pensava il tedesco comune del resto del mondo.
    Era convinto di essere di una razza superiore?
    Era convinto di essere nel giusto?
    Pensava, forse, che il nazismo fosse il miglior strumento per far progredire l'uomo?
    So solo che il tedesco comune dell'epoca ha pagato caro il prezzo di questa arroganza, che fosse a favore o contro il nazismo non ha fatto differenza.
    Ad un certo punto ha visto scendere dal cielo un sacco di tonnellate di ferro ed esplosivi è tanto è andato perduto.
    E io, mi chiedevo ieri, io da che parte sto ora?
    Sono un nuovo nazista? Sono il nazista del 21° secolo?
    Come ci percepiscono afgani, iracheni e adesso libici? (ma la lista potrebbe essere ancora più lunga).
    Se con gli afgani un briciolo di scusa l'avevamo, se con gli iracheni l'avevamo a stento ora ai libici che gli diciamo?
    E' davvero possibile che nel 2011 si “aggrediscano” stati sovrani per imporci?
    Davvero ieri sera ho avuto paura.
    Ho avuto paura che nei libri di storia, nel futuro, saremo additati, noi uomini e donne occidentali, come i nazisti atto secondo.


    #48067
    sphinx
    sphinx
    Partecipante

    Gius,quando dici che noi occidentali siamo dei veri e propri assassini, ho voglia invece di prenderti alla lettera. Perché è esattamente quello che siamo. Ma sia chiaro: non lo siamo solo noi. Sarei felice se fosse così; sarebbe già qualcosa.
    Ti chiedi da che parte stare? E da che parte vuoi stare? Nell’unica parte dove un essere umano degno di essere definito così può stare. Si sta dalla parte della Giustizia che non deve mai essere sopraffazione. Si sta dalla parte di tutti, perche’ tutti noi abbiamo bisogno esattamente delle stesse cose: un benessere equo che ci consenta di avere il tempo di ragionare, pace e serenità che ci consenta di crescere i nostri figli, accoglienza e supporto per i deboli. Difficile? No, facilissimo. E’ sufficiente amare il proprio prossimo.
    Nessuno lo sta facendo attualmente. Siamo vittime e carnefici a turno. Non mi vergogno di essere italiana o europea. Mi vergogno di non riuscire ad amare il mio prossimo per come dovrei fare. E se io non lo so fare, è inutile che punto il dito accusatorio contro i politici. Perché loro..siamo noi.


    #48065

    Spiderman
    Partecipante

    La Libia di Gheddafi:
    -Indennità di disoccupazione: 730$ mensili
    (in Libia la vita costa 1/3 rispetto a qui)
    Pil pro-capite: 14.192$ – DEBITO/PIL: 33%
    (secondo il sito della CIA al 2010 è il paese meno indebitato al mondo)
    https://www.cia.gov/library/publications/the-world-factbook/rankorder/2186ran…
    -Ogni membro di una famiglia riceve dallo Stato 1000$ annuali
    -Per ogni nuovo nato lo Stato dona alla famiglia 7000$
    -Gli sposi ricevono 64.000$ per l’acquisto di una casa
    -Istruzione ed università all’estero a carico dello Stato
    -Prezzi simbolici dei prodotti alimentari base per le famiglie numerose
    -Erogazione gratuita di prodotti medicinali e farmaceutici
    -1 litro di benzina costa 0,14$ dunque è più economica dell’acqua
    -Energia elettrica gratuita
    -All’apertura di un’attività personale si riceve un finanziamento statale di 20.000$
    -Per l’acquisto di una vettura il 50% è versato dallo Stato
    -Prestiti per l’acquisto di un auto o di una casa senza alcun interesse

    http://fulviogrimaldi.blogspot.com/2011/08/terrorismo-nel-10-anniversario-dell11.html


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 35 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.