Reincarnazione e guerre

Home Forum SPIRITO Reincarnazione e guerre

Questo argomento contiene 17 risposte, ha 12 partecipanti, ed è stato aggiornato da giusparsifal giusparsifal 8 anni, 7 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 18 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #45041
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    L'argomento “Reincarnazione” è stato toccato più volte nel forum.
    Al di là di qualsiasi speculazione intellettuale (posto che si possa farne) mi è venuto un dubbio.
    Premesso che io “propendo” nel “credere” nella reincarnazione (specialmente dopo la lettura di “Il destino come scelta” dove viene posta quasi come condizione affinché la “Vita” abbia davvero un senso, analisi che condivido) ma anche che non sono certo un esperto dell'argomento, mi chiedevo come fosse possibile che con tutte le guerre che ci sono dalla notte dei tempi, ma mi basterebbe pensare anche a quelle degli ultimi 150 anni circa, possano ancora incarnarsi anime propense alla guerra.
    Vero è che noi dimentichiamo alla nascita, ma possibile che con tutte le morti che ci son state non si riesca a debellare quello che è il vero e proprio cancro dell'umanità?
    So che la domanda può apparire ingenua, ma vi prego di vederla da un punto di vista più “spirituale” che “materiale”.


    #45043
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    su questo pianeta almeno fino ad ora probabilmente si incarnano anime che devono superare questa lezione, altre si reincarnano probabilmente per aiutare le meno evolute a superare la lezione, altrimenti potrebbero stare in un pianeta che non permette questa lezione e che permette lezioni superiori
    Penso che la scuola dell'universo abbia vari livelli e il livello in cui si trova la Terra serve a questo tipo di lezioni molto dure

    “In esperimenti scientifici soppressi, come il Philadelphia Experiment, quando spingete i fotoni in un dato oggetto, oltre il “punto di soglia” della velocità della luce, l’oggetto SPARISCE. Si sposta in quarta densità, che noi NON POSSIAMO VEDERE in terza densità e diviene ELETTRICAMENTE INCOMPATIBILE con noi.”
    http://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.231

    http://www.edgarcayce.it/media/reincarnazione.htm

    http://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.1316

    D- E’ stato dato tramite questa fonte che l’entità Edgar Cayce andò nel sistema di Arcturus e quindi ritornò sulla terra. Questo indica un passo comune oppure insolito nell’evoluzione dell’ anima?
    R- Come indicato o come è stato indicato in altre fonti al di fuori di questa per quanto riguarda questo stesso problema, Arcturus è ciò che può essere chiamato il centro di questo universo, attraverso il quale gli individui passano e nel cui periodo arriva la scelta dell’individuo se deve ritornare per completarsi là—cioè, in questo sistema planetario, il nostro sole, il sole della terra e il suo sistema planetario, o andare oltre verso altri. 5749-14

    [youtube=425,344]fXd-CstWowE
    “1:45 Il centro del nostro sole è un ” buco nero” , inizio la presentazione ma ok (risate) vado avanti alle conclusioni ed ecco cosa ho concluso e per questo mi hanno cacciato dalle conferenze, (risate), invece di dire che il centro delle galassie è un buco nero ho detto che ogni sole è un buco nero, ogni pianeta, atomi,tutto, il livello di energia di un pianeta , ogni pianeta gassoso nel sistema solare, tutti producono dal 70 all'80% in piu di energia che arriva dal sole e nella fisica corrente non si spiega, deve esserci una produzione interna di energia che produce dinamiche e credo sia un buco nero,”…

    Parlando del Sole, lui affermava che era un foro, un buco nella cupola superiore che separava il regno di Dio dall’ universo creato, attraverso il quale si manifestava il grande fuoco o Grande Spirito sconosciuto, come Luce del nostro universo, inteso come un’immensa duplice cupola entro la quale riflettendosi, essa poteva dare origine a quel Ritmo Creativo che avrebbe determinato la formazione del nostro Sistema Solare.
    Non era facile capire Gigi.
    http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.980

    e' un viaggio continuo


    #45044
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Gius hai presente quando sbagliamo nelle vita, sperimentiamo qualcosa di doloroso e diciamo che mai più mai più ripeteremo lo stesso sbaglio…passa il tempo….il dolore è svanito e noi ripetiamo di nuovo lo stesso sbaglio…
    non so, credo che questa sia la causa principale di questo ciclo che si ripete ogni volta che tocchiamo l'argomento…


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #45042

    Erre Esse
    Partecipante

    Il punto – secondo il mio umile parere – è che si è abituati a pensare alla reincarnazione seguendo l'illusione temporale dello stato di veglia, ovvero tenendo presente il passato e il futuro come li esperiscono le nostre menti.
    Ma questo ho l'impressione sia un errore: infatti le “anime” (scrivo così per farmi intendere) non si limitano a veleggiare dal passato al futuro, ma possono anche andare dal futuro al passato e – ritengo – sdoppiarsi, triplicarsi in più corpi.


    #45045

    patrizia.pr
    Partecipante

    [quote1253541551=Erre Esse]
    Il punto – secondo il mio umile parere – è che si è abituati a pensare alla reincarnazione seguendo l'illusione temporale dello stato di veglia, ovvero tenendo presente il passato e il futuro come li esperiscono le nostre menti.
    Ma questo ho l'impressione sia un errore: infatti le “anime” (scrivo così per farmi intendere) non si limitano a veleggiare dal passato al futuro, ma possono anche andare dal futuro al passato e – ritengo – sdoppiarsi, triplicarsi in più corpi.
    [/quote1253541551]

    Eh si anch'io la penso così, forse viviamo in diverse dimensioni contemporaneamente e per cui una parte di me sta guerreggiando di quà e l'altra di là… in una dimensione più elevata sono un Maestro o una sacerdotessa o una bimba cristallo, in un'altra predico la pace, in questa predico le energie rinnovabili.
    Pian piano si eleveranno tutte le dimensioni di ognuno e non ci sarà più la guerra, l'omocidio, la malvagità, l'avidità, il petrolio, le armi ecc. ecc.
    :ummmmm:
    Troppo semplicistico? Mah chissà la verità dove stà!!


    #45046
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    credo che la guerra sia causata dall'ignoranza interiore sul fatto che siamo tutti parte di un unico Organismo ed evidentemente non e' facile apprenderlo profondamente
    il tempo e' relativo, per noi millenni, per l'Universo un attimo


    #45047

    sephir
    Partecipante

    Gius, un giorno ho pensato che la reincarnazione per prima cosa implica una grossa responsabilità: nell'arco di millenni noi stessi (poi bisogna vedere come ogni religione interpreta il passaggio di cosa e di chi da una vita all'altra, ma presupponiamo che si parli di un passaggio di entità personali contrariamente a ciò che potrebbe dire parte del buddhismo e similmente all'altra parte buddhista personalista che sono i “pudgalavàdin”) attraverso le sembianze e le strutture mentali acquisite (perr scelta?) abbiamo creato il mondo circostante!

    é come se in una vita noi ricapitolassimo la nostra molto più lunga esistenza millenaria…e forse, mi dico, così si può spiegare come mai ci troviamo ancora in guerra…se ognuno di noi (tutti i miliardi esistenti, facciamo al di sopra dei 13 anni, giusto per non toglere speranza a nessuno) guarda a se stesso e agli accadimenti della propria vita, a come li gestisce (rabbia, rancore, amore odio felicità, egoismo avidità, avarizia etc etc)… probabilmente avremmo idea di quanto siamo cresciuti in secoli e secoli di errori commessi, errori che hanno assieme creato in concerto con gli altri esseri, esattamente i lmondo che ci ritroviamo di nuovo a vivere…

    se è vero che creiamo il mondo con i pensieri, bè, abbiamo accumulato millenni di pensieri! Così ci risvegliamo ogni volta in mezzo alla nostra stessa costruzione, come di re: “rieccoci, diamoci da fare e speriamo bene di riuscire ad aggistare il percorso lasciato!”

    Dato che poi dimentichiamo, veniamo immediatamente inondati della stassa creazione che avevamo lasciato poco tempo prima…dunque la liberazione starebbe piano piano nel nascere rendendosi sempre più conto di ciò che creiamo e abbiamo creato… forse non so

    abbiamo tutta la responsabilità di cio che è, come se ognuno di noi fosse stato sia un nerone che un gandhi…

    in fondo è un pò come pensare di essere egoista oggi, poi dormire e sperare di svegliarmi un pò meno egoista domani! se la nostra coscenza è connessa saremo fortunati e potremo durante la “notte” iniziare a trovare il modo di scardinare un meccanismo…


    #45048

    Tilopa
    Partecipante

    [quote1253566386=Erre Esse]
    Il punto – secondo il mio umile parere – è che si è abituati a pensare alla reincarnazione seguendo l'illusione temporale dello stato di veglia, ovvero tenendo presente il passato e il futuro come li esperiscono le nostre menti.
    Ma questo ho l'impressione sia un errore: infatti le “anime” (scrivo così per farmi intendere) non si limitano a veleggiare dal passato al futuro, ma possono anche andare dal futuro al passato e – ritengo – sdoppiarsi, triplicarsi in più corpi.[/quote1253566386]
    Concordo; in questo risiede la difficoltà di queste ricerche, e questo ne determina anche il fascino e il valore.
    Provare a valutare la realtà da una dimensione (spaziale e temporale) “altra” è la sfida; le regole cambiano, la morale cambia, la sofferenza può diventare un'opportunità, la morte e la vita dei ponti, l'errore il sipario di molteplici sfide.
    E come dici tu, non è detto che “l'anima” non sia una sola, che sperimenta simultaneamente ogni possibile esperienza in un tempo che noi non siamo in grado di concepire… Forse le nostre vite presenti, passate e future fanno parte di questo Tempo.


    #45049
    Quantico
    Quantico
    Partecipante

    [quote1253567665=giusparsifal]
    mi chiedevo come fosse possibile che con tutte le guerre che ci sono…………………….. …………possano ancora incarnarsi anime propense alla guerra.
    Vero è che noi dimentichiamo alla nascita, …………………..non si riesca a debellare quello che è il vero e proprio cancro dell'umanità?
    ………………………………..
    [/quote1253567665]

    Hai detto una cosa giustissima, noi dimentichiamo alla nascita, per questo siamo facili prede.
    Il male risiede su questa terra dalla notte dei tempi la mente dell'uomo è di facile offuscamento, la confusione creata in lui lo riduce all'essenza che fù un tempo, dove l'istinto gli imponeva la sopravvivenza.


    #45050

    ezechiele
    Partecipante

    credo che la risposta odierna al male “guerra” ad oggi sia data nel mondo dalla cosiddetta “comunità finanziaria” ….

    cosa ha fatto l'uomo? (astuto!) … ha pensato: “la gente si scoccia di vedere gente monca e deforme per le percosse” …..

    andiamo a picchiarli un po piu in la, cosi non ci vedono! (fra l'altro lo stesso sistema con cui puliscono le strade dagli “emarginati” durante parate e apparizioni varie dei nostri fantastici governanti) …. noi li deprediamo da bravi colonizzatori e alimentiamo il nostro sviluppo economico!

    facile, no??

    mi sembra semplicistica l'ipotesi secondo cui “il male risiederebbe su questa terra sin dalla notte dei tempi” … e, a dirla tutta, anche un tantino comoda. il male risiede in noi.

    perche mai la reincaranzione dovrebbe essere presupposto al senso della vita? non basta questa vita? non e' sufficente credere di aver lasciato questo cesso di mondo un pò meno cesso prima di aver tirato il gambino? abbiamo davvero bisogno di un seguito? e se fosse non potrebbe essere la discendenza? e perche mai la propria discendenza? il figlio di un mio fratello non e' anche lui un mio fratello? non dovevamo essere tutti uno?

    scusate la crudezza delle espressioni


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 18 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.