Religioni e spiritualismo…

Home Forum TEOLOGIA Religioni e spiritualismo…

Questo argomento contiene 10 risposte, ha 7 partecipanti, ed è stato aggiornato da InneresAuge InneresAuge 5 anni, 2 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 11 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #37420
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    Stavo ricercando informazioni sul “Buddismo Theravada”, e mi sono imbattuto in questo passo di wikipedia:

    Sri Lanka
    Dopo la conclusione del terzo concilio buddhista l'imperatore indiano Aśoka incaricò diversi monaci di andare ad insegnare il Dhamma del Buddha Shakyamuni in tutte le province dell'impero e anche oltre. Le cronache dello Sri Lanka riferiscono come il re singalese Devānaṃpiya Tissa avesse inviato una missione religiosa al sovrano indiano suo contemporaneo, cui furono offerti nell'occasione dei ricchi doni. Per ricambiare l'offerta l'imperatore Aśoka dette al monaco Mahinda, che era suo figlio, l'incarico di recarsi nell'isola di Taṃbapaṇṇi, ossia nello Sri Lanka, a capo di una delegazione imperiale ufficiale. Dopo la consegna dei doni, Mahinda espose al re Devānaṃpiya Tissa la dottrina del Buddha, predicazione che ottenne l'effetto di convertire al buddhismo tanto il re quanto la sua corte, e in seguito tutto il suo popolo
    http://it.wikipedia.org/wiki/Buddhismo_Theravada

    Non vi sembra familiare il primo rigo? Sembra pari pari quello che successe a Roma con il Cristianesimo.
    …e allora più di un dubbio mi sorge spontaneo sulla bontà di qualsiasi religione o spiritualismo: che serva a farci vivere meglio e renderci più docili per il potere che attraverso di esse si perpetua?

    Secondo certi studi, a prescindere della religione o delle preghiere, chi ha fede vive meglio (e forse fa vivere meglio anche gli altri?…). A volte penso che la fede sia qualcosa di necessario per molti esseri umani, anche se fosse fondamentalmente inconcludente, per non avere bisogno di supporti ben più pericolosi come quelli chimici…


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #37421
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Concordo con la tua riflessione ma c'è anche il rovescio della medaglia… Molti vengono fottuti proprio attraverso le credenze religiose.

    Credenze che hanno rovinato il messaggi di cui sopra… E' sempre l'uomo che rovina tutto.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #37422
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Effettivamente strana questa frase…e la tua riflessione potrebbe essere giusta. Resta il fatto che tutti questi sono prodotti umani e tendono a essere personalizzati. Comunque sia, anche le religioni servono a chi si incammina sul sentiero della ricerca, le dottrine sono un po' come i segni stradali.


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #37423
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    [quote1365543190=pasgal]
    Concordo con la tua riflessione ma c'è anche il rovescio della medaglia… Molti vengono fottuti proprio attraverso le credenze religiose.

    Credenze che hanno rovinato il messaggi di cui sopra… E' sempre l'uomo che rovina tutto.
    [/quote1365543190]

    Vero… ma io conosco solo l'uomo che ne parla, non ciò di cui parla, direttamente.
    Mi ha colpito il passaggio politico… e i continui rimaneggiamenti che fa l'uomo,persino con una “dottrina(?)/filosofia” così antica (che avevo ricercato pensando fosse quasi intatta).
    Addirittura, se non ho capito male, i mantra sono nati successivamente.

    [quote1365543193=farfalla5]
    Effettivamente strana questa frase…e la tua riflessione potrebbe essere giusta. Resta il fatto che tutti questi sono prodotti umani e tendono a essere personalizzati. Comunque sia, anche le religioni servono a chi si incammina sul sentiero della ricerca, le dottrine sono un po' come i segni stradali.
    [/quote1365543193]

    Già… ma se non ci portano da nessuna parte?

    Rimango sempre stupito quando vedo che non tutti sentiamo questa “ricerca”:


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #37424
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    Poi se la vogliamo buttare in goliardia… 😀

    Lui ha, occhio(?).


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #37425
    InneresAuge
    InneresAuge
    Partecipante

    [size=22]Una visione dell'Inferno.

    Athet Pyan Shintaw Paul, un ex-monaco buddista del Myanmar (Burma), racconta come nel 1998 resuscitò dai morti mentre si svolgeva il suo funerale, dopo tre giorni, tornando dall'Inferno.
    Convertitosi a Cristo cominciò subito ad avvertire tutti che se continuavano ad adorare Buddha e altri dei sarebbero finiti all'Inferno, proclamando che solo Gesù è il vero Dio.
    Ecco le sue parole:
    «Mi chiamo Athet Pyan Shintaw Paulu, sono nato nel 1958 in Bogale nel Irrawaddy Delta, Myanmar del Sud (Burma).
    Quando raggiunsi i 18 anni, i miei genitori Buddisti mi mandarono come novizio in un monastero.
    A 19 anni, diventai un monaco, entrando nel monastero di Mandalay Kyaikasan Kyaing, dove fui istruito da U Zadila Kyar Ni Kan Sayadaw, probabilmente il più famoso insegnante buddista del tempo, che è morto in un incidente stradale nel 1983.
    Quando entrai nel monastero mi fu dato un nome nuovo: U Nata Pannita Ashinthuriya.
    Cercai di sacrificare i miei propri pensieri e desideri egoistici, persino quando le zanzare si posavano sul mio braccio, io invece di cacciarle via gli permettevo di morsicarmi.
    Mi ammalai molto gravemente, e i medici diagnosticarono una combinazione di Malaria e Febbre Gialla.
    Dopo un mese in ospedale, essi mi dissero che non potevano fare altro per me, e mi dimisero dall'ospedale in modo che potessi prepararmi per la morte.
    Di ritorno al monastero, io diventai sempre più debole, e alla fine persi i sensi.
    Scoprii, più tardi, che ero morto, il mio corpo cominciò ad imputridirsi e odorava di morte, il mio cuore aveva cessato di battere.
    Così il mio corpo fu fatto passare attraverso i riti di purificazione del Buddismo.
    Ma il mio spirito era completamente sveglio e mi trovai in una potente tempesta che faceva volare via tutto.
    Non un singolo albero, niente rimase in piedi e mi trovai in una pianura vuota.
    Mi misi in cammino, attraversai un fiume, e vidi un terribile lago di fuoco. Ero confuso, perché il Buddismo non conosce una tale cosa.
    Io non sapevo che fosse l'Inferno fino a che non incontrai Yama, il Re dell'Inferno.
    La sua faccia era quella di un leone, i suoi piedi erano come serpenti, ed egli aveva molte corna sulla sua testa.
    Quando chiesi il suo nome, egli disse: “Io sono il Re dell'Inferno, il Distruttore”.

    Poi vidi gli abiti color zafferano dei monaci del Myanmar nel fuoco, guardando più da vicino, vidi la testa rasata di U Zadila Kyar Ni Kan Sayadaw, il mio ex maestro.
    “Perché lui è nel lago di fuoco?”, domandai. “Egli era un insegnante molto bravo; la sua audio cassetta “Sei un essere umano o un cane?”, ha aiutato migliaia di persone a riconoscere che essi valgono più di un animale!”.
    “Si, era un bravo insegnante”, disse Yama, “ma lui non ha creduto in Gesù Cristo. Ecco perché è all'Inferno!”
    Mi fu poi mostrato un altro uomo, con dei capelli lunghi legati in un gomitolo sulla parte sinistra della sua testa.
    Egli indossava anche un abito, e quando domandai chi egli fosse, mi fu detto: “E' Gautama (Buddha), che voi adorate”.
    Fui sconvolto. Buddha all'Inferno, con tutta la sua etica e tutto il suo carattere morale?
    “Non è importante quanto egli fosse buono. Egli non ha creduto nell'Eterno Dio, e perciò è all'Inferno”, rispose il Re dell'Inferno.

    Lì vidi anche Aung San, il famoso capo rivoluzionario: “Egli è qui perché perseguitò e uccise i Cristiani, ma principalmente perché egli non ha creduto in Gesù Cristo”, mi fu detto.
    Un altro uomo, molto alto, indossava un'armatura e portava una spada e uno scudo. Egli aveva una ferita sulla sua fronte.
    Era più grosso di chiunque altro io potessi vedere, era alto circa 2,5 metri.
    Il Re dell'Inferno mi disse: “Costui è Goliath, ed è all'Inferno perché ha schernito Dio e il suo servo Davide”.
    Io non avevo mai sentito parlare ne di Goliath e ne di Davide.
    Allora un altro Re dell'Inferno si avvicinò a me e mi domandò: “Stai andando anche tu nel lago di fuoco?”.
    “No”, dissi, “io sono qui solo per guardare”.
    “Hai ragione”, mi disse la creatura, “tu sei venuto solo per guardare. Io non riesco a trovare il tuo nome. Tu dovrai tornare la da dove sei venuto”.
    Sulla strada di ritorno, io vidi due vie: una larga e una stretta.
    Presi la via stretta, che seguii per circa un'ora, e mentre la percorrevo diventava di puro oro. Potevo vedere perfettamente la mia propria immagine riflessa!

    Lungo il cammino incontrai un uomo di nome Pietro, che mi disse: “Ora torna indietro per dire alle persone che adorano Buddha e altri dei che essi finiranno all'Inferno se non cambiano. Essi devono credere in Gesù”.
    Egli poi mi diede un nome nuovo: Athet Pyan Shintaw Paulu, che significa: Paolo, che ritornò in vita.
    La cosa successiva che sentii fu mia madre che gridava: “Figlio mio, perché ci lasci ora?”.
    Io compresi che giacevo in una bara. Quando mi spostai, i miei genitori gridarono: “E' vivo!”, gli altri che erano attorno non credettero loro, ma quando mi videro, furono terrorizzati dalla paura e cominciarono a gridare: “E' un fantasma!”.
    Notai che stavo seduto in mezzo a tre coppe ed ero impregnato di un liquido odoroso, che avevano cosparso sul mio corpo mentre giacevo nella bara. Mi fu detto che stavano per cremarmi.
    Quando un monaco muore, il suo nome, la sua età, e il numero degli anni del suo servizio da monaco sono incisi nella bara.
    Io ero gia stato iscritto come morto, i miei numeri erano stati già scritti, ma come voi potete vedere, io sono vivo!».

    Mi sono imbattuto in questa “storia”… ovviamente, come al solito in rete, poco documentata.
    Mi chiedo la psicologia e il significato, dal loro punto di vista, del credere in un “profeta”. Così, tout-court… Non ne capisco ormai il senso… è come dire: credi in “Salvatore Francesco Rossi”? Sai ha fatto queste cose, etc.etc.
    Cosa dovrei credere se non ci ho mai parlato? Il non sense… perpetuato a milioni di persone. O forse lui parla a pochi eletti e fortunati? Allora comprenderei la mia alienazione da un tale discorso…(per qualche motivo mi/ci ha esclusi e quindi niente da fare).


    Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
    - Franco Battiato

    #37426
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Grazie Inneres, concordo con la tua riflessione… per quanto concerne me… il paradiso e l'inferno non esiste, o meglio esiste fino a quando siamo vivi.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #37427

    Erre Esse
    Partecipante

    Le religioni hanno origine da qualcosa di non umano e poi vengono rovinate dall'umano.


    #37428
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    .. vai oltre la tua religione, l'indottrinamento … e trova il Dio, che è il Dio dell'Universo ..


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

    #37429
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    D- Quale versione attuale, stampata della Bibbia si avvicina di più al significato vero del Nuovo e del Vecchio Testamento ?
    R- La versione più vicina al vero per l’entità è che applichi qualsiasi versione tu legga, nella tua vita. Non è che impari da qualcun altro. Puoi avere solo la direzione. L’apprendimento, l’insegnamento è dentro di te. Perché dove ha Egli promesso di incontrarti ? Nel tempio ! Dove è il tempio ? Dove è il cielo sulla terra ? Dentro di te ! …
    Ci sono state molte versioni di ciò che doveva essere scritto, ed è stato cambiato da tutte quelle versioni, ma ricorda che tutto il Vangelo di Gesù Cristo è: “Ama il Signore tuo Dio con tutta la mente, il cuore, il corpo, e il tuo vicino come te stesso.” Fa’ questo, e avrai la vita eterna. Il resto del libro è il tentativo di descrivere quello. E’ lo stesso in ogni lingua, in ogni versione. 2072-14
    http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.7531

    D- Nel canonizzare la Bibbia, perché è stata omessa la vita di Zan (Zend) ?
    R- Chiamato con altri nomi…La Bibbia è passata fra molte mani. Molti hanno cambiato ciò che stava scritto nei significati che si adattavano di più ai loro propri intenti, come voi stessi fate spesso. Ma se volete cogliere lo spirito di ciò che vi sta scritto potete trovare che vi condurrà alle porte del paradiso…Leggetela per essere saggi. Studiatela per comprendere. Vivetela per sapere che il Cristo cammina con voi. 262-60

    I misteri del vangelo di Cristo sono un mistero tanto grande quanto la vita stessa. 5149-1

    http://translate.google.it/translate?sl=en&tl=it&js=n&prev=_t&hl=it&ie=UTF-8&u=http%3A%2F%2Fthelightofascension.weebly.com%2F1%2Fpost%2F2012%2F03%2Fthe-hidden-truth-about-jesus-real-date-of-birth.html

    D- Quali passaggi in particolare dovrebbero essere letti nella Bibbia ?
    R- L’ammonimento di Mosè, la creazione dell’uomo nei primi tre capitoli, l’ammonimento di Giosuè, il primo Salmo, il secondo e il quarto Salmo, il 22esimo, 23esimo e 24esimo Salmo, il 91esimo Salmo, il 12esimo dei Romani, il 14esimo, 15esimo, 16esimo, 17esimo di Giovanni , il 13esimo dei secondi Corinzi (13esimi dei primi Corinzi ?) e il Libro dell’Apocalisse.

    D- Quali libri dovrei leggere per esternare il Divino che c’è in me ?
    R- ( Non vi è) nulla di più bello di ciò che si trova nelle Sacre Scritture, specialmente l’ultima parte della Genesi e il 14esimo, 15esimo, 16esimo, 17esimo capitolo in ciò che è documentato da Giovanni nel Vangelo, o quelli dal secondo Giovanni nelle sue lettere; il primo, secondo e terzo Giovanni. 505-4
    http://www.edgarcayce.it/media/quattrovangeli.htm

    Studia le scritture. Analizzale. Comincia con certe parti, come: Esodo 19:5. Poi studia in modo approfondito tutto l’Esodo 20, poi Deuteronomio 30. Poi fa’ del 23esimo Salmo lo schema della tua vita, e poi dei primo dieci versi del primo capitolo di Giovanni. E poi del 14esimo, 15esimo, 16esimo, 17esimo di Giovanni. E poi del 13esimo della Prima lettera ai Corinzi. 2969-2

    Per lo sviluppo generale negli attributi mentali o le forze spirituali nulla è migliore dei Salmi, Giovanni (specialmente il capitolo 14esimo, 15esimo, 16esimo e 17esimo) e le lettere di Giovanni—Giacomo. 275-30

    D- Si può dire che la storia della razza ebraica da Abramo a Gesù sia parallela allo sviluppo dell’embrione dal concepimento alla nascita ?
    R- Lo è piuttosto la storia dell’uomo da Noè ad Abramo; mentre quella da Abramo a Cristo sarebbe lo sviluppo mentale del corpo. Perché ciò che porta al Cristo è la mente. E lo sviluppo della mente può essere indicata da Abramo al Cristo. 281-63
    http://www.edgarcayce.it/media/bibbiaarticolo.htm

    La verità e la vita emanano solo da una fonte. L’uomo – la discendenza del Creatore – può confondere, disseminare o alterare la stessa tanto da fare una mezza verità sembrare una verità vivente.

    :medit:


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 11 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.