Riscaldamento Globale

Home Forum PIANETA TERRA Riscaldamento Globale

Questo argomento contiene 24 risposte, ha 7 partecipanti, ed è stato aggiornato da elerko elerko 10 anni, 2 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 25 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #73163
    elerko
    elerko
    Partecipante

    Mad World

    [youtube=425,344]jYFKFU7—M


    #73164

    sharon
    Partecipante

    Emozionante…


    #73166

    deg
    Partecipante

    [quote1216146726=elerko]
    Mad World

    [youtube=425,344]jYFKFU7—M
    [/quote1216146726]

    Bello Elerk!
    Un topic sul tema l'avevo già aperto! 😉
    http://www.altrogiornale.org/_/forum/forum_viewtopic.php?3934.0


    #73165
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Perché ci vuole sempre un tonico di tragedia per imparare????????


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #73167
    elerko
    elerko
    Partecipante

    [quote1216148385=m.degournay]

    Bello Elerk!
    Un topic sul tema l'avevo già aperto! 😉
    http://www.altrogiornale.org/_/forum/forum_viewtopic.php?3934.0
    [/quote1216148385]

    Si hai ragione scusate tutti. :mah:

    ma ne sono accorto tardi!


    #73168
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    “Abbiamo scoperto che la luminosità è cambiata di un enorme 30 per cento in poco meno di otto ore”, ha detto Jacqueline Radigan, autore di un articolo che presentato questa settimana alla conferenza Estrema Solar Systems II a Jackson Hole, Wyoming e pubblicata anche sull'Astrophysical Journal.
    “La migliore spiegazione è che le zone più luminose e più scure della sua atmosfera stanno arrivando nella nostra vista mentre la nana bruna gira sul suo asse”, ha detto Radigan.
    “Potrebbe darsi che stiamo guardando una gigantesca tempesta, forse una versione più grande della Grande Macchia Rossa di Giove, che potrebbe essere più calda rispetto agli strati più profondi della sua atmosfera”, ha detto il co-autore Ray Jayawardhana, del Canada Research Chair in Astrofisica presso l'Università di Toronto e autore del recente libro sui nuovi mondi: “Alla ricerca di pianeti alieni e della vita fuori del nostro Sistema Solare”.
    http://nemsisprojectresearch.blogspot.com/2011/09/variazioni-climatiche-su-una-nana-bruna.html


    #73169
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Confidando quindi che voglia dar seguito a questo evidente rispetto che egli nutre per la scienza e per il metodo scientifico, attendiamo quella che potrebbe essere realmente una pubblicazione capace di gettare lo scompiglio tra le fila dei sostenitori dell’AGW. Una CO2 che aumenta essenzialmente per cause naturali infatti, riporta tutte le dinamiche del clima sin qui esplorate e analizzate nell’ambito naturale. Dal momento che la Natura ha qualche annetto in più della scienza moderna e dell’ancor più recente approccio modellistico, questo spiegherebbe anche perché in passato siano aumentate e diminuite le temperature, siano aumentati e diminuiti i gas serra, e il Pianeta, lungi dall’essersi fritto nel paventato run-away greenhouse effect, è ancora qui a raccontarlo, con una biomassa (leggi vita) in crescita, perchè in effetti si nutre di CO2
    http://www.climatemonitor.it/?p=18877

    http://www.climatemonitor.it/?p=19419
    Ivar Giaever è questo: Premio nobel per la fisica nel 1973 insieme a Leo Esaki e Brian Josephson per le loro scoperte sui fenomeni di Tunneling nei conduttori e semiconduttori.
    Già tempo fa aveva avuto modo di stigmatizzare il riscaldamento globale come una “nuova religione”, ora entra un po’ più nel dettaglio in questa sua breve missiva al presidente dell’AMS


    Con riferimento al riscaldamento globale, ai cambiamenti climatici, al disfacimento climatico o come per convenienza di comunicazione lo si voglia chiamare, scienza e politica ballano un passo a due. Si prendono e si lasciano sostenendosi a vicenda secondo necessità, ma seguono comunque lo stesso ritmo, scandito dal movimento dell’AGW di cui Al Gore gioca a fare il direttore d’orchestra.

    ————-

    non si nega che l'uomo inquina e produce energia in modo demenziale
    ma si discute sul punto che sarebbe l'uomo la causa principale dei cambiamenti climatici del pianeta e che solo la Terra starebbe vivendo tali cambiamenti
    e dobbiamo trovare soluzioni oneste e non strumentalizzazioni politiche

    http://daltonsminima.altervista.org/?p=14460
    Gli scienziati dell’Università di Aarhus (AU) e l’Istituto nazionale di Space (spazio DTU) mostrano che le particelle dallo spazio creano copertura nuvolosa


    #73170
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    http://www.ibtimes.com/articles/206879/20110901/global-warming-climate-change-ipcc-al-gore-alarmists-cern-experiment-sun-cosmic-rays-chambor-cloud-c.htm
    “Because the sun's magnetic field controls how many cosmic rays reach Earth's atmosphere (the stronger the sun's magnetic field, the more it shields Earth from incoming cosmic rays from space), the sun determines the temperature on Earth,” Lawrence Solomon, director of Energy Probe, wrote about the experiment.
    Theories which said that sun and cosmic rays are primarily responsible for climate changes were proposed, as early as 1996, by two scientists from the Danish Space Research Institute, at a scientific conference in the UK.


    #73171
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1317365218=Richard]
    http://www.ibtimes.com/articles/206879/20110901/global-warming-climate-change-ipcc-al-gore-alarmists-cern-experiment-sun-cosmic-rays-chambor-cloud-c.htm
    “Because the sun's magnetic field controls how many cosmic rays reach Earth's atmosphere (the stronger the sun's magnetic field, the more it shields Earth from incoming cosmic rays from space), the sun determines the temperature on Earth,” Lawrence Solomon, director of Energy Probe, wrote about the experiment.
    Theories which said that sun and cosmic rays are primarily responsible for climate changes were proposed, as early as 1996, by two scientists from the Danish Space Research Institute, at a scientific conference in the UK.
    [/quote1317365218]
    CERN: il campo magnetico del sole controlla la quantita di raggi cosmici che arrivano sulla Terra e quindi determina la temperatura sulla Terra.

    Con uno sconvolgente esempio di come i creatori del mito dei cambiamenti climatici causati dall’uomo abbiano preso il controllo delle procedure scientifiche, agli scienziati del CERN è stato imposto il bavaglio sul tirare conclusioni dai dati miranti a riprodurre le ricerche che dimostrano come sia il sole a causare i cambiamenti climatici, bavaglio imposto dopo che i capi hanno detto loro che tale eresia è politicamente scorretta.

    «Il responsabile del più importante laboratorio scientifico ad mondo, il CERN di Ginevra, ha proibito ai ‘suoi’ scienziati di trarre conclusioni da un decisivo esperimento denominato CLOUD (nuvola; acronimo per Cosmic Leaving Outdoor Droplets) esperimento che esamina il ruolo giocato dalle particelle energetiche dello spazio profondo nella formazione delle nuvole. CLOUD utilizza il proto-sincrotrone del CERN per esaminare la formazione del nucleo», così riferisce the Register.
    http://beyul.org/index.php/menu-associazione/84-riscaldamento-globale

    LA TRASFORMAZIONE ENERGETICA DEL NOSTRO INTERO SISTEMA SOLARE è ora in svolgimento, e ne stiamo già sentendo gli effetti – che il governo US ha ammesso in un articolo in prima pagina sul New York Times, ma sta tentando di incolpare qualcuno sul riscaldamento globale. Questa è di gran lunga l’opinione più semplicistica e sotto-informata riguardo a ciò che sta avvenendo, sebbene l’inquinamento umano stia certamente causando un danno notevole alla biosfera terrestre.

    http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_intro.htm


    #73172
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    la “fisica iperdimensionale” e la trasformazione del sistema solare

    http://www.link2universe.net/2011-10-29/comparsa-una-misteriosa-macchia-luminosa-su-urano/
    “La latitudine della macchia è circa 22.5°Nord, che è una latitudine quasi a riposo rispetto all'interiore. Quindi dovrebbe ruotare intorno all'asse di Urano con un periodo di quasi 17.24 ore. Al tempo di quest'immagine, la macchia era ad una longitudine di 351° Ovest. Ma questo potrebbe lentamente cambiare in qualche direzione.

    “La bassa latitudine è insolita. Precedenti caratteristiche eccezionalmente brillanti su Urano erano vicine a 30° Nord, sia nel 1998 che nel 2005. La struttura del 2005 oscillava del +/- 1° rispetto alla sua latitudine principale. La nuova macchia potrebbe anch'essa oscillare in latitudine, e in questo caso potrebbe variare anche il suo spostamento longitudinale…”


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 25 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.