SALVIAMO IL NOSTRO PIANETA

Home Forum PIANETA TERRA SALVIAMO IL NOSTRO PIANETA

Questo argomento contiene 414 risposte, ha 23 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Anonimo 6 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 111 a 120 (di 415 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #92081
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    qua un articolo che evidenzia l'esistenza di due teorie diverse sull'aumento della popolazione
    ripeto è un tema che non ritengo cosi banale e semplice anche se a prima vista puo sembrarlo

    ——–
    Trova ampio riscontro il fatto che il passaggio dalla raccolta del cibo alla sua produzione determinava un notevole aumento del numero di persone che una data regione poteva nutrire o, per usare un'espressione ecologica, della capacità biologica della regione.
    Facendo riferimento ai documenti etnografici, gli studiosi Ammermann e Cavalli-Sforza hanno scoperto che, nonostante una considerevole variabilità, le densità delle popolazioni di cacciatori-raccoglitori erano generalmente molto inferiori a quelle raggiunte dalle popolazioni di agricoltori: infatti, con l'eccezione dei pescatori delle coste del pacifico nord-occidentale, le prime raggiungevano densità che si collocavano perlopiù fra 0,1 e 1 abitante per chilometro quadrato, mentre le popolazioni di agricoltori presentavano densità dai 3 ai 288 abitanti circa per chilometro quadrato. Normalmente si ritiene che la transizione neolitica abbia prodotto a lungo andare un aumento di cento volte nelle densità di popolazione. (Ammerman, p. 85)
    Due sono le teorie che si contrappongono per spiegare tale aumento.
    La teoria “classica” riposa su un semplice ma convincente ragionamento. L'insediamento e l'inizio della coltivazione e della domesticazione, permettevano un approvvigionamento più regolare, e proteggevano le popolazioni che vivevano dei frutti dell'ecosistema dallo stress nutritivo connesso con l'instabilità del clima e l'alternanza delle stagioni. La coltivazione di grano, orzo, miglio, mais o riso – cereali altamente nutrienti e facilmente conservabili – accresceva grandemente le disponibilità alimentari e aiutava a superare i periodi di penuria. Salute e sopravvivenza miglioravano, la mortalità si abbassava, la capacità di crescita si rafforzava e si stabilizzava.
    Negli ultimi decenni questa teoria è stata rimessa in discussione rovesciandone i termini: nelle popolazioni agricole sedentarie sia la mortalità, sia la fecondità si accrescevano, ma la seconda più della prima e questo spiegava l'accelerazione demografica.

    Perché la mortalità avrebbe dovuto essere più elevata tra gli agricoltori che non tra i cacciatori? Ciò sarebbe avvenuto, in sostanza, per due ordini di cause. Il primo sarebbe connesso col fatto che il livello nutritivo, dal punto di vista della qualità (e secondo alcuni anche della quantità) sarebbe peggiorato con la transizione all'agricoltura. L'alimentazione di cacciatori e raccoglitori, fatta di radici, erbe, bacche, frutti, animali, sarebbe stata assai più completa di quella degli agricoltori sedentari, con un'alimentazione calorica sufficiente ma povera e monotona per la grande prevalenza dei cereali. La prova di questo si troverebbe (par. b) negli esami dei reperti scheletrici. (Livi Bacci, p. 54)
    Il secondo sostegno della teoria è diverso, ma forse più convincente. Con l'insediamento stabile si ponevano le condizioni per l'insorgenza, la diffusione e la conservazione di malattie infettive e parassitarie sconosciute o più rare in popolazioni mobili e a bassa densità. La più alta concentrazione demografica faceva da “serbatoio” agli agenti patogeni, che rimanevano allo stato latente in attesa delle occasioni favorevoli per risvegliarsi. Malattie che si trasmettevano per contatto si avvantaggiavano, nella loro diffusione, della accresciuta densità. Questa, d'altro canto, aumentava la contaminazione del suolo e dell'acqua, facilitando la reinfezione. ..
    http://digilander.libero.it/marco173/para1c.html

    —————

    Se qualcuno ha affrontato lo studio dell'argomento più di me può intervenire perchè è sicuramente interessante e importante

    Ora premettendo questo
    gli studiosi Ammermann e Cavalli-Sforza hanno scoperto che, nonostante una considerevole variabilità, le densità delle popolazioni di cacciatori-raccoglitori erano generalmente molto inferiori a quelle raggiunte dalle popolazioni di agricoltori

    sarebbe realizzabile e mantenibile poi nel lungo termine un ritorno ad una vita simile magari in chiave “moderna” che poi non saprei come, a quella pre-agricoltura?
    Io non penso.
    Se pensiamo ad una soluzione, questa deve essere realistica


    #92082
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    http://www.animacosmica.org/spirito-scienza/cacciatori-raccoglitori-e-rivoluzione-agricola/

    Nei cacciatori-raccoglitori non esiste depressione, non esiste il suicidio, non esiste la “religione” non esiste la differenza sociale (caste), sono fisicamente più forti di noi e potrei andare avanti un casino. Ma preferisco finirla qui… ogni tanto, come faccio da 4 anni su AG, forse 5, mi limiterò, se ce la faccio, a dire: sogno un mondo senza energia elettrica, compresa quella free.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #92083
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1325863540=pasgal]
    http://www.animacosmica.org/spirito-scienza/cacciatori-raccoglitori-e-rivoluzione-agricola/

    Nei cacciatori-raccoglitori non esiste depressione, non esiste il suicidio, non esiste la “religione” non esiste la differenza sociale (caste), sono fisicamente più forti di noi e potrei andare avanti un casino. Ma preferisco finirla qui… ogni tanto, come faccio da 4 anni su AG, forse 5, mi limiterò, se ce la faccio, a dire: sogno un mondo senza energia elettrica, compresa quella free.

    [/quote1325863540]
    ok Pas ma se ti limiti con una riga non possiamo discutere..

    comunque ammettendo di “tornare indietro”
    è fattibile? in quanto tempo? se accade e magari anche per un disastro planetario, poi l'uomo per natura e istinto non tornerà a crearsi il cibo in loco con l'agricoltura?


    #92084
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    Intanto con qualche ricerca ho trovato un movimento gia diffuso per una “decrescita”..anche energetica

    l'energia non è detto che debba aumentare, di sicuro deve migliorare di “qualità” d'uso e fonte

    Le città di transizione (Transition Towns) rappresentano un movimento fondato in Irlanda a Kinsale e in Inghilterra a Totnes dall'ambientalista Rob Hopkins negli anni 2005 e 2006. L'obiettivo del progetto è di preparare le comunità ad affrontare la doppia sfida costituita dal sommarsi del riscaldamento globale e del picco del petrolio. Il movimento è attualmente in rapida crescita e conta comunità affiliate in molte parti del mondo.
    http://it.wikipedia.org/wiki/Citt%C3%A0_di_transizione

    transitionitalia http://transitionitalia.wordpress.com/

    L’ABC della Transizione http://www.transitionitalia.it/download/documento-introduttivo-alla-transizione-full-ita.pdf

    http://transitionitalia.wordpress.com/cose-la-transizione-2/i-12-passi/
    I 12 passi
    Questi sono i primi 12 passi necessari a cominciare il percorso di Transizione nella propria comunità. Come si dice scherzosamente negli incontri tra gente di Transizione, abbiamo il piano della nostra rivoluzione dalla A alla D, nessuno ha un’idea precisa di come si faccia ad arrivare alla Z…


    #92085

    Spiderman
    Partecipante

    [quote1325876931=pasgal]
    Credo sia inutile che io continui a rispondere su questa tematica, visto che persino la parola “sfruttare altri territori” non fa scattare niente dentro di se.

    Per quanto riguarda il fatto che questo problema se ne discuta da tempo lo so anche io, siamo oltre i 60 anni che se ne discute, ma la cosa non cambia e sempre più territorio, razze umane (noi non siamo l'unica, siamo quella che ha conquistato tutti) e razze animali vengono annientate distrutte.

    Parliamo di sfruttare meglio il territorio? La terra i frutti ce li da da sola. Non esiste un pidocchio uguale ad un altro sulla faccia della terra, non esiste un acaro uguale ad un altro. Un'abbondanza infinita che solo l'uomo ha deciso di distruggere.

    [/quote1325876931]

    E a me che cazzomenefregammè, io c'ho il DIESEL!!!


    #92086
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1325877207=Spiderman]
    [quote1325876931=pasgal]
    Credo sia inutile che io continui a rispondere su questa tematica, visto che persino la parola “sfruttare altri territori” non fa scattare niente dentro di se.

    Per quanto riguarda il fatto che questo problema se ne discuta da tempo lo so anche io, siamo oltre i 60 anni che se ne discute, ma la cosa non cambia e sempre più territorio, razze umane (noi non siamo l'unica, siajimo quella che ha conquistato tutti) e razze animali vengono annientate distrutte.

    Parliamo di sfruttare meglio il territorio? La terra i frutti ce li da da sola. Non esiste un pidocchio uguale ad un altro sulla faccia della terra, non esiste un acaro uguale ad un altro. Un'abbondanza infinita che solo l'uomo ha deciso di distruggere.

    [/quote1325876931]

    E a me che cazzomenefregammè, io c'ho il DIESEL!!!

    [/quote1325877207]

    Si discute scambiando opinioni
    Io non penso di aver la risposta in pugno e penso che la soluzione verra da un insieme di azioni globali, partendo dalla volonta dei singoli che non manca
    Nel mio messaggio ho premesso che esiste il controllo delle nascite naturale o artificiale,non penso per forza all uso di altri territori, stavo esprimendo delle idee..


    #92087

    Spiderman
    Partecipante

    [quote1325877849=Richard]

    Si discute scambiando opinioni
    Io non penso di aver la risposta in pugno e penso che la soluzione verra da un insieme di azioni globali, partendo dalla volonta dei singoli che non manca
    Nel mio messaggio ho premesso che esiste il controllo delle nascite naturale o artificiale,non penso per forza all uso di altri territori, stavo esprimendo delle idee..

    [/quote1325877849]

    Ric, non so perchè, ma tu ti senti sempre chiamato in causa. La mia battuta non era riferita a te, ma più in generale col menefreghismo della maggioranza.

    Per inciso, se ci fosse più gente come te, il mondo sarebbe molto, ma molto diverso, in senso migliore.


    #92088
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1325878425=Spiderman]
    [quote1325877849=Richard]

    Si discute scambiando opinioni
    Io non penso di aver la risposta in pugno e penso che la soluzione verra da un insieme di azioni globali, partendo dalla volonta dei singoli che non manca
    Nel mio messaggio ho premesso che esiste il controllo delle nascite naturale o artificiale,non penso per forza all uso di altri territori, stavo esprimendo delle idee..

    [/quote1325877849]

    Ric, non so perchè, ma tu ti senti sempre chiamato in causa. La mia battuta non era riferita a te, ma più in generale col menefreghismo della maggioranza.

    Per inciso, se ci fosse più gente come te, il mondo sarebbe molto, ma molto diverso, in senso migliore.

    [/quote1325878425]

    Grazie
    Ci tenevo a precisare 🙂
    io apprendo dalle discussioni come ho fatto da altre sui limiti energetici e le leggi della fisica,cosiddette
    Per trovare informazioni utili a cambiare le cose, pero chiaramente dovremo poi trovare soluzioni realizzabili e sostenibili davvero alla fine e non sono colui che tutto sa, ma cerco di collegare quanto posso e a mio modo i puntini


    #92089
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Questo film è ormai vecchiotto ed anche in questo film ci sono vari errori di “conoscenza”. Si avvicinano al problema ma non lo colgono in pieno. Ma un passo lo fanno.

    https://www.youtube.com/watch?v=I1fQ-3-CEFg


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #92090

    Anonimo

    L'uomo è capace di grandissime cose, nel bene e nel male,
    Si potrebbero sfruttare, nel senso + amorevole e benovolo possibile, gli angoli + ostici del pianeta e renderli vivibili.
    Chiaramente dopo aver cambiato completamente stile di vita in favore di Gaia e aver ridato equilibrio.


Stai vedendo 10 articoli - dal 111 a 120 (di 415 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.