Scie chimiche

Home Forum PIANETA TERRA Scie chimiche

Questo argomento contiene 2,022 risposte, ha 98 partecipanti, ed è stato aggiornato da J-new J-new 1 anno, 1 mese fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 891 a 900 (di 2,023 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #64101

    zret
    Partecipante

    In genere non sono pilotati. I pirloti sanno…


    #64102

    zret
    Partecipante

    Buon appetito!!!

    Nel luglio 2009 sono state compiute alcune analisi chimiche che si riferiscono al particolato rilevato in campioni di aria prelevati a Phoenix, Arizona. L'Arizona, come quasi tutti gli stati della Federazione, subisce pesanti irrorazioni chimico-biologiche. I risultati degli esami sono stati tradotti in istogrammi molto eloquenti. Naturalmente i soliti ciarlatani della disinformazione affermeranno che si tratta di “normale” inquinamento ambientale, ma gli alti livelli di vari elementi chimici si spiegano solo chiamando in causa le attività clandestine ed illegali di aerosol.

    Dalle analisi emerge che – bisognava aspettarselo – l'alluminio fa la parte del leone con 39.000 parti per milione. Sono stati rilevati anche ferro (17.300 parti per milione), bario (2.100), zinco (1.100), rame (172), manganese (487), piombo (56), cadmio (1,70), cromo (48), nickel (34), arsenico (48), antimonio (26).

    I valori rilevati superano di gran lunga i limiti consentiti per legge (in alcuni casi, non esiste un limite stabilito) ed è quindi palese che le concentrazioni rintracciate sono nocive. E' ozioso attribuire tali abnormi concentrazioni solo alla contaminazione ordinaria (stabilimenti industriali, traffico veicolare, attività agricole, inceneritori…) che pure contribuisce, ma non in misura determinante. In aree non industrializzate e lontane da centri urbani si rilevano spesso quantità notevoli di alluminio e bario, come dimostrato da Luigina Marchese in Pioggia di alluminio. Le scie chimiche quindi costituiscono, oggi giorno, la maggiore fonte di inquinamento: è difficile quantificare, ma non saremo lontani dal vero se attribuiremo alle chemtrails almeno l'80 per cento della polluzione ambientale, visti i frequentissimi sorvoli di città ed aree rurali per opera degli aerei della morte.

    Ricordiamo che non solo l'alluminio ed il bario sono veleni, ma anche gli altri metalli. Il piombo è neurotossico: usato nella benzina, prima che fosse sostituito dal cancerogneno benzene (bel colpo!) oggi usato nei cosiddetti carburanti “verdi”, attacca soprattutto il sistema nervoso. Alcuni derivati del cromo sono fortemente tossici ed inquinanti; lo stesso vale per i sali di antimonio. Anche l'arsenico è velenoso, soprattutto sotto forma di composto inorganico.

    Si comprende dunque perché molte persone spesso avvertono uno sgradevole sapore metallico in bocca: i metalli copiosamente diffusi in atmosfera sono all’origine di questo altrimenti incomprensibile sintomo.

    Insomma, una pietanza a base di veleni ci viene ammannita dai militari e dai nostri governi, ogni giorno… Buon appetito.

    http://www.tankerenemy.com


    #64103

    zret
    Partecipante
    #64105
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Il sindaco di Mosca promette un inverno senza neve

    …La forza aerea userà polvere di cemento, ghiaccio secco o ioduro d’argento per spazzare via le nuvole dal 15 novembre al 15 marzo ma solo per evitare che “la neve in eccesso” cada sulla città, ha detto Andrei Tsybin, il capo della dipartimento…

    By Simon Shuster / Moscow Friday, Oct. 16, 2009
    SERGEI KARPUKHIN / Reuters / Corbis

    I maiali ancora non possono volare, ma questo inverno, il sindaco di Mosca promette di evitare che nevichi. Per pochi milioni di dollari, l’ufficio del sindaco assumerà forze aeree russe per spruzzare una finissima nebbia chimica sopra le nuvole prima che raggiungano la capitale (Mosca), costringendole a scaricare la neve fuori della città. Le autorità dicono che questo sarà un vantaggio per Mosca, che in genere è coperta da una coltre di neve da novembre a marzo. Gli addetti alle strade non dovranno costantemente ripulirle, e il traffico – e la qualità della vita – migliorerà.

    L’idea è venuta al sindaco Yury Luzhkov, che non è estraneo a “giocare al Signore”. Nel 2002 ha guidato un progetto per invertire il flusso del grande fiume Ob attraverso la Siberia per aiutare ad irrigare le aride terre vicine all’Asia centrale. Anche se questa idea non si è rivelata esatta come previsto – gli scienziati hanno detto che non è fattibile – questa volta, Luzhkov ha detto che non c’è modo di fallire.

    Controllare il meteo a Mosca non è una cosa nuova. Prima delle due principali festività celebrate in città ogni anno – Giorno della Vittoria in maggio e City Day nel mese di settembre – le forze aeree erano spesso a corto di denaro ed ora verranno pagate per assicurare che non piova sulle parate. Con un budget cittadino di $ 40 miliardi di dollari all’anno (più grosso del bilancio di New York City), Mosca può permettersi facilmente di spendere 2-3 milioni di dollari per mantenere il cielo azzurro così gli spettatori possono vedere i carri armati e i lanciarazzi scorrere lungo la Piazza Rossa. Ora c’è una nuova sfida per l’Air Force russa: le famose tempeste di neve di Mosca.

    “Lo sapete che ogni anno durante il City-Day e il Victory-Day noi creiamo il tempo?” E’ quello che ha chiesto Luzhkov ad un gruppo di agricoltori fuori Mosca nel mese di settembre, secondo le notizie diffuse dai media russi. “Beh, dovremmo fare lo stesso con la neve! Poi fuori Mosca ci sarà più umidità, un raccolto più grande, mentre per noi (ndr a Mosca)non ci sarà troppa neve. Con questo daremo un senso finanziario all’idea.”

    Non sorprende che il piano è stato approvato, questa settimana, dal Comune di Mosca, che è dominata dai sostenitori di Luzhkov. Poi il Dipartimento Interno e dei Lavori Pubblici ha descritto come avrebbe funzionato. La forza aerea userà polvere di cemento, ghiaccio secco o ioduro d’argento per spazzare via le nuvole dal 15 novembre al 15 marzo ma solo per evitare che “la neve in eccesso” cada sulla città, ha detto Andrei Tsybin, il capo della dipartimento. Ciò potrebbe significare che qualche fiocco riuscirà a sfuggire attraverso le fessure. Tsybin stima che il costo totale previsto per questo inverno per tenere a bada le tempeste sarebbe di 6 milioni di dollari, circa la metà dell’importo del costo che Mosca normalmente spende per pulire le strade dalla neve.

    Finora la principale obiezione al progetto è venuto dalla periferia di Mosca, che probabilmente sarà inondata di neve se il piano dovesse andare avanti. Alla Kachan, Ministro dell’Ecologia per la regione di Mosca, ha detto che la proposta deve ancora essere valutata dagli esperti ambientali e discussa con le persone che vivono nella zona, prima che Luzhkov la renda definitiva. “I cittadini della regione hanno alcune preoccupazioni. Abbiamo ricevuto un sacco di messaggi”, ha detto Kachan l’agenzia di stampa RIA.

    A sole poche settimane dall’inverno, gli ambientalisti dovranno lavorare velocemente per bloccare Luzhkov dall’attuare il suo piano di fermare i fiocchi di neve prima che tocchino le strade della città.

    LINK ALL’ARTICOLO IN LINGUA ORIGINALE

    http://www.time.com/time/


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #64104

    zret
    Partecipante

    Utile segnalazione. Grazie Farfalla!!!

    🙂


    #64106
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    [quote1256066509=zret]
    Utile segnalazione. Grazie Farfalla!!!

    🙂
    [/quote1256066509]

    Zret :bay:
    Ringrazia il mio marito….è lui che stamani mi ha detto che al lavoro ha letto sul giornale questa notizia…
    vedi come funziona, lui che prima non mi credeva, diceva che da sempre esistevano queste scie….
    oggi….grazie a te….sappiamo che non è un fenomeno tanto naturale… 🙁


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #64107

    zret
    Partecipante

    Ringrazialo da parte mia allora.

    Ciao!

    🙂


    #64108

    marì
    Bloccato

    Zret, ma voi lassu' siete messi proprio male eh, sia in cielo che in terra :hehe:

    e' senza sonoro, ma poco conta tanto ci sono i dati scritti

    [link=hyperlink url][youtube=425,344]xcYdJwKX8Uk[/link]

    [link=hyperlink url][youtube=425,344]1C-PCO_CzvY[/link]

    Che rabbia … :grrr:


    #64109
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    insaziabili…


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #64110

    zret
    Partecipante

    Attenzione alle variazioni nella ionosfera!

    http://137.229.36.30/cgi-bin/magnetometer/gak-mag.cgi


Stai vedendo 10 articoli - dal 891 a 900 (di 2,023 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.