Scienziati scoprono nuovi batteri nella stratosfera della Terra

Home Forum EXTRA TERRA Scienziati scoprono nuovi batteri nella stratosfera della Terra

Questo argomento contiene 18 risposte, ha 7 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Analfabeta 9 anni, 1 mese fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 19 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #27254

    Analfabeta
    Partecipante

    http://centroufologicotaranto.wordpress.com/

    Scienziati indiani hanno scoperto tre nuove specie di batteri nell’alta stratosfera della Terra. Questi batteri sono resistenti ai raggi ultravioletti, hanno riferito i ricercatori. I batteri non corrispondono a nessuna specie scoperta sulla Terra. Essi sono stati trovati in campioni raccolti in un pallone inviato nella stratosfera. Il pallone per ricerche scientifiche è stato creato e lanciato dalla “Indian Space Research Organization (ISRO)”, ha dichiarato un portavoce lunedì scorso. Questo strato della Terra riceve pesanti dosi di radiazioni ultraviolette, abbastanza per uccidere la maggior parte degli organismi. Nelle analisi effettuate sui campioni recuperati, i microbiologi hanno scoperto dodici colonie batteriche e sei fungine. Di queste, tre colonie batteriche appartengono a tre nuove specie. Una porta il nome di Bacillus Isronensis, riconoscendo il merito alla ISRO, l’altro il nome di Bacillus Aryabhata , in onore al vecchio astronomo indiano Aryabhata e all’ultimo gli è stato conferito il nome di Janibacter Hoylei, in onore all’astrofisico Fred Hoyle. Gli scienziati hanno ipotizzato che queste nuove forme di vita possono essere dei batteri terrestri mutati, lanciati nello spazio da esplosioni vulcaniche e quindi adatti a sopravvivere in un ambiente ostile come lo spazio. Ma non si esclude che possano essere delle forme di vita extraterrestre. Il carico di utilità scientifica, pesante 459 chilogrammi, che è stato lanciato dal National Balloon Facility di Hyderabad, ha raccolto campioni dell’aria ad un altezza che andava dai 20 e i 41 chilometri. Poi sono stati paracadutati e recuperati. Prima di rivelare il sorprendente risultato, i campioni sono stati analizzati presso il Cellular and Molecular Biology di Hyderabad e il National Center for Cell Science (NCCS) di Pune. L’ISRO ha concluso affermando che “mentre il presente studio non è conclusivo nel stabilire l’origine extraterrestre degli organismi, prevede comunque un incoraggiamento positivo nel continuare il lavoro, nella nostra ricerca per esplorare le origine della vita“.


    #27257

    deg
    Partecipante

    Grazie caro.
    Lo mettiamo in prima pagina 😉

    Vediamo questi indiani che cosa ci combineranno!………


    #27256
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    evoluzione del pianeta,nuova vita

    Life and the Evolution of Earth's Atmosphere

    James F. Kasting,1* Janet L. Siefert2

    Harvesting light to produce energy and oxygen (photosynthesis) is the signature of all land plants. This ability was co-opted from a precocious and ancient form of life known as cyanobacteria. Today these bacteria, as well as microscopic algae, supply oxygen to the atmosphere and churn out fixed nitrogen in Earth's vast oceans. Microorganisms may also have played a major role in atmosphere evolution before the rise of oxygen. Under the more dim light of a young sun cooler than today's, certain groups of anaerobic bacteria may have been pumping out large amounts of methane, thereby keeping the early climate warm and inviting. [color=#990000]The evolution of Earth's atmosphere is linked tightly to the evolution of its biota.[/color]
    http://www.sciencemag.org/cgi/content/abstract/296/5570/1066

    “Quindi, soltanto vivendo la vostra vita, non fate altro che spostare l’espressione molecolare del vostro corpo, risolvendo gli schemi emozionali che appaiono nella vostra vita, voi state risintonizzando il vostro corpo, state di-ventando qualcosa di molto differente, diverso da quello che siete mai stati in passato. Ed è per questa differenza che la luce ultravioletta dei buchi nell’ozono non vuol dire più la stessa cosa per voi, ma diventa un dono , perché è un punto di riferimento di alta frequenza.

    Sul “Bacterial Science News” del dicembre 94, c’è un articolo in cui si esprimeva preoccupazione, dato che, a causa del buco nell’ozono, muoiono gli organismi unicellulari e si distrugge la catena alimentare e, in futuro, nessuno troverà più niente da mangiare. Così andarono nell’Artico, andarono in Sud America e poi nel Nord del Canada e sapete cosa trovarono? Trovarono che questi organismi prosperano nella luce e non
    sanno perché. Comunque gli organismi che non avevano subito una mutazione e che non erano sani, non sopravvissero a quella luce perché non vi si potevano sintonizzare. “

    http://www.stazioneceleste.it/articoli/braden/risvegliarsi_al%20punto_0.pdf


    #27258

    zret
    Partecipante

    Credo che siano batteri creati in laboratorio; già Montaulk citava batteri e funghi geneticamente modificati diffusi nella biosfera con gli aerei chimici. Sintomatico che non siano uccisi dai raggi ultravioletti…


    #27259

    windrunner
    Partecipante

    [quote1237304786=Zret]
    Credo che siano batteri creati in laboratorio; già Montaulk citava batteri e funghi geneticamente modificati diffusi nella biosfera con gli aerei chimici. Sintomatico che non siano uccisi dai raggi ultravioletti…

    [/quote1237304786]

    Ci avevo pensato anch'io inizialmente… però poi ho convertito le altitudini sulla quale sono state effettuate le rilevazioni (tra i 20 ed i 40 Km) e risultano essere, in piedi, tra i 65.600 ed i 131.200 il che mi è sembrato un po troppo per gli aerei chimici che dovrebbero volare non al di sopra dei 10.000 piedi (visto che poi li vediamo ad occhio nudo così bene…) … ma non sono esperto di queste cose quindi potrei aver detto delle… hmmm…. #fisc

    Convertitore distanze: http://viaggi.globopix.net/convertitore/convertitore-distanze.php

    @analfabeta: grazie per la news !!! 🙂

    Edit: leggevo in internet che alcuni Boeing viaggiano intorno ai 35.000 piedi… però di più non ho trovato come altitudine… 😉


    #27260
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    bravo wind esatto troppo alto..
    Zret io ti capisco, però su dai…cerca di vedere anche il possibile lato positivo..tra ombra e luce c'è sempre lotta per l'equilibrio

    http://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.300
    Esiste un'alta probabilità che ci stiamo muovendo in un rapido periodo di instabilità nelle temperature simile a quello avvenuto 10.000 anni fa. La risposta adattativa della biosfera e dell'umanità a queste nuove condizioni, può portare ad una revisione globale della gamma delle specie e della vita sulla Terra. Solo tramite una profonda comprensione dei cambiamenti fondamentali che stanno avvenendo nell'ambiente naturale attorno a noi, i politici e i cittadini, saranno capaci di ottenere l'equilibrio con il rinnovato flusso degli stati e dei processi PianetoFisici.

    I processi climatici e della biosfera sulla Terra (attraverso un sistema di feedback strettamente connesso) vengono direttamente influenzati da, e connessi in risposta a, i proccessi trasformativi che stanno avvenendo nel nostro Sistema Solare. Dobbiamo iniziare ad organizzare la nostra attenzione e pensiero per capire che i cambiamenti climatici sulla Terra sono solo una parte o un legame nell'intera catena di eventi che stanno avvenendo nella nostra Eliosfera.

    Si deve tenere in mente che la crescente complessità degli schemi dei segnali climatici e meteo, segnalano una trasformazione che tende verso un nuovo stato o, come l'Accademico Kondratyev dice, i dati indicano che ci stiamo muovendo nella direzione di un chaos climatico. In realtà questo stato di transizione del nostro meccanismo climatico, sta impostando nuovi requisiti sull'intera biosfera della Terra, che include la specie umana. In particolare, ci sono rapporti dall'Antartico che mostrano una drammatica reazione della vegetazione ai recenti cambiamenti climatici, sono state trovate 700 specie in crescita nel 1964 e 17.500 nel 1990 (61). Questo aumento della copertura vegetativa sulla Terra, fornisce evidenza della reazione della biosfera al processo in corso di riorganizzazione climatica….

    Tali disturbi cusano e creano processi di trasferimento di materia ed energia tra il medium eterico e il nostro mondo tridimensionale. La moltitudine di tale fenomeno, ricco nella sua qualità e varietà, sta già crescendo rapidamente. Centinaia di migliaia di queste formazioni naturali auto-luminose, stanno esercitando una crescente influenza sui campi geofisici della Terra e della biosfera. Suggeriamo che la presenza di queste formazioni sia il precedente principale della trasformazione della Terra, una Terra che diviene sempre più soggetta ai processi fisici di transizione che esistono nella terra di confine tra il vacuum fisico e il nostro mondo materiale….


    #27261

    zret
    Partecipante

    Wind, esistono anche irrrazioni ad alta ed altissima quota. Poi vedremo, ma, a mio parere, sono batteri creati in laboratorio da aziende come la Pathogenesis.


    #27262

    lila
    Partecipante

    [quote1237310390=deg]
    Grazie caro.
    Lo mettiamo in prima pagina 😉

    Vediamo questi indiani che cosa ci combineranno!………
    [/quote1237310390]
    tra indiani e cinesi finalmente non c'è più solo il monopolio americano per lo spazio.


    #27263
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    [quote1237310483=Zret]
    Wind, esistono anche irrrazioni ad alta ed altissima quota. Poi vedremo, ma, a mio parere, sono batteri creati in laboratorio da aziende come la Pathogenesis.

    [/quote1237310483]
    quindi dici che esaminandoli non si accorgeranno che sono artificiali o lo censureranno


    #27264

    zret
    Partecipante

    Vedremo se corrispondono a quelli analizzati da Montalk.

    http://www.tankerenemy.com/2006/12/scie-chimiche-un-tentativo-di-impedire.html


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 19 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.