" Siamo l'Infinito ? "

Home Forum PIANETA TERRA " Siamo l'Infinito ? "

Questo argomento contiene 7 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da  pianetapace 7 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 8 articoli - dal 1 a 8 (di 8 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #89668

    pianetapace
    Partecipante

    SIAMO L' INFINITO ?

    Essendo il corpo umano composto da atomi, ed essendo l’atomo non solido, non possiamo vedere un corpo fisico perché non esiste. Quello che per noi appare come corpo fisico in realtà è solamente la vista di un ologramma solido. Ologramma fratello di tutti gli altri Ologrammi che noi vediamo nell’Universo, anch’esso un Ologramma.

    Detto questo quando mi domandano chi sei ? Posso rispondere : “ sono coscienza” e come ti chiami? Se lo ricorderò dirò “ Coscienza infinita” se non rammenterò nulla dirò semplicemente coscienza o addirittura il nome di Battesimo. Ma purtroppo molti non sanno neppure di essere Coscienza e credono fermamente nel loro corpo fisico. Siamo tutti connessi ad una realtà visiva illusoria e tutto ciò che ci circonda è altrettanto.

    Il ricordare di essere Coscienza Infinita può avvenire quando sussiste una determinata alterazione all’interno del nostro organismo. Solo ad allora potremo renderci conto di appartenere ad un altro “mondo” che è totalmente diverso da quello che vediamo e che guarda caso strano tradotto in parole viene definito Amore Infinito.

    Sapendo tutto questo non potrò più credere nell’ Amore infinito, ma potrò solo esserlo. Sarò quindi Coscienza infinita oppure Energia Infinita. Mentre potrò credere in qualsiasi altra fonte ma non potrò mai esserla. Ad esempio posso credere in una religione, in una scienza, ma non posso essere quella religione o quella scienza, altrimenti oltre che ha perdere la credibilità sarei sempre e comunque in disequilibrio con il Tutto e non potrò di certo ricordare che sono Coscienza infinita.

    Quindi la Credenza che regna in questo mondo ha un ruolo molto fondamentale sull’ Essere Umano, che da millenni ha lottato per mantenere vivo il suo credo. E far si che tutti fossero legati a quel credo. Da qui ovviamente nascono le divisioni, le dualità e tutto ciò che ancor oggi viene a crearsi per nascondere la Coscienza Infinita.

    Quella Coscienza infinita che avendo voluto provare una propria individualità, si è dimenticata di essere il Tutto e una volta uscita dal Tutto Infinito ha creduto di essere rimasta intrappolata nella realtà illusoria. Ma essendo l’Unità e possibilità infinita, può uscire dalla trappola e manifestare attraverso degli Input la sua reale esistenza. Più input arriveranno a destinazione, più forte sarà il risveglio individuale ed in seguito collettivo, fino ad arrivare alla piena consapevolezza di essere Coscienza Infinita.

    La Coscienza infinita essendo l’equilibrio impartirà a Tutti gli stessi Input con la stessa intensità. Ma saranno i Tutti a percepirne o di più o di meno o nessuno. E saranno sempre i Tutti che inconsapevolmente gestiranno questi input, che passando attraverso i cinque sensi ( anch’essi illusori ): Vista, gusto, olfatto, tatto, udito creano

    un’ armonia che se ne esce fuori dai nostri “ corpi fisici “. Questa armonia a noi apparentemente tangibile, visibile e udibile che ci circonda, potrebbe essere stata generata o magari voluta dalla Coscienza Infinita. Una sorte di familiarità che non genera paura alcuna e che quindi è innocua ai Tutti. L’armonia per noi potrebbe essere musica, disegni, paesaggi e tutto ciò che è neutro anche se a noi ci appare sottoforma di bene, di bello di dualità.

    Dualità perché il Bene anch’esso parte della realtà illusoria, è da noi Tutti considerato come il piatto opposto della bilancia dove il suo contrario è il Male.

    Ma nella Coscienza non esistono individualmente il bene e il male perché sono amalgamati assieme e formano il Tutto che è e rappresentato,sempre detto in parole , dall’ Amore Infinito, dall’Unità. Perciò il bene nella dimensione non duale sarà attratto e connesso all’Equilibrio come il Male.

    Nel gioco della realtà virtuale o mondo illusorio ( una trappola ) c’è un altro gioco: il dualismo ( altra trappola ) dove viene introdotta un’altra trappola che è rappresentata dal credo o non credo . Questo credo / non credo deve lottare affinché non sia riuscito a divenire il vincitore assoluto (altra trappola ), altrimenti non potrà arrivare alla fine del gioco ( altra trappola ) Quindi Una trappola dentro l’altra fatta per dimenticare la vera entità esistenziale. Il gioco è comandato da una sua stessa manifestazione che è la Paura che sussiste quando c’è uno stato di insicurezza. Questa nostra insicurezza ci trascinerà fino all’aver Paura e incondizionatamente permetterà al gioco della realtà virtuale di espandersi sempre di più acquistando così più potere su ogni cosa che vive al suo interno chiamato denominato Ologramma.

    Viviamo dentro ad un Labirinto Illusorio dal quale se ne uscirà soltanto con la consapevolezza che è solo un gioco illusorio e che anche la paura non può esistere perché è solo frutto di un’immaginazione individualcollettiva.

    Una volta appreso il gioco della dualità potremo affermare di essere Coscienza infinita e non di credere nella Coscienza infinita ne tanto meno in tutto ciò che ci circonda. L’importante è di tentare, e ritentare, e ritentare di nuovo cercando di abbandonare questo campo duale dove all’interno vagano degli Input che non aiutano nessuno a trovare la propria origine di partenza dove in realtà tu già ci sei e ci sarai sempre. Una volta appresa la consapevolezza della tua Coscienza non sarà più cosi lontano il “ passo successivo” che è la consapevolezza dell’essere semplicemente Coscienza infinita, amore infinito, Unità l’Uno assoluto dove regna solamente l’Equilibrio, là dove anche l’atomo non esiste individualmente.

    Spero di essere stato chiaro, anche se non ho ampliato più di tanto dei concetti che sono ancora più interessanti e più intensi rispetto alle mie poche righe qui sopra scritte. Vorrei citare David icke studioso di storia segreta e cospirazioni, che ho conosciuto per primo, attraverso Internet ed alcuni suoi libri dove lui stesso scrive citando tanti altri Scienziati come per esempio :Masarau Emoto che attraverso esperimenti ed esperienze hanno ottenuto i suoi soliti risultati. Le conclusioni sono le stesse. Tra i vari nomi vorrei citare anche Michael Talbot con il suo libro : Holographic Universe che tradotto ha come titolo “ TUTTO è UNO “

    E’ proprio vero che anche cambiando l’ordine degli addendi il risultato è sempre lo stesso, non cambia .

    Ora potrò finalmente capire perché fin da bambino percepivo delle sensazioni provenienti da dentro di me che esternate si manifestavano in maniera totalmente diversa da quelle che erano e sono le realtà collettive; che oggi so essere ( illusorie ). Se solo avessi ricordato avrei potuto chiamarle verità e non sensazioni. Ma all’epoca non riuscivo a spiegarmi il perché di questa netta diversità. Malgrado la mia forma espressiva spesso anche un po’ “ urlatoria “ per farmi ascoltare , sono sempre passato per un soggetto strano. Uno dei tanti ribelli di fronte ad una società sempre più sottomessa e perciò schiava di se stessa. Ho capito che lo sbaglio è proprio dovuto alla credenza. Bisogna sempre Essere e non credere. Come credi a qualcosa ti imbatterai automaticamente in una infinita dualità che non ha nulla ha che fare con la Coscienza Infinita. E non potrai tornare a quella beatitudine dell’Unità Infinita dove sei e basta.

    Anche se diverse situazioni e diversi eventi sin da bambino non mi sono stati ben chiari, con il “passare del tempo “, ho creduto nella purezza del loro valore. Fanno parte del mio passato in questo mondo duale. E ho ritenuto opportuno ricordarli mettendoli nel sito di Planetpeace realizzato da me e forse dalla mia coscienza; anche se alcuni eventi non hanno dato sempre buoni risultati.. Quando parlo del Battesimo data la mia tenera età, posso soltanto rivedere le foto scattate durante la cerimonia, per la quale i miei genitori prepararono per la notte della veglia Pasquale svoltasi nel Duomo di Firenze,dei biglietti d'invito molto particolari. Ma al di là della Chiesa, del Sacerdote, della Cerimonia dovrebbe esistere soltanto un ringraziamento reciproco tra l'acqua e il neonato. I due veri protagonisti che pare volersi scambiare una stretta di mano in segno di amicizia. Questo dovrebbe essere il vero valore sempre nell'ambito della dualità o dell'illusione. Nulla dovrebbe essere l'importanza del luogo di Battesimo e della figura che andrà a battezzarti. Ma evidentemente anche i miei genitori non lo sapevano. Ma la vita per me prosegue e ci saranno degli altri eventi ecclesiastici stavolta scelti, forse sull'onda di una scia precedente da me, e sono : la Comunione, la Cresima, il Matrimonio. La mia decisione è stata scelta perchè credevo nella sua purezza che conduce al quel valore assoluto che è Dio. Quindi credendo in Dio ho scelto queste celebrazioni eucaristiche. Credendo in Dio sono caduto in quella trappola del gioco duale illusorio. Ma non mi sento alquanto responsabile o vittima perchè nulla sapevo anche se comunque c'erano in me delle sensazioni che mi lasciavano perplesso in merito alle scelte fatte. Lasciando però da una parte le mie perplessità ho dato via libera alla fede di Dio rappresentato dalle figure ecclesiastiche e non solo. Per me Dio significava Amore e di conseguenza oltre agli eventi religiosi in Planetpeace ci sono pure dei temi che parlano di Amore, di pace o meglio ancora di un raggiungimento alla neutralità, all'equilibrio. E proprio a causa di quell' Equilibrio che avrei voluto trovare e vedere attorno a me, che è saltato fuori la mia ricerca dentro alla ricerca in ogni possibili direzioni. Quindi ricerche sfociate anche nella storia, nella scienza, nella ,filosofia, etc etc. E tutti questi filoni che un tempo apparivano divisi, separati, guarda caso strano oggi, anche se viaggeranno per file parallele, convogliano ad un ' unica uscita ad un unico risultato e cioè : all' AMORE INFINITO che ” comanda” tutto. Anche se in realtà non comanda anzi è anche un tuo libero arbitrio, e sarà proprio la tua coscienza e la tua volontà che se lo vorranno arriveranno a trovarsi a quell'Infinito dove Tutto è Uno.

    ” Ma certo che siamo l'Infinito !”

    Andrea


    #89669

    Olegna
    Partecipante

    Si noi siamo l'infinito, noi siamo eterni, questo mondo è solo una illusione.
    Peccato che non ti abbia condiviso nessuno in questo topic, e peccato che tu non ci sia qui.


    #89670

    pianetapace
    Partecipante

    Peccato davvero, e ti ringrazio del tuo commento, ma l'importante è che le persone abbiano la possibilità di leggere ed il tempo di capire quello che stanno leggendo. Di comprendere quello che realmente sono e non quello in cui ognuno di noi crede di essere e di appartenere. Per alcuni sara da subito chiaro e lampante, per altri lo sarà in un seguito e per altri ancora nulla sarà. Detto in parole molto povere e umane, l'Infinito è anche libertà e rispetto, verso tutti coloro che hanno differenti pensieri e idee su quello che possono essere o apparire.


    #89671

    pablo
    Partecipante

    si siamo noi l'infinito e' siamo qui per nostra volonta
    questo so per certo, non sono in grado di scendere troppo in particolari ma di questa cosa ne sono sicuro per un fatto successomi anni fa, non che sia uno che capitano spesso esperienze anormali,anzi e' proprio il contrario, ma questa e' stata una di quelle cose che ti fa pensare e poi cambiare rotta : parecchi anni fa ero in un periodo molto nero come capita a molti stavo afrontando
    le conseguenze delle scelte dettate dal mio ego i soliti problemi che sperimentano migliaia di persone ogni anno
    separazione, un figlio sballottato,problemi economici, non avendo genitori anche la solitudine ecc ecc

    e avevo preso l'abitudine di maledire
    la vita che stavo vivendo e questo lo facevo tutti i santi giorni non che avessi mai pensato ad azioni estreme pero se fosse arrivato qualcosa a mettere fine a quella vita l'avrei accettata.
    si vede che qualcuno ne aveva abbastanza di me e una mattina mentre ero nel dormiveglia senti' una voce gridarmi nell'orecchio
    con tono di rimprovero e sentii queste parole che ricordo ancora:
    AI VOLUTO STUDIARE MA POCO STUDIATOOOOO !
    e l'ultima parola fu proprio gridata tanto che l'orecchio mi fischio'
    per qualche minuto. ora non so cosa sia stata quella voce, il mio io superiore,autosuggestione,entita' ?, fatto sta che da quel giorno ho intrapreso un'altra strada ,ora quei problemi sono solo un ricordo e sono felice di aver fatto quelle esperienze.

    ho divagato un po con questa storia ma il tuo topik me l' ha fatta venire in mente ciao.


    #89672

    Anonimo

    [quote1288181759=pianetapace]

    SIAMO L' INFINITO ?

    Essendo il corpo umano composto da atomi, ed essendo l’atomo non solido, non possiamo vedere un corpo fisico perché non esiste. Quello che per noi appare come corpo fisico in realtà è solamente la vista di un ologramma solido. Ologramma fratello di tutti gli altri Ologrammi che noi vediamo nell’Universo, anch’esso un Ologramma. (…)

    [/quote1288181759]
    Siamo l'infinito, ma l'infinito non è un ologramma e tanto meno illusione. Un tavolo è sempre un tavolo anche se è costituito da mattoni-base (atomi) “vuoti”. La materia è proprio questo, ed il fatto che il tavolo appare come un solido non è solo l'apparenza perché non siamo neutrini da poterci passare attraverso. Molti credono fermamente nel loro corpo fisico perché dormono, ma colui che Sa di essere Coscienza, comunque non può dimostrare l'immaterialità della vera Realtà, in effetti non è nel misticismo (credenze, congetture) che si trova la Verità assoluta ma nell'Esperienza della materia spiritualizzata ovvero osservata per quello che è: lo strumento e non padrone del Sé, della coscienza superiore. La chiave è nel spostare il punto di Visione (dell'insieme) e non nel fantasticare altre dimensioni. L'altro mondo è come questo, ed E' questo.. la differenza sta solo nel vivere da svegli oppure sopravvivere per troppo tempo da dormienti. L'Amore incondizionato è il frutto di questo Sapere profondo ma semplice, che deriva da un ragionamento Logico, non dall'indottrinamento religioso e dal buonismo democratico. Non servono le chiese e rituali, non serve un U.F.O. e nemmeno il radiotelescopio per comunicare con l'infinito e con chi lo rappresenta in questa zona dell'Universo, perché ogni Uomo per sua Natura è dotato di telepatia. Hai detto bene, nell'Amore non si crede ma si è Amore, l'Amore è il fondamento di Tutto e dell'Uno. Ma non c'è Amore senza Giustizia (equilibrio) ergo l'Uomo dovrebbe innanzitutto essere Giusto e non accontentarsi di “credere nella giustizia”, il che sarebbe troppo poco e limitativo. La Coscienza infinita non è semplicemente Energia (generica) Infinita, essendo un programma genetico e una identità ben precisa, DNA (o l'Anima) collegata alla Coscienza superiore (o Spirito), entrambi connessi con altri Esseri, simili o diversi. Ricordare che sono Coscienza infinita non significa chiudersi alle esperienze del Prossimo (umano, alieno o 'divino') ma al contrario aprire le Porte quindi integrare ogni cosa, compatibile con il nostro Livello di comprensione. Una vera Religione non esiste per essere creduta ma per indicare dove guardare e come fare per sperimentare quella Coscienza infinita; semmai il problema sono le false religioni create o sfruttate dal potere appositamente per addormentare la gente ordinaria. Non bisogna legarsi a un credo ma alla Realtà – e contemporaneamente occorre liberarsi di ogni credo, ma ciò non toglie che alcuni Filosofi o Profeti possano parlare della Verità, importante è non sostituire la Percezione diretta della Verità con la lettura dei libri e l'ascolto dei sermoni. La dualità può ugualmente nascere in seguito alle finte o illusorie esperienze spirituali che partono dalla mente convenzionale non purificata. La Coscienza è Tutto ma è anche individuale, dimenticare l'indivisibilità tra due aspetti dell'Uno e del Tutto rappresenta un errore ed un ostacolo non indifferente. Credersi totalmente separati dal resto della realtà, oppure credersi inglobati in un tutto'uno informe senza identità, a mio avviso sono entrambi abbagli pericolosi in quanto forme di estremismo, lontani dallo stato d'Essere archetipico del Centrato o iniziato ai Misteri del Cosmo. E' facile inventarsi nuove realtà perché ci si annoia in questa (l'unica possibile) Realtà infinita ed eterna. E' vero che alcune esperienze possono essere riattivate da Tutti o da nessuno senza una via intermedia, è vero che le trappole una dietro l'altra e una nell'altra vengono fabbricate dalla Paura, quindi forma Pensiero. La Paura è una illusione e il Labirinto è un bellissimo Gioco, per questo motivo gli uomini “negativi” (troppo intellettuali ovvero seriosi, ma anche quelli molto superficiali) non possono trovare l'uscita. Infine, non bisogna confondere il non saper discernere tra la costruzione e distruzione con la neutralità del Tutto, che non può prescindere dalla Giustizia universale.

    [quote1288181842=Olegna]
    Si noi siamo l'infinito, noi siamo eterni, questo mondo è solo una illusione.
    Peccato che non ti abbia condiviso nessuno in questo topic, e peccato che tu non ci sia qui.
    [/quote1288181842]
    Questo mondo, più che illusione è il contrario di se stesso.

    Anzi, non è il mondo ad essere illusione ma è l'uomo che crede che il mondo è solo una illusione ad essere illuso. In quanto: è come considera il mondo (che è reale) ad essere una illusione.


    #89673

    pianetapace
    Partecipante

    Al di là della realtà / illusione di questo Mondo , anche se come altri concordo per il Mondo illusorio dato che l'essere umano riesce a vedere solo una minima parte di ciò che esiste. E quello che, aimè riusciamo a vedere in questo Mondo da molti secoli è soltanto uno squilibrio pazzesco, indefinibile e indecifrabile che ha diviso invece di unire ogni forma di vita esistente. Detto ciò non può neppure esistere nessuna forma di Gerarchia con a capo un Dio che ama tutti coloro che credano in lui. Farebbe parte sempre di un squilibrio. Una non in sintonia con quell'equilibrio assoluto che al contrario è o potrebbe essere il Tutto. Dove Tu sei il Tutto e il Tutto è in te. Ho scritto potrebbe perchè per molti potrebbe non essere così. Oguno è comunque sempre libero di poter scegliere e vedere ciò che ritiene giusto. Perchè anche questo è parte integrante dell'Tutto.


    #89674

    Anonimo

    [quote1288256786=pianetapace]
    Al di là della realtà / illusione di questo Mondo , anche se come altri concordo per il Mondo illusorio dato che l'essere umano riesce a vedere solo una minima parte di ciò che esiste. E quello che, aimè riusciamo a vedere in questo Mondo da molti secoli è soltanto uno squilibrio pazzesco, indefinibile e indecifrabile che ha diviso invece di unire ogni forma di vita esistente. Detto ciò non può neppure esistere nessuna forma di Gerarchia con a capo un Dio che ama tutti coloro che credano in lui. Farebbe parte sempre di un squilibrio. Una non in sintonia con quell'equilibrio assoluto che al contrario è o potrebbe essere il Tutto. Dove Tu sei il Tutto e il Tutto è in te. Ho scritto potrebbe perchè per molti potrebbe non essere così. Oguno è comunque sempre libero di poter scegliere e vedere ciò che ritiene giusto. Perchè anche questo è parte integrante dell'Tutto.
    [/quote1288256786]
    Innanzitutto rettifico una frase che ho scritto: “Non bisogna legarsi a un credo ma alla Realtà – e contemporaneamente occorre liberarsi di ogni credo..”, volevo dire, non: legarsi ad esempio con la mente, ma piuttosto: avere sempre come il punto di riferimento della Coscienza superiore: la Realtà, perché ogni legame mentale è autodistruttivo anche la “dipendenza” dalla Realtà è sbagliata ovvero controproducente.

    Pianetapace, ad essere sincero.. un Dio che ama “tutti coloro che credano in lui” non esiste, questa figura mitologica fa parte delle favole del cristianesimo tradizionalista, in realtà non esiste alcuna forma di divinità in Cielo e in Terra. Nell'Universo visibile, e oltre, esistono solo Esseri e Coscienze (umane e non) le quali per loro Natura tendono a (ri)connettersi una all'altra seppur senza mai perdere la propria identità, che comunque ha il fondamento in una Coscienza Infinita (Archetipo).. Questo archetipo NON è Dio.

    L'uomo ordinario non riesce a liberarsi delle trappole autoprodotte perché preferisce le tradizioni alla felicità, amore, pace, equilibrio e la vera autorealizzazione. Secondo Te quale potrebbe essere un catalizzatore efficace del risveglio individuale (della maggioranza), tenendo presente che questa rifiuta l'assioma “Conosci te stesso”? Nel Cosmo esiste un Armonia ed un ordine, solo che te ne accorgi quando raggiungi i Livelli elevati della comprensione della Realtà.

    E' vero, la Libertà è più importante della Verità.


    #89675

    pianetapace
    Partecipante

    Un catalizzatore efficace, secondo me, potrebbe essere la Telepatia che comunica sempre nell'istante anche a chilometri di distanza. La parola è stata sostituita dalla telepatia, e questa parola ha moltissimi tipi di usi, costumi, linguaggi etc.
    Mentre la Telepatia potremmo definirla come una sorte di linguaggio Universale. Linguaggio che secondo me potrebbe essere sostituito da degli Input che quando vengano da noi percepiti significa che siamo sulla loro stessa banda di frequenza. Non a caso ecco che accadono le cose più inverosimili. Noi forse potremo chiamarli imprevisti, fatto sta che hanno il “potere” di farci cambiare improvvisamente idee, stati di umore, e anche posti. Oppure il famoso sesto senso che ognuno di noi può avere. Questi Input telepatici secondo me potrebbero essere molto efficaci per il risveglio sia individuale che di massa. Un massa che non mi pare viva in piena forma e libertà sotto ogni aspetto, senza voler scendere nei dettagli. La telepatia sicuramente ha la facoltà di poter farci sintonizzare contemporaneamente su quelle frequenze a noi apparentemente sconosciute e dimenticate; così potremo finalmente godere di quell’ infinita armonia eterna.


Stai vedendo 8 articoli - dal 1 a 8 (di 8 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.