Siamo solo schiavi

Home Forum SPIRITO Siamo solo schiavi

Questo argomento contiene 44 risposte, ha 12 partecipanti, ed è stato aggiornato da Siberian Khatru Siberian Khatru 7 anni, 10 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 45 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #46350
    Siberian Khatru
    Siberian Khatru
    Partecipante

    SHANGHAI – Controlli anche su quanti minuti al mese gli operai trascorrono alla toilette: un'azienda privata cinese di Nanchino, nella provincia dello Jiangsu, ha installato nella propria fabbrica un sofisticatissimo congegno che consente di controllare tutte le attivita' dei dipendenti, evidenziando ogni loro errore e facendone rapporto automatico ai vertici dell'azienda. Ogni qual volta un impiegato fa un errore il sistema emette un allarme e l'impiegato viene richiamato, e in alcuni casi multato.

    L'azienda ha per esempio stabilito che i suoi impiegati ed operai non possano trascorrere alla toilette, in totale, piu' di 400 minuti al mese. Alla fine del mese un rapporto evidenzia il numero dei minuti trascorsi in bagno da ciascuno.

    Secondo quanto riportato dalla stampa locale cinese e da alcuni blog, questo mese, ad esempio, 13 persone che avevano ecceduto di meno di 50 minuti il limite massimo sono stati ammoniti verbalmente e avvisati che, se ripeteranno l'errore, il mese prossimo verranno multati con uno yuan per ogni minuto extra; cinque persone che avevano trascorso tra 450 e 499 minuti in bagno sono stati multati con 50 yuan (sempre con l'avviso della multa di 1 yuan al minuto dal prossimo mese).

    Una sola persona, che aveva raggiunto i 512 minuti, oltre ad essere stata severamente ammonita, e' stata multata con 100 yuan avvertendola che, ripetendo l'errore, potrebbe anche perdere il posto di lavoro. Tutto viene controllato: ammoniti e multati anche gli operai che non si lavano le mani prima dei pasti, che non spengono la luce o l'aria condizionata prima di lasciare il dormitorio, non indossano correttamente le divise, usano i cellulari di servizio per conversazioni private e altro.

    ''Ormai sanno tutto di noi, non c'e' piu' nulla di privato'' ha commentato esasperato un dipendente mentre cominciano a diffondersi voci di dipendenti che stanno pensando di licenziarsi. Il sistema di sorveglianza e' stato pensato e progettato dal proprietario dell'azienda. E' costituito da un telefono 3G dato in dotazione ad ogni dipendente. Gli schermi a circuito chiuso controllano tutti i movimenti degli impiegati e se ravvisano comportamenti errati emettono ordini ai telefonini che fanno scattare l'allarme.

    http://ansa.it/web/notizie/rubriche/mondo/2010/08/23/visualizza_new.html_1790921935.html


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #46352
    Siberian Khatru
    Siberian Khatru
    Partecipante

    Discorso tipico dello schiavo

    http://www.youtube.com/watch?v=HEyW5tfdPmY


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #46353
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Ragazzi queste notizie mi mettono una tristezza e angoscia… insopportabile.


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #46354
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    “tutto il mondo è paese” ..
    http://www.damiduck.it/MONDIALI%20DIETRO%20LE%20GRIFFE%20LO%20SFRUTTAMENTO.htm
    Il rapporto di Oxam, 101 pagine, prende di mira dodici fra i più conosciuti brand sportivi – da Nike a Fila ad Adidas, passando per le italiane Lotto e Kappa, classificate fra le peggiori aziende censite in termini di responsabilità sociale di impresa – e analizza il loro comportamento nella parte più “calda” del mondo in termini di sfruttamento dei lavoratori, il continente asiatico.

    http://loriscosta.wordpress.com/2009/06/15/magliette-della-nazionale-inglese-prodotte-pagando-le-operaie-2-al-giorno/
    E’ stato il settimanale inglese News of the World a scoprire a Tangerang, a 2 ore d’auto da Giakarta, la fabbrica Pt Tuntex, dove circa 2.000 ragazze producono le maglie per la Umbro in cambio di un salario di 2 £ al giorno, ignare del prezzo cui poi i capi vengono venduti al pubblico. E dire che, almeno secondo quanto afferma la Umbro, in media i lavoratori della Tuntex guadagnerebbero il doppio del salario minimo stabilito dal governo indonesiano!


    #46355
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    siamo nel 2010 ma a volte credo che qst sia solo un numero…proprio come quando definisci una persona di 50 anni con mentalità da 15 enne,definisco molte volte questa civiltà come quella del medioevo


    #46357
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    proprio dopo aver letto l'articolo sopra ho raccontato al mio marito questa cosa e lui, invece, mi ha raccontato un altra storia tipo questa vissuta oggi al porto. Era con un amico della guardia del porto e sono andati a prendere un caffè, c' era con loro una collega che si è assentata per andare in bagno, dopo al amico di mio marito è arrivato un segnale radio, tipo walkie-talkie, che la collega era rientrata al posto di lavoro…


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #46359

    Spiderman
    Partecipante

    [quote1282592682=kingofpop]
    siamo nel 2010 ma a volte credo che qst sia solo un numero…proprio come quando definisci una persona di 50 anni con mentalità da 15 enne,definisco molte volte questa civiltà come quella del medioevo
    [/quote1282592682]

    Per certi versi molto peggio. Il post iniziale è un esempio tra i tanti, oggi siamo controllati un po' ovunque e, se non ci diamo una svegliata, il peggio deve ancora venire.


    #46358
    Siberian Khatru
    Siberian Khatru
    Partecipante

    Il discorso è complicato .. ma una cosa è sicura siamo veramente schiavi di qualcosa o qualcuno


    « Con la modernità, in cui non smettiamo di accumulare, di aggiungere, di rilanciare, abbiamo disimparato che è la sottrazione a dare la forza, che dall’assenza nasce la potenza.
    E per il fatto di non essere più capaci di affrontare la padronanza simbolica dell’assenza, oggi siamo immersi nell’illusione inversa, quella, disincantata, della proliferazione degli schermi e delle immagini »
    Jean Baudrillard

    #46356

    perdi
    Partecipante

    salve ragazzi …
    personalmente non mi sento una schiava .
    Hai un lavoro ? sei retribuito per fare quel lavoro , e quindi è una scambio reciproco .
    Ne parlavo proprio stasera con un'amica , visto che proprio stamattina si è verificato un episodio …del tipo imboscarsi per andare a fumare .
    Sul mio posto di lavoro siamo controllati al minuto , visto che la priorità va agli ospiti che risiedono in quella struttura e quindi anziani con esigenze particolari , visto che per la maggior parte sono su sedia a rotelle .
    Dalle 7 alle 14 non ci sarebbe tempo nemmeno di andare in bagno , per tutte le cose che ci sono da fare , eppure a turno ci si ferma e si sta in pausa , certo per mia coscienza non mi vado a fumare una sigaretta sapendo che c'è qualcuno che potrebbe aver bisogno .
    E non per questo mi sento una schiava … anzi …


    #46360

    Spiderman
    Partecipante

    [quote1282629538=perdi]
    salve ragazzi …
    personalmente non mi sento una schiava .
    Hai un lavoro ? sei retribuito per fare quel lavoro , e quindi è una scambio reciproco .
    Ne parlavo proprio stasera con un'amica , visto che proprio stamattina si è verificato un episodio …del tipo imboscarsi per andare a fumare .
    Sul mio posto di lavoro siamo controllati al minuto , visto che la priorità va agli ospiti che risiedono in quella struttura e quindi anziani con esigenze particolari , visto che per la maggior parte sono su sedia a rotelle .
    Dalle 7 alle 14 non ci sarebbe tempo nemmeno di andare in bagno , per tutte le cose che ci sono da fare , eppure a turno ci si ferma e si sta in pausa , certo per mia coscienza non mi vado a fumare una sigaretta sapendo che c'è qualcuno che potrebbe aver bisogno .
    E non per questo mi sento una schiava … anzi …
    [/quote1282629538]

    Dipende dai lavori, tu fai un “lavoro” (riduttivo definirlo lavoro) nobile, importante. Chi è in catena di montaggio diventa un robot, ore e ore a fare la stessa operazione, col fiato sul collo dei “guardiani” a servizio del padrone. Non si può a mio avviso generalizzare su questo argomento.


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 45 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.