[Sondaggio] il conto della serva

Home Forum L’AGORA [Sondaggio] il conto della serva

Questo argomento contiene 11 risposte, ha 7 partecipanti, ed è stato aggiornato da  ezechiele 9 anni, 9 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 12 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #107601

    ezechiele
    Partecipante

    le scie chimiche
    le industrie farmaceutiche
    le banche e assicurazioni
    i produttori di semi
    i petrolieri
    gli “immobiliaristi”
    le multinazionali

    ma non sono loro che ci controllano? non sono loro i veri nemici? e come possiamo difenderci se non sottraendoci al sitema di domanda e offerta? che altre armi abbiamo?


    #107602

    Analfabeta
    Partecipante

    Un classico esempio di sincronicità o di coscienza comune :uuuu: abbiamo pensato la stessa cosa nello stesso momento :hehe:


    #107603

    ezechiele
    Partecipante

    …. vado a fare da mangiare… tutta quest'empatia .. non sono abituato… a dopo 🙂


    #107604
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Come dissi un anno fa, la mia soluzione è l'abbandono totale dell'energia elettrica!


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #107605

    xxo
    Partecipante

    Ezechiele sono con te!
    Per gli spostamenti in città vado sempre e solo in bici.
    Chi mi chiede perchè rispondo:
    multe 0, emissioni 0
    Sempre con un sorriso ovvio!

    Nel giro diqualche mese siamo diventati un gruppetto di 5/10 persone che si spostano in bici.
    Tante sono le persone che si stanno avvicinando a questo concetto e provengono dalle più svariate strade.

    Lascio il suv a casa e prendo la mia citybike!


    #107606

    mirach72
    Partecipante

    Io non ho nemmeno la patente! 🙂


    #107607
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum
    #107608

    ezechiele
    Partecipante

    ok Richard… questo signore dice cose sensate…. ma nel frattempo?

    io questa ho di vita, questa per ora infraguardo col pensiero, questa vita cerco di vivere… e nella mia ignoranza piu che coltivar trombette e zucchine non riesco 😉

    questo non per sminuire prospettive diverse ma per cercare di concretizzare il pensiero nella materia… conscio dei miei – enormi – limiti


    #107609

    ezechiele
    Partecipante

    anche io sono un ciclista… e se pasgal non sente lo dico a voca alta…. UN ELETTROCICLISTA!!!! …. ora ho la schiena spaccata in due ma ormai son 2 anni che uso principalmente la bici, elettrica o muscolare x i miei spostamenti… con l'ausilio di funicolari varie pr le pendenze 🙂


    #107610

    mysterio
    Partecipante

    [quote1220806224=ezechiele]
    le scie chimiche
    le industrie farmaceutiche
    le banche e assicurazioni
    i produttori di semi
    i petrolieri
    gli “immobiliaristi”
    le multinazionali

    ma non sono loro che ci controllano? non sono loro i veri nemici? e come possiamo difenderci se non sottraendoci al sitema di domanda e offerta? che altre armi abbiamo?
    [/quote1220806224]

    bel quesito ezechiele..anche se la risposta da dare non è affatto semplice..

    Sono d'accordo sul fatto che..ognuno di noi..nel proprio piccolo potrebbe limitare l'utilizzo di combustibili legati al petrolio. Anche io..ormai da anni..in città mi sposto esclusivamente in bicicletta..e l'auto la utilizzo molto..molto raramente.

    Un comportamento responsabile innanzitutto..però questa non può essere la soluzione globale al problema..in quanto oggi tutta la società è legata all'utilizzo del petrolio..non solo nei suoi innumerevoli sprechi..ma essendo condizionata da questo combustibile anche per poter far fronte ai bisogni di prima necessità.

    Purtroppo è impensabile pensare di poter fare a meno del petrolio da un giorno all'altro(ripeto: per un bisogno collettivo..non per una questione individuale) in quanto sono legati(anche parzialmente) al petrolio.. quasi tutti i servizi di base forniti dalla società odierna(trasporti..servizi sanitari..servizi di distribuzione..ecc..).

    Ovvio che gli sprechi sono enormi ed il consumo del superfluo assolutamente esagerato..però..purtroppo..oggi come oggi non possiamo eliminare del tutto l'utilizzo dell'”oro nero”.

    Cosa si può fare? A parer mio un programma a lungo termine per sostituire tutto ciò che è alimentato dal petrolio con un alimentazione a base di energie pulite e rinnovabili..anche a costo(almeno inizialmente) di alcune rinunce.

    Certo..un progetto del genere incontrerebbe l'ostracismo dele lobby che intorno allo sfruttamento del petrolio hanno costruito la loro fortuna..quindi sarà ben difficilke che si possa attuare..


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 12 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.