Stanislav Grof….e le droghe

Home Forum MISTERI Stanislav Grof….e le droghe

Questo argomento contiene 2 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da farfalla5 farfalla5 8 anni, 11 mesi fa.

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #11210
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    che ne pensate????


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #11211

    Erre Esse
    Partecipante

    Bisogna stabilire cosa si intende per “droga”…

    Se tu dai il nome di “droga” o “stupefacente” a una sostanza, ecco che la metti volontariamente subito in cattiva luce.

    E' quello che è avvenuto con l'LSD.
    Albert Hoffman, il suo scopritore (morto a 102 anni lo scorso anno, se non sbaglio), una volta ha addirittura affermato che, quando si era cominciato a utilizzare l'LSD come “droga”, ne fu stupito,
    visto che lui l'aveva sempre e solo considerata un farmaco da poter utilizzare in psicoterapia.


    #11212
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    a me sinceramente spaventato un po'….ho capito che la nostra coscienza è l'artefice di tutto e non il cervello, come pensavano….ma l'uso di questa droga, comunque un qualcosa di esterno, non naturale…


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.