Superenalotto

Home Forum PIANETA TERRA Superenalotto

Questo argomento contiene 7 risposte, ha 7 partecipanti, ed è stato aggiornato da  karonte 8 anni, 11 mesi fa.

Stai vedendo 8 articoli - dal 1 a 8 (di 8 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #83568

    karonte
    Bloccato

    Superenalotto

    siamo degli poveri imbecilli ,io per primo : oltre alle tasse che paghiamo; regaliamo allo stato ancora dei soldini cercando la fortuna in un qualcosa di praticamente inesistente e impossibile da realizzare. Karonte

    Il Superenalotto (o SuperEnalotto) è un gioco d'azzardo a premi gestito dalla Sisal, introdotto per la prima volta in Italia il 3 dicembre 1997, in sostituzione del gioco dell'Enalotto.

    Come l'Enalotto, è stato legato strettamente alle estrazioni del lotto componendo la combinazione vincente con il primo numero estratto dalle seguenti ruote, in un ordine qualsiasi: Bari, Firenze, Milano, Roma, Napoli e Palermo. Qualora il primo numero estratto in una delle ruote suddette fosse stato uguale ad un precedente primo estratto, si considerava valido ai fini del gioco il secondo numero di tale ruota e così via. La combinazione vincente è completata anche dal cosiddetto “numero Jolly”, ovvero il primo estratto (o il secondo o il terzo e così via in caso di uguaglianza) della ruota di Venezia, e dal “SuperStar”, il primo estratto sulla ruota nazionale.

    Dal 1° luglio 2009, la combinazione vincente del Superenalotto non dipende più dai numeri estratti sulle ruote del Lotto, ma da un'estrazione separata ed effettuata mediante macchine a mescolamento pneumatico.

    Il Superenalotto (a differenza, ad esempio, del Lotto) è un gioco a vincita variabile, nel senso che il montepremi (più eventualmente il jackpot del concorso precedente) di ogni concorso viene suddiviso nelle 5 categorie di vincita e spartito in modo equo tra i vincitori delle singole categorie. Pertanto la vincita dipende dal montepremi e dal numero di altri vincitori della stessa categoria.

    La probabilità di vincita di cifre molto elevate è quasi nulla (si veda sotto): nonostante ciò il gioco ha attirato, fin dal 1997, moltissimi giocatori, attratti dalle cifre milionarie messe in palio ad ogni concorso. Si tratta di un gioco d'azzardo che propone una speranza matematica di vincita remota ed infinitesimale: per fare un esempio la probabilità stimata dagli astronomi che l'asteroide 99942 Apophis colpisca la terra attorno al 2036, con conseguenze catastrofiche che porterebbero stravolgimenti per la vita sul nostro pianeta, è calcolata circa 1 su 40000, per cui un evento estremamente molto più probabile di una vincita col punteggio di 6 al SuperEnalotto, che si colloca a 1 su 622.614.630; in altre parole, affinché il gioco sia equo, il 6 dovrebbe pagare oltre 300 milioni di euro.

    Nonostante questo, il 2 dicembre 2008, a distanza di 11 anni dall'inizio del gioco stesso, è stata vinta una combinazione di 6 numeri ed il superstar: le probabilità di questo evento sono 1 su 56.035.316.700.
    :hehe:


    #83569
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    per me anche se qualcuno vincesse sarà la sua rovina…
    chi segue “Lost” sa di che si tratta….

    te lo immagini quanti guai……


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #83570

    marì
    Bloccato

    Tutti quei soldi sono scandalosamente troppi … e quado sono tanti non ci vedo nulla di buono. !alien


    #83572

    ezechiele
    Partecipante

    tecnicamente si chiama “tassazione volontaria indiretta” … non e' un gioco d'azzardo e' una cartella SI ma esattoriale.


    #83573
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    COMUNICATO STAMPA 21.07.2009. FISCO, CONTRIBUENTI.IT: + 38,1% LA “TASSAZIONE SUGLI IMBECILLI”. !dodge

    AOSTA – “Nei primi sei mesi del 2009 si è registrato un aumento delle perdite legate alla dipendenza da giochi e scommesse legalizzati del 38,1%. Rispetto al semestre precedente sono stati lasciati sul tavolo da gioco 605 mln in più.” La conferma arriva da uno studio presentato oggi ad Aosta da Contribuenti.it che con Lo Sportello del Contribuente monitora costantemente il fenomeno del gioco d’azzardo legalizzato detto anche “tassa degli imbecilli”
    In Italia, nonostante il gioco d’azzardo sia una dipendenza ufficialmente riconosciuta dalle comunità psichiatriche, non viene percepita come tale dallo Stato, al pari di altre dipendenze quali la droga o l’alcol.
    Questo perché? Naturalmente la tassazione sui giochi serve a rimpinguare le casse del bel Paese.
    La “tassa degli imbecilli” è una vera e propria tassazione legalizzata: metodo di riscossione argutamente inventato dagli imperatori romani è divenuto col tempo lo strumento più semplice e veloce per depauperare inconsapevolmente i contribuenti italiani, anche utilizzando lotterie “benefiche”.
    Anche il coinvolgimento dei minorenni è aumentato da 860 mila unità a 1,7 milioni.
    Per arginare tale fenomeno, Contribuenti.it chiede misure restrittive nei confronti del gioco legalizzato, pari a quella sul divieto delle sigarette nei luoghi pubblici, la diminuzione dell’offerta di lotterie, il divieto del gioco d’azzardo on line, l’aumento della tassazione sulle vincite al fine di renderle meno appetibili.
    “Lo scopo delle istituzioni è quello di educare i cittadini, proteggere la loro salute, mentale e fisica – afferma Vittorio Carlomagno, presidente di Contribuenti.it, Associazione Contribuenti Italiani – non di certo quello di indurli a giocare al poker”
    Per un reale rilancio dell’economia – ribatte Carlomagno – i risparmi degli italiani devono entrare in circolazione nel mercato attraverso canali legali e produttivi e non lasciare che le perdite al gioco diventino prima fonte di entrate nelle casse statali.”

    L’ufficio stampa

    FONTE: Contribuenti.it

    http://www.contribuenti.it/news/view.asp?id=2922


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #83574
    brig.zero
    brig.zero
    Partecipante

    :hehe:


    https://www.facebook.com/brig.zero

    #83571

    Anonimo

    🙁


    #83575
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    E' quanto emerge dall'ordinanza di confisca per 5 milioni di euro firmata dalla procura di Catanzaro. I boss acquistavano le schedine dei vincitori della lotteria per farsi accreditare il denaro dalla Sisal di Milano su conti aperti ad hoc
    Per riciclare i narcoproventi la ’ndrangheta faceva ricorso al sistema delle vincite a giochi e lotterie nazionali. E’ quanto ricostruito dai carabinieri del Ros che hanno scoperto che l’organizzazione indagata riciclava somme ingentissime, acquistando dal reale vincitore del Superenalotto le schedine vincenti e facendosi poi accreditare le vincite dalla Sisal di Milano su conti correnti accesi appositamente, sottraendosi così al rischio di segnalazioni per operazioni sospette. I carabinieri hanno eseguito un provvedimento di confisca di beni per un valore di oltre 5 milioni di euro, emesso dalla Corte d’Appello-Sezione Prima Penale di Catanzaro, nei confronti di Nicola Lucà, esponente della cosca Mancuso, già condannato a 14 anni di reclusione per associazione finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/09/23/le-cosche-calabrese-giocano-al-superenalotto-per-riciclare-il-denaro-del-narcotraffico/63643/


Stai vedendo 8 articoli - dal 1 a 8 (di 8 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.