Ultimo comunicato online del CUI

Home Forum EXTRA TERRA Ultimo comunicato online del CUI

Questo argomento contiene 4 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da farfalla5 farfalla5 7 anni, 5 mesi fa.

Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #32354
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    🙁 🙁 🙁

    Antonio De Comite:

    Cari lettori, amici e nemici, da quando il sottoscritto prese la decisione di abbandonare il CUT (Centro Ufologico Taranto) alla fine del mese di agosto 2010, dopo poche settimane di riflessione, decise con grande entusiasmo di fondare il CUI (Centro Ufologico Ionico). All'inizio dell'avventura eravamo sulla “carta” – compreso me – cinque persone solo nella città di Taranto (zona d'origine del gruppo), più l'amico Walter Conidi – da Roma – che si è prodigato affinchè nascesse un sito internet all'altezza, sia in campo ufologico che astronomico, con un esborso economico non indifferente. Ma il buon Walter lo ha fatto per la passione che ha per la tematica, ma anche perchè aveva apprezzato la mia “linea di pensiero” in tema di Oggetti Volanti Non Identificati.

    Dopo un breve periodo di “assestamento” su web, il sito (come anche il gruppo) ha preso – per così dire – il volo, proponendosi come uno dei punti di riferimento nel panorama ufologico nazionale (e non solo). Il sottoscritto è stato – quasi subito – contattato dagli amici Bibolotti e Pinotti, i quali mi hanno proposto l'incarico di responsabile (da “esterno”) del CUN del Sud Italia – per quanto concerne la rete internet. E' stato invitato a relazionare a dicembre 2010 a Roma per il Convegno Nazionale organizzato dal CUN, dove relazionavo per conto del CUI ed ha avuto un incaricato prestigioso, quello di entrare a far parte del Comitato di Redazione di “UFO Magazine”.

    Di conseguenza, quindi, mentre la notorietà del CUI cresceva, crescevano anche i nemici. Il sottoscritto – tanto per fare un esempio e prima della partenza per il convegno di Roma – ricevette “minacce di linciaggio” per via email, se mi fossi presentato nella capitale. Ma, siccome sono cocciuto, mi sono presentato lo stesso e di questi “distruttori di ossa” nemmeno l'ombra. Per non parlare della censura nei confronti del CUI di determinata “stampa locale”. Numerose email e segnalazioni inviate a determinati quotidiani e mai pubblicati. Mentre, poi d'incanto, apparivano comunicati stampa da parte di un'altra associazione ufologica locale. Forse, dovremmo conoscere anche noi qualche giornalista “amica”… Mentre, da poche ore, arrivano minacce di “querela” per aver analizzato una foto e della quale abbiamo dato come risultato che si trattava di un falso, senza mai infangare nessuna persona, ma tantè.

    Questa è anche l'Ufologia in questo misero Paese. Intanto, molta gente si avvicinava per collaborare da tutta Italia con noi, ma per vari motivi – misteriosi motivi, quasi subito – “scomparivano” dalla sera alla mattina. E abbiamo nomi e cognomi di queste persone. Inoltre, dopo qualche mese dalla nascita del CUI, molti componenti della città di Taranto si defilavano oppure non erano più in grado di “lavorare” per il CUI stesso, giustificandosi con varie motivazioni, condivisibili o meno. Quindi – quasi ogni sabato – assistevano volentieri (ma passivamente) alle riunioni del gruppo.

    E che fa il sottoscritto? Siccome è una brava persona, si sobbarca tutto ciò e (insieme a Walter Conidi) cerca di “tappare” le falle, sacrificando 14 ore su 24 per aggiornare il sito quotidianamente, trascurando famiglia e il lavoro – quest'ultimo che promette al sottoscritto nefasti nubi di licenziamento. Ma, sono un essere umano. Anche se il CUI l'ha creato il sottoscritto, non è SOLO il sottoscritto.
    Ho tirato il “carretto” per circa 9 mesi, molto spesso da solo (o con l'aiuto di Walter), trascurando anche la qualità ottimale di un servizio internet. Per via di questi innumerevoli compiti in ambito ufologico, ecco il mio auspicio di essere attorniato da altri collaboratori attivi, soprattutto a livello locale (ma non solo locali).

    Continuerò a fare ricerca, questo è sicuro. Per questo motivazione, nutro ancora la sottile speranza che a Taranto ci siano collaboratori attivi, che lavorino giornalmente per il bene dell'Ufologia e consentino al sottoscritto di dedicare più tempo anche agli altri incarichi che ha nel settore ufologico. E sono tanti, a cominciare da “UFO Magazine”. Mi auguro vivamente che qualche persona davvero interessata a lavorare attivamente e in “team”, GIORNALMENTE, ci sia per davvero, altrimenti…per i tanti impegni a livello ufologico che ho personalmente, continuerete a leggere il CUI (Centro Ufologico Ionico) altrove (su UFO Magazine, vista la mia presenza nel Comitato di Redazione della rivista diretta da Roberto Pinotti in collaborazione con il CUN), perchè il CUI come gruppo ci sarà ed esisterà sempre, ma come sito (per via delle ultime notizie in ambito di “querela”) si va verso la chiusura. E si, purtroppo, il sito non l'ha creato il sottoscritto ma l'amico Walter Conidi. E' sua la dolorosa decisione di chiudere una creatura del genere, dispiace tanto, ma è inutile continuare così. Personalmente continuerò ad andare avanti, come singolo e come gruppo CUI, ma l'informazione sugli UFO ed affini la leggerete altrove. Ringrazio l'amico Walter e credetemi, è stato per davvero un grande amico, seppur virtuale. Auguro a lui le migliori fortune in questa vita.
    http://www.centroufologicoionico.com/


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #32356

    kj7
    Partecipante

    Lo avevo letto giorni fa e mi dispiace profondamente, perchè era un sito serio con approfondimenti obbiettivi… Speriamo continuino ad operare altrove…


    #32355
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    speriamo che trovino un nuovo equilibrio
    gli articoli di “debunking” a mio parere rovinano il loro buon lavoro..


    #32357
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Speriamo davvero, è un sito molto serio e fatto bene. Peccato. Quante notizie elaborate da loro abbiamo trattato….


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #32358
    kingofpop
    kingofpop
    Partecipante

    speriamo riescano a trovare gente serie..sarebbe un duro colpo


Stai vedendo 5 articoli - dal 1 a 5 (di 5 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.