Un monito del Padre Celeste ai suoi Figli

Home Forum SPIRITO Un monito del Padre Celeste ai suoi Figli

Questo argomento contiene 10 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da  windrunner 9 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 11 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #39420

    windrunner
    Partecipante

    Ragazzi ho letto con molta attenzione questo passo… lo reputo molto importante nonchè profetico. Il finale davvero potrebbe essere pane per Richard 😉
    Non so cosa ci trovo in questo Lorber ma si avvicina molto al mio pensiero… sarà per questo che leggendolo mi ci ritrovo. Ad ogni modo reputo ciò importante nel mio piccolo e proprio per questo ho il desiderio di condividerlo con voi 🙂

    Un monito del Padre celeste ai Suoi figli

    Così parlò il Signore a me e in me (Jakob Lorber) per ciascuno, e ciò è vero, fedele e sicuro:
    1. Chi vuol parlare con Me, quegli venga a Me, ed Io gli metterò la risposta nel cuore; tuttavia solo i puri, il cui cuore è pieno di umiltà, percepiranno il suono della Mia Voce.
    2. E chi preferisce Me al mondo intero, e Mi ama come una tenera sposa ama il suo sposo, con quello Io voglio camminare a braccetto. Egli sempre Mi vedrà come un fratello vede l'altro fratello, e come Io lo vedevo fin dall'eternità, prima ancora che egli fosse.
    3. Dì però agli ammalati, che essi non devono affliggersi nella loro malattia, ma devono rivolgersi seriamente a Me e fidarsi assolutamente di Me. Io li consolerò, e un fiume del balsamo più prezioso si riverserà nel loro cuore, e la sorgente dell'eterna Vita si rivelerà in essi, inesauribile; essi guariranno e saranno ristorati, come l'erba dopo una pioggia a dirotto.
    4. A coloro che Mi cercano, dì loro: “Io sono il vero 'dappertutto' e il vero 'da nessuna parte'. Sono dappertutto, dove Mi si ama e si osservano i Miei Comandamenti, da nessuna parte , invece, dove Mi si adora e Mi si venera soltanto”. Non è dunque l'amore più che la preghiera, e l'osservanza dei Comandamenti più che la venerazione? In verità, in verità Io ti dico: “Chi Mi ama, quegli Mi adora in spirito, e chi osserva i Miei Comandamenti, quegli è colui che mi venera nella verità!”. I Miei Comandamenti però nessuno può osservarli se non colui che Mi ama; ma chi Mi ama non ha più alcun comandamento che questo, e cioè di amare Me e la Mia Parola viva, che è la vera, eterna Vita.
    5. Ai deboli annuncia dalla Mia bocca: “Io sono un Dio forte. Essi devono tutti rivolgersi a Me, e Io li completerò. Da un acchiappa-mosche voglio fare un domatore di leoni, e i timorosi debbono distruggere il mondo, e i forti della Terra devono essere dispersi come pula”.
    6. Ai danzatori e alle danzatrici dì, senza timidezza, che essi sono tutti quanti burattini manovrati da Satana. Egli infatti li afferra tutti quanti per i piedi e gira attorno con loro velocemente in un vortice, affinchè essi siano in tal modo completamente storditi da non poter nè stare, nè andare, nè sedere, nè dormire, nè sostare, nè vedere, nè udire, nè tastare, nè odorare, nè gustare, nè percepire; essi infatti sono come morti, per cui non si può nè consigliarli nè aiutarli. E se ancora volessero volgersi a Me, si sentirebbero come uno che una persona robusta prendesse per i piedi e facesse girare in circolo attorno a sè; anche se costui guardasse su al cielo, non vedrebbe il sole, ma solo una striscia luminosa che lo accecherebbe, così che poi vorrebbe chiudere gli occhi e non vedere più nulla del tutto.
    7. Colui in cui l'occhio del corpo è cieco, a quello sta ancora aperta la vista dello spirito; ma chi diventa cieco nello spirito, quegli rimane cieco eternamente!
    8. Ai giocatori puoi dire che essi giocando perdono per prima cosa la loro vita, e poi tutto ciò che fu dato loro per questa stessa vita. Il gioco infatti è una fonte piena di velenoso sudiciume; i giocatori però credono che sia una fonte d'oro nascosta. Perciò essi frugano giornalmente in questa immondizia, assimilano nelle narici l'alito pestilenziale, si avvelenano fin nelle più intime fibre e trovano, al posto del presunto oro, l'eterna morte dello spirito.
    9. Coloro che possiedono la Scrittura e non la leggono, assomigliano a un assetato alla fontana in cui vi è acqua pura, che essi però non vogliono bere. Agiscono così o per una certa idrofobia spirituale, a somiglianza dei cani rabbiosi i quali, per calmare la sete bruciante, mordono le pietre più dure anzichè cacciare il muso nell'acqua e guarire; oppure anche, il più delle volte, essi agiscono così per una certa indifferente pigrizia, e preferiscono perciò farsi offrire da certuni indolenti servitori, per calmare la loro sete, del fango puzzolente dalla più vicina pozzanghera, per poi perire malamente tutti quanti.
    10. Ma ai fornicatori e alle fornicatrici dì questo: “Chi cammina nella carne, cammina nella morte, e il suo piacere sarà presto trasformato in cibo per i vermi. Solo chi cammina nello spirito, arriva alla luce, la sorgente di ogni vita: la sua parte sussisterà in eterno e si moltiplicherà”.
    11. Ai patiti dell'abbigliamento lussuoso e della moda dì seriamente che essi stanno nudi davanti al loro giustissimo Giudice. Il loro lusso passerà come una schiuma; la loro sete di potere e il lusso saranno tramutati nella più bassa schiavitù, ed essi dovranno vergognarsi eternamente della loro stoltezza. Non è dunque un grande stolto colui che si propone di dorare un mucchio di immondizia, e fa incastonare invece le pietre preziose nel più sudicio escremento anzichè nell'oro? Oh, ma quanti, quanti ce ne sono di pazzi ora a questo mondo! La luce, la prendono per tenebra, e la tenebra per luce!
    12. Già sta una stella nell'est, che aprirà la via ad Orione, e il fuoco del Grande Cane tutti li consumerà; e Io voglio scagliarne in grande quantità di stelle dal Cielo sulla Terra, affinchè tutti i malvagi periscano e la Mia luce brilli ovunque.
    13. Io, Jehova, Dio dall'eternità, il Veritiero e il Fedele, come ultimo avvertimento. Amen.
    14. A te, che hai scritto questo malamente sotto dettatura, ciò vale per primo, poi però per tutti gli altri. Amen. Questo dice il Primo e l'Ultimo. Amen.

    http://www.jakoblorber.it/ita/X0028_capitolo01.php


    #39422

    deg
    Partecipante

    A me mette paura sta cosa … :dsfg:
    Tutti questi moniti, minaccie ….

    Questo dio non dice di amarsi bensì di amarlo, di osservare i suoi commandamenti, di non danzare, non fornicare, non giocare, aprire lo spirito ( e come? O-O ), leggere la bibbia …

    Santa Cleopatra! Siamo sempre nella solita storia: Io ti dico quello che devi fare … e tu lo fai.
    Sennò!!!!!! : :scare:

    Forse bisogna leggere tra le righe, se è così non ne sono capace …..


    #39423

    windrunner
    Partecipante

    [quote1222773306=m.degournay]
    A me mette paura sta cosa … :dsfg:
    Tutti questi moniti, minaccie ….

    Questo dio non dice di amarsi bensì di amarlo, di osservare i suoi commandamenti, di non danzare, non fornicare, non giocare, aprire lo spirito ( e come? O-O ), leggere la bibbia …

    Santa Cleopatra! Siamo sempre nella solita storia: Io ti dico quello che devi fare … e tu lo fai.
    Sennò!!!!!! : :scare:

    Forse bisogna leggere tra le righe, se è così non ne sono capace …..
    [/quote1222773306]

    Ciao Deg 🙂
    Più che leggere tra le righe secondo me è già scritto… bisogna però non prenderlo alla lettere e capirne il senso… ma vorrei farti capire meglio…

    Ti prendo l'esempio sul fornicare… verso che a quanto pare fa storcere a molti il naso 😉
    Eccolo:

    10. Ma ai fornicatori e alle fornicatrici dì questo: “Chi cammina nella carne, cammina nella morte, e il suo piacere sarà presto trasformato in cibo per i vermi. Solo chi cammina nello spirito, arriva alla luce, la sorgente di ogni vita: la sua parte sussisterà in eterno e si moltiplicherà”.

    Mi sembra chiaro che fornicare (inteso come atto sfrenato senza ritegno con chiunque quindi… e non inteso in modo più genuino con il proprio/la propria partner) significhi essere totalmente assuefatti da un'illusione bella e buona.
    Se il mondo che viviamo è illusione lo è anche quello. Il piacere momentaneo che si prova è destinato a savnire prima o poi… ed in genere è sempre prima che poi…
    Mentre “chi cammina nello spirito, arriva alla luce, la sorgente di ogni vita” invitando quindi ad evitare il mondo delle illusioni per cercare il “vero” mondo nello spirito… quindi in Sè ed in Dio…

    Ho provato nel mio piccolo a spiegare quello che io sento riguardo a questo testo… non vedo un Dio cattivo in ciò. Vedo un Dio che deve farsi capire dal più umile al più aristocratico, dal più saggio al più illuso. Ed i più illusi sono forse quelli che hanno bisogno ogni tanto che il loro Padre li ammonisca per quello che fanno…

    E' facile lasciarsi andare alle lusinghe del male… il quale con effetti speciali ed ogni sorta di piacere terreno (E QUINDI MOMENTANEO) ci distoglie l'attenzione da noi stessi… cosa ben più ardua è invece mantenersi centrati…

    Ciao ! 🙂


    #39424

    deg
    Partecipante

    Grazie della pazienza Wind!!

    Io mi sento un pochino l'avvocato del diavolo (non nel senso letterale!!).

    Vedi, è che condivido parecchie delle cose che ci dicono le religioni, tutte, non solo il cristianesimo, ma continuo a non capire perché ci sia bisogna che un essere superiore ci dica cosa fare e non fare, o addirittura cosa pensare e non pensare.

    Ognuno SA dentro di sé che cosa è giusta e che cosa non lo è. Sono fermamente convinta che ogni singolo essere umano lo sappia perfettamente.

    Credo inoltre che la prospettiva di una vita spirituale che vada al di là della vita terrena non cambi molto il modo di pensare degli esseri umani; dopo tutto gli umani hanno sempre convissuto con dettami religiosi e/o spirituali, il risultato? :hehe:

    L'Umanità deve crescere, e parecchio pure!
    Ma soprattutto penso che debba smettere di appoggiarsi su delle false religioni.

    Se c'è un “Infinito Intelligente” (mi piace troppo! :cles: ), non credo che possa o voglia controllare, proteggere, consigliare i miseri esseri che siamo noi. Insomma non è un papà!

    Si, forse c'è un piano cosmico, ma c'è anche un treno in partenza per i terrestri, anzi sta già camminando, sta accelerando, e noi dobbiamo assolutamente prenderlo!

    Questa è la sensazione che ho, sempre, fortissima, ma non c'è niente che io possa fare più di quello che sto già facendo, senza nemmeno essere sicura che sia la cosa giusta tra l'altro!

    C'è chi si sveglierà e chi no?
    C'è una selezione naturale in atto?

    Non ho le risposte ma rimango ancorata nella “realtà”, perché è quella che ora percepisco, e cerco di fare del mio meglio, circondata ignara dagli alieni e dai esseri fatati! :hihi:


    #39425

    windrunner
    Partecipante

    Grazie per la tua bella risposta Deg 🙂

    Condivido praticamente tutto ciò che dici e lo sento vero 🙂
    Sta partendo un treno… mi piace vederla così ! 😉

    L'unica cosa sulla quale mi soffermerei è che penso che non siamo venuti dal nulla… insomma la scintilla Divina che è in noi… deve provenire da qualche parte…

    Questo mi fa pensare al fatto che se siamo stati creati allora c'è anche un Creatore…
    e fin qui mi sembra che fili il ragionamento 😉

    Detto ciò si evince che allora questo Creatore si comporti con noi, suoi figli con pieni poteri ma assopiti, come tu faresti con i tuoi figli.

    Porto questo esempio… tu hai più coscienza di un tuo figlio che magari ha 2 anni.
    Hai coscienza del mondo esterno e sai che se attraversi senza guardare non va bene.

    Ma come fai a farlo capire ad un bambino di 2 anni che quindi non ha coscienza ancora del mondo esterno ?

    Gli dirai prontamente: “NON DEVI ATTRAVERSARE LA STRADA SENZA GUARDARE! SE LO FARAI, SE NON SEGUIRAI QUELLO CHE TI DICO VAI SOTTO UNA MACCHINA E MUORI”…

    Magari non proprio così ma rende l'idea !!! 😉

    Ecco che allora il bambino che non ha ancora coscienza capisce tramite l'ordine perentorio del genitore.

    Ora stiamo crescendo… le nostre coscienze si stanno innalzando e molti di noi non si identificano più con la religione. E questo lo condivido pienamente.
    La religione è stata fatta per un determinato periodo. Ordini perentori di un genitore verso i propri figli piccoli…

    Ora che stiamo crescendo… e forse ad un ritmo molto accelerato in quest'ultimo periodo non ha più senso l'ordine perentorio… ed infatti (tranne qualche canalizzatore che non condivido) non ne arrivano più. Non ho più visto personaggi come Cayce, Lorber, ecc.
    Chi si salva forse è solo Wilcock.

    Ecco che secondo me ora abbiamo la possibilità, se lo vogliamo, di poter camminare con le proprie gambe.
    Nella coscienza collettiva (l'Akasha) alla quale attingiamo anche incsapevomente è tutto scritto, sono scritte anche queste lezioni servite in passato, questi ordini… che nel tempo ci hanno portato ad evolvere.

    Ora sta a noi.

    Diciamo la stessa cosa Deg solo che l'ho presa solo un po più alla larga !!! 😉

    Ciao ! 🙂


    #39421
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Se mio padre mi avesse allevato così, dicendomi queste parole, dandomi questi ammonimenti, l'avrei mandato a cagare (permettetemi il termine).


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #39426

    windrunner
    Partecipante

    [quote1222779649=pasgal]
    Se mio padre mi avesse allevato così, dicendomi queste parole, dandomi questi ammonimenti, l'avrei mandato a cagare (permettetemi il termine).
    [/quote1222779649]

    Perchè non ti dicevano di guardare prima di attraversare????

    🙂


    #39428

    iniziato
    Partecipante

    Se è vero il discorso che facevamo io te e richard sullo spirito che si apre a noi, non comprendo questa estraneazione di questo brano, di nuovo mi viene in mente Maometto.


    #39427

    deg
    Partecipante

    😀
    Concordo con Pasgal e stavo per scriverlo anch'io!!

    I miei figli non attraversano da soli perché, con amore e premura, ho spiegato loro le ragioni e non perché ho dato un ordine perentorio!

    Se dio ci consideri come tante persone considerano i propri figli, allora è dio che deve crescere (senza offesa!), perché non ha ancora capito che i suoi figli capirebbero meglio con le spiegazioni e non le minacce!

    Ma sono sicura Wind, che non intendevi dire questo!! :vir:


    #39429

    windrunner
    Partecipante

    In un certo senso Deg :vir:

    Non capisco dove vedete le minacce… insomma arriva un geologo qualsiasi che apprfondisce alcune tematiche e dice con termini moderni che con l'aumento delle vibrazioni al quale stiamo assistendo tutto ciò che “vibra negativamente” non potrà più esistere, verrà in qualche modo distrutto. E questo non suscita tanto clamore quanto interesse.
    Arriva il primo contattista di turno dicendo che verremo spazzati via dall'ira di Dio e solo i giusti rimarranno. Questo fa un po più clamore ma comunque viene seguito con interesse.
    L’antica profezia Maya difatti termina con le seguenti parole d'avvertimento: “…se entro questo termine (il 2012) l’umanità non avrà raggiunto un certo grado di evoluzione, sarà sostituita”. Da quale razza, o come, non ci è dato saperlo.
    Ed anche questo viene visto con molto interesse.

    Poi arriva un uomo del 1800 che con il linguaggio di allora… magari un po arcaico e dice:
    “Già sta una stella nell'est, che aprirà la via ad Orione, e il fuoco del Grande Cane tutti li consumerà; e Io voglio scagliarne in grande quantità di stelle dal Cielo sulla Terra, affinchè tutti i malvagi periscano e la Mia luce brilli ovunque.”

    Mi sembra quasi di sentire una profezia maya… e cosa succede? Apriti cielo perchè questo pare provenire da Dio? Connessioni con Maometto e quant'altro…

    Insomma proprio non riesco a capire… si parla con tono e per un'epoca del 1800… e ripeto 1800. Cosa vi aspettavate di sentire… parlare di campi di torsione forse?

    Non ci vedo nulla di diverso rispetto a quanto ho citato prima… è solo detto in maniera diversa… ma la sostanza è identica.

    Potreste obiettare che questa proviene da un Padre e quindi è brutto e cattivo se ci dice queste cose. Io non lo penso.

    Penso che invece sia un messaggio molto costruttivo dove anche se con tono imponente ci viene detto di allontanarci dalle illusioni terrene.
    COSA CHE TUTTI DICONO. IN TUTTE LE SALSE. IN TUTTI I MODI. DA ORIENTE AD OCCIDENTE.

    Ma insomma… aspettate davvero che arrivi una bella astronave pieni di luci dorate e fatate che con un click elimina e modifica ciò che noi siamo?

    Noi siamo il risultato delle nostre azioni e se non ci lavoriamo noi stessi nessuno potrà farlo…

    Questo è quello che penso.


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 11 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.