Veleno lento

Home Forum SALUTE Veleno lento

Questo argomento contiene 2 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da farfalla5 farfalla5 8 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #58597
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    Veleno lento
    L’additivo alimentare MSG (glutammato monosodico E621) è un veleno lento.

    [color=#ff0000]L’MSG si nasconde dietro 25 nomi o più come “CONDIMENTO (AROMA) NATURALE”.
    L’MSG è, anche, nel vostro caffè favorito da Tim Horton e Starbuck! [/color]

    Mi sono chiesto se potesse esserci un prodotto chimico attuale che causasse l'epidemia di obesità massiccia ed è anche ciò che ha fatto uno dei miei amici, John Erb. Egli faceva l'assistente di ricerca all'università di Waterloo in Ontario, Canada, ed ha trascorso diversi anni a lavorare per il governo. Ha fatto una scoperta sbalorditiva passando in rassegna dei giornali scientifici per la stesura del suo libro intitolato “L'avvelenamento lento dell'America”: nel corso di centinaia di studi in varie parti del mondo, alcuni scienziati hanno creato topi e ratti obesi per utilizzarli in test di studio su diete o sul diabete. Nessuna specie di topo e di ratto è naturalmente obesa, perciò gli scienziati devono produrli: ne fanno delle creature morbose iniettando loro dell’MSG fin dalla nascita. Hanno anche un nome per questi grassi roditori ai quali danno origine: “TOPI TRATTATI ALL’MSG.”

    L’MSG triplica la quantità di insulina che il pancreas secerne causando l'obesità dei topi (e forse delle persone). Quando ho sentito ciò sono rimasto scioccato e mi sono recato nella mia cucina controllando sia dispensa che frigorifero. L’MSG era dappertutto: le zuppe Campbell, i Doritos Hostess, le patatine Lays, il condimento Ramen, l'hamburger Helper di Betty Crocker, la salsa Gravy di Heinz, i pasti preparati di Swanson e le salse per insalata Kraft (particolarmente quelli a basso tenore calorico). I prodotti che non menzionavano il MSG sulla loro etichetta includevano qualche cosa denominata “PROTEINA VEGETALE IDROLIZZATA” che è giusto un altro nome per definire il glutammato monosodico. L’MSG è menzionato sotto differenti nomi fatti per ingannare chi legge l'elenco di ingredienti e scoraggiarlo a tenersi aggiornato. Altri nomi sono in inglese: “accento”, “aginomoto”, “natural meat tenderizer (inteneritore naturale per la carne ecc.). È incredibile vedere fino a che punto il cibo con il quale nutriamo quotidianamente i nostri bambini è riempito di questa sostanza.

    Ma non è tutto. Abbiamo cominciato a chiedere ai ristoranti quali pietanze dei loro menù contenevano dell’MSG. Parecchi impiegati, compresi i gestori, hanno giurato che non utilizzavano MSG. Ma, quando chiedevamo l'elenco degli ingredienti che ci procuravano a malincuore, l'MSG e la proteina vegetale idrolizzata erano ovunque: Burger King, McDonald's, Wendy's, Taco Bell; inoltre, anche i ristoranti di migliore qualità come il TGIF, il Chili's, l'Applebee's e Denny's, utilizzano l’MSG in abbondanza. Il ristorante PFK (Kentucky Fried Chicken) è sembrato essere il peggiore: l’MSG era in ogni piatto di pollo, salsa per insalata e il sugo marroncino. Non c'è da stupirsi che amo mangiare lo strato della pelle…. la loro spezia segreta è, infatti, l’MSG! Perché l’MSG è presente in così tanti prodotti alimentari che mangiamo? È un conservante o una vitamina? Né l'uno né l'altro secondo il mio amico John Erb. Nel suo libro “L'avvelenamento lento dell'America”, deduce che l’MSG è aggiunto all'alimentazione per avere un effetto di dipendenza. Anche il sito web di propaganda, finanziata dal gruppo di lobby dei fabbricanti alimentari che sostengono l'utilizzo del MSG, spiega che la ragione per la quale lo aggiungono all'alimentazione è di aumentare la “voglia” ai consumatori. Uno studio su delle persone anziane ha dimostrato che le persone più vecchie mangiano di più quando del MSG è aggiunto al loro cibo. L'associazione del gruppo di lobby per il MSG dice, dunque, che mangiare è una buona cosa per le persone anziane.

    Ma che cosa ne è di noi? Ecco la pubblicità delle patatine Lays: “Scommetto che non ne puoi mangiare una sola…”, assume dunque un nuovo significato quando è implicato l’MSG! E noi ci chiediamo perché la nazione è al di sotto del peso forma! Gli stessi fabbricanti di MSG ammettono che rendono dipendenti le persone ai loro prodotti: la gente sceglie le loro merci piuttosto che quelli dei competitori, e ciò li fa mangiare più che se l’MSG non fosse stato aggiunto. Non soltanto l’MSG è stato identificato scientificamente come causa di obesità, ma è una sostanza che provoca dipendenza. Dalla sua introduzione nell'alimentazione americana, cinquanta anni fa, l’MSG è stato aggiunto in dosi sempre maggiori ai pasti preparati, alle minestre ed ai menù dei fast-food dai quali siamo spesso tentati di mangiare ogni giorno.
    Il FDA non ha stabilito nessun limite in rapporto alla quantità che può essere aggiunta al cibo: pretendono che non vi sia pericolo nell'assumerne in grande misura. Ma, come possono affermarlo con tanta sicurezza, quando esistono moltissimi studi scientifici con i seguenti titoli:

    • “I topi obesi al glutammato monosodico (MSG) come modello per lo studio degli obesi.” Gobatto Ciò – Mello Mio – Souza CT – Ribeiro IA. Re. Comune Molle Pathol Pharmacol.(2002);

    •”L'adrenalectomia sopprime la secrezione di serotonina ipotalamica tanto nei topi normali che in quelli obesi agli MSG” Guimaraes RB – Tell MM. Choelo VB – Mori C. – Nascimento LE. CM. – Ribeiro Brain Re. Bull. (agosto 2002);

    • “L'obesità indotta spontaneamente nel trattamento neonatale al glutammato monosodico ai topi ipertensivi: un modello animale con molteplici fattori di rischio ” Iwase M., Yamamoto M. – Lino K. – Ichikawa K. – Shinohara N. – Yoshinari Fujishima -. Hypertens Re. (marzo 1998);

    • “Lesioni ipotalamiche provocate dall'iniezione di glutammato monosodico durante il periodo di allattamento e lo sviluppo successivo dell'obesità.” Tanaka K. – Shimada M. – Nakao K. – Kusumoki. Exp Neurol. (ottobre 1978).

    No, la data di questo ultimo titolo non è un errore di stampa; è stata pubblicata nel 1978. Tanto la «comunità di ricerca medica» che i «produttori del settore alimentare» conoscono gli effetti secondari dell’MSG da decenni. Peggio ancora, degli studi citati nel libro di John Erb collegano l’MSG al diabete, a emicranie e mal di testa, all'autismo, ai DADH ed anche all'Alzheimer. Che cosa possiamo compiere per impedire alla produzione alimentare di mettere questo MSG, che favorisce adiposità e provoca dipendenza, nelle nostre provviste commestibili causando l'epidemia di obesità che constatiamo adesso? Parecchi mesi fa, John Erb ha presentato il suo libro e le sue inquietudini ad uno dei più alti funzionari governativi della salute in Canada. Mentre era seduto nell'ufficio governativo il funzionario gli ha detto: “Di sicuro so fino a che punto l’MSG è nocivo: non toccherei questa sostanza”. Ma questo alto funzionario nega di dire al pubblico ciò che conosce. Neanche i grandi media vogliono comunicarlo al popolo temendo i problemi che causerebbe con i produttori: sembra che le conseguenze sull'industria del fast-food potrebbero nuocere ai loro margini di profitto. I fabbricanti alimentari e i ristoranti ci hanno reso per anni dipendenti ai loro articoli, ed ora, ne paghiamo il prezzo.

    Cosa posso fare a questo proposito? Sono giusto un portavoce! Come posso agire per fermare l’intossicazione dei nostri bambini mentre i governi assicurano la protezione finanziaria dell'industria che ci avvelena? Questo messaggio è inviato a ciascuno di voi che conosco nella speranza di farvi sapere questa verità che le imprese, i politici ed i media non vi diranno. Il modo migliore di aiutarvi a salvare voi e i vostri bambini dall'epidemia provocata da questa droga (MSG) è di spedire questo articolo a tutti e ad ognuno: con un pò di fortuna potrà circolare sul pianeta prima che i politici non adottino una legislazione che protegga quelli che ci inquinano.

    L'industria alimentare ha imparato molto dalle imprese del tabacco. Immaginate se i giganti del tabacco avessero avuto un progetto di legge così prima che qualcuno non avesse denunciato la nicotina? Se siete fra le persone che vogliono credere che l’MSG è buono per noi e che non prendono sul serio ciò che John Erb dice, potete fare una vostra ricerca personale. Cercate la Biblioteca Nazionale della Medicina al sito http://www.pubmed.com e digitate le seguenti parole: “MSG obèse”, poi leggete alcuni dei 115 studi medici che appaiono. Noi, il pubblico, non vogliamo essere i topi di un colossale esperimento e non approviamo gli alimenti che ci trasformano in una nazione di obesi e di letargici incrementando l'industria alimentare mentre aspettiamo il trapianto cardiaco, l'amputazione causata dal diabete, la cecità o altre patologie provocate dall'obesità sotto forma di una mortalità precoce.

    Con il vostro aiuto possiamo mettere fine a tutto questo che ci danneggia: partecipate diffondendo questo messaggio, verbalmente o per posta o stampandolo, ai vostri amici nel mondo intero contribuendo a fermare questo “avvelenamento lento dell'uomo” dell'industria alimentare confezionata. Denunciare l’MSG è nostra responsabilità: passate parola.

    http://sois.fr/nouvelles_du_mois/?lang=it


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #58598
    farfalla5
    farfalla5
    Partecipante

    GLUTAMMATO MONOSODICO: CHE DANNO!!

    Nei cibi conservati delle grande distribuzione è una presenza assidua, palese o occulta… si chiama “in gergo” E621 ma lo troviamo camuffato anche con altri nomi apparentemente più innocenti: “idrolizzato proteico”, “proteine vegetali”, “isolato proteico di soia”, “proteina concentrata di soia”, “aromi naturali”, “enzimi”, “autolisato di estratto di lievito” e “lievito”.

    Nella sostanza non cambia la solfa: è un grave danno alla nostra salute e di lui si sospetta seriamente che tra i reali effetti collaterali ci siano anche malattie degenerative , cardiovascolari, disturbi del comportamento, diabete, glaucoma e… sovrappeso. Negli ultimi decenni è stato oggetto di molte ricerche dai risultati davvero sconcertanti, come ci ricorda il Dr Perugini Billi in una recente intervista su La Stampa:

    “È noto ormai da 50 anni che per provocare un rapido soprappeso in un animale basta creare danni puntiformi nell’ipotalamo. Il glutammato è in grado di fare la stessa cosa. Il problema è che gli esseri umani sono 5 volte più sensibili alla tossicità del glutammato del più sensibile degli animali da laboratorio e i lattanti sono 4 volte più sensibili degli adulti. Secondo alcuni esperti, è la precoce esposizione al glutammato una della cause dell’aumento di obesità tra le nuove generazioni.

    Nel 1957 alcuni ricercatori stavano cercando di capire se un amminoacido molto comune nel nostro corpo, l’acido glutammico, era in grado di riparare i danni retinici. Nutrirono dei topi con questo amminoacido, nella particolare forma di glutammato monosodico (MSG). Quello che scoprirono fu scioccante. Tutte le cellule della retina erano state letteralmente spazzate via, semplicemente non c’erano più.
    Circa 10 anni più tardi il Dr John Olney, neuroscienziato e ricercatore americano, decise di utilizzare questo sistema di distruzione della retina per studiare le connessioni tra visione e cervello. Scoprì che il MSG non solo danneggiava la retina, ma anche alcune aree specifiche del cervello, principalmente l’ipotalamo.
    Inoltre, scoprì che provocava una sovreccitazione dei neuroni talmente forte che alla fine queste cellule morivano. Chiamò questo fenomeno “eccitotossicità.
    Da allora sono stati condotti numerosi studi e oggi sappiamo che l’acido glutammico è uno dei più comuni neurotrasmettitori presenti nel cervello e che influenza funzioni come l’ attenzione, l’apprendimento, la memoria, il controllo del sistema endocrino e l’emozioni.

    Questo amminoacido tuttavia non distrugge le cellule nervose, perché un sistema di controllo tiene entro certi limiti i suoi livelli nel cervello. La stessa cosa però non avviene con il MSG, che è libero di provocare danni cellulari anche gravi.
    Si sospetta infatti che il consumo di questa sostanza sia associato ad alcune malattie degenerative del sistema nervoso (Alzheimer, Parkinson, neuropatie, schizofrenia, depressione, disturbi del comportamento e dell’apprendimento, autismo ecc.), al diabete, alle malattie cardiovascolari, al glaucoma e alla degenerazione maculare”.
    http://saluteolistica.blogspot.com/2009/02/glutammato-monosodico-che-danno.html


    IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
    E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
    Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.

    #58599
    prixi
    prixi
    Amministratore del forum

    🙁


    "Il cuore è la luce di questo mondo.
    Non coprirlo con la tua mente."

    (Mooji - Monte Sahaja 2015)

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.