Viaggio dal futuro.

Home Forum PIANETA TERRA Viaggio dal futuro.

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da  UFOTAV 10 anni, 2 mesi fa.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #66763

    UFOTAV
    Partecipante

    Sappiamo che la distanza tra le stelle si misura in anni -luce. Prendendo un stella lontana 20000 anni luce, quando l' immagine della stella arriva sulla Terra, sono passati 20000 anni. Quando inventeremo le macchine che viaggiano più veloci della luce ( ufo ), raggiungeremo la stella lontana 20000 anni luce in poco tempo. Ma vedremo anche l' evolversi rapido della storia di quella stella e dei suoi pianeti. Se avremo a disposizione una semplice macchina, viaggeremo, all' interno dei 20000 anni che ci separano da quella stella e conosceremo ciò che è accaduto sui pianeti di quella stella durante i 20000 annni.


    #66764

    iniziato
    Partecipante

    20000 mila anni … non sono pochi, tutta la storia di 20000 mila anni, c'è la faranno le nostre cellule a immagazzinare tutti quelle informazioni?


    #66765
    Quantico
    Quantico
    Partecipante

    [quote1207082795=UFOTAV]
    Sappiamo che la distanza tra le stelle si misura in anni -luce. Prendendo un stella lontana 20000 anni luce, quando l' immagine della stella arriva sulla Terra, sono passati 20000 anni. Quando inventeremo le macchine che viaggiano più veloci della luce ( ufo ), raggiungeremo la stella lontana 20000 anni luce in poco tempo. Ma vedremo anche l' evolversi rapido della storia di quella stella e dei suoi pianeti. Se avremo a disposizione una semplice macchina, viaggeremo, all' interno dei 20000 anni che ci separano da quella stella e conosceremo ciò che è accaduto sui pianeti di quella stella durante i 20000 annni.
    [/quote1207082795]

    Einstein sosteneva fosse impossibile superare la velocità della luce, niente può andarepiù veloce della luce, casomai riteneva possibile accorciare la distanza da percorrere curvando lo spazio-tempo.

    ES. prendiamo un foglio bianco, questo sarà il nostro spazio.
    Alle estremità più lontane facciamo 2 punti, che saranno 1 punto la nostra partenza, e 1 punto il nostro arrivo.

    Ora se con un righello tracciamo una linea retta tra i 2 punti vedremo che cè una bella distanza da percorrere, ma se pieghiamo il foglio su se stesso ed andiamo ad unire i 2 punti avremo impiegato un attimo per attraversarli.

    Questa era l'idea di Einstein curvare lo spazio-tempo


    #66766

    deg
    Partecipante

    infatti! considerando le ( poche) dimensioni da noi percepite, l'esempio di Quantico è perfetto. In realtà non possiamo meglio immaginare, al livello visivo, la rappresentazione di queste dimensioni a noi precluse e che permetterebbero probabilmente uno spostamento veloce, se non instantaneo, nello spazio-tempo. E tutto questo by-passando il problema del superare la velocità della luce.
    Mo chiedo però: si potrebbe dunque viaggiare in tutti e due i sensi? Verso il futuro come verso il passato?


Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.