voladores

Home Forum MISTERI voladores

Questo argomento contiene 25 risposte, ha 11 partecipanti, ed è stato aggiornato da  laurah 8 anni, 6 mesi fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 26 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #13211

    laurah
    Partecipante

    qualcuno ha letto l'opera di Castaneda ? cosa ne pensate ? in particolare dei voladores
    http://www.carloscastaneda.it/Libri-Castaneda/Citazioni-Il-Lato-Attivo-dell-Infinito/2-Predatori-occulti-los-voladores.htm
    io ho letto solo i primi libri, non lo conosco bene
    http://fiammegemelle.com/content/los-voladores-le-inedite-rivelazioni-di-castaneda-sull-esistenza-delle-
    ma, accidenti se è inquietante; del resto è la vita di tutti i giorni che, per me, è inquietante
    http://www.menphis75.com/los_voladores.htm


    #13212

    zret
    Partecipante

    Sono quelli che nei vangeli gnostici sono definiti Arconti…


    #13214

    laurah
    Partecipante

    [quote1269465577=zret]
    Sono quelli che nei vangeli gnostici sono definiti Arconti…
    [/quote1269465577]

    ma gli arconti non hanno creato questo mondo secondo lo gnosticismo ? i voladores non hanno creato nulla, almeno niente ho letto in tal senso.
    Lo dicevo che questo mondo era opera di demoni fetenti e fetenti proprio tanto #fisc


    #13215

    zret
    Partecipante

    Laurah, sono simili. Le sfumature sono nitide, talvolta. In ogni caso, è evidente che il mondo è la sentina in cui si accumulano le scorie arcontiche.


    #13213

    zret
    Partecipante

    Anzi liquami.


    #13216
    sphinx
    sphinx
    Partecipante

    Se siete interessati a saperne di più, in questo sito,troverete il film “lo sfidante” si scarica gratuitamente, e personalmente l'ho trovato di grandissimo interesse.

    :bay:
    http://www.marenectaris.net/


    #13217

    Druze yelo
    Partecipante

    Io ho letto e possiedo tutti i libri usciti di Carlos Castaneda,bella storia e niente di più(per me).”Los voladores”,come vengno chiamati da Castaneda sono esseri “inorganici” con cui gli antichi toltechi”non ricordo il termine esatto”fecero un patto,da quel momento ci “accompagnano”dalla nascita cibandosi della nostra energia.Castaneda prosegue affermando che la loro tattica per nascondersi è:donarci la loro mente,per questo Castaneda e compagni identificano il [u]cakra della corona[/u] come la mente del voladores proprio perchè è diverso da tutti gli altri(in diretto contrasto con tutta la cultura indiana che lo identifica in ben altro modo).

    Parere personale:Castaneda descrive un universo che è perfetto per i pessimisti:gli uomini non possono esprimere la propria capacità perchè i voladores prendono tutta la loro energia,quando si muore si va direttamente nello”stomaco dell'aquila:l'universo identificato come una creatura vorace che crea solo per consumare le cose create una volta finita la loro vita,evviva…(tutto questo in diretto contrasto con quello che è stato detto dai santi e i saggi di ogni epoca e cultura)


    #13218

    Erre Esse
    Partecipante

    Certo, la versione di Castaneda e compagni, è effettivamente “romanzata”,
    ciònonostante, è possibile che dietro la leggenda dei “Voladores” vi sia qualcosa di vero, per esempio una forma di organismi – o macchine organiche – che si cibano del dolore e delle negatività.


    #13219
    giusparsifal
    giusparsifal
    Partecipante

    La storia è nota, sebbene in tante altre varianti… Matrix, ad esempio è la sua trasposizione tecnologica…


    #13220

    laurah
    Partecipante

    [quote1269591303=Erre Esse]
    Certo, la versione di Castaneda e compagni, è effettivamente “romanzata”,
    ciònonostante, è possibile che dietro la leggenda dei “Voladores” vi sia qualcosa di vero, per esempio una forma di organismi – o macchine organiche – che si cibano del dolore e delle negatività.

    quello che sia non so davvero, non posso fare affermazioni di sorta ma l'idea che a qualcuno-qualcosa facesse pro il nostro dolore è da un pò che mi era venuta, prima di leggere dei voladores e prima di leggere degli arconti. C'è troppo dolore nelle nostre vite, e non si spiega, non è vero che è una inevitabile conseguenza dell'esistenza: una esistenza come quella che si trascinano appresso la maggior parte di noi, non è vita, non sarebbe, non esisterebbe se non facesse pro a qualcuno-qualcosa; e quel qualcuno NON SIAMO NOI . Questo è quello che penso ma neanche i miei pensieri mi appartengono più di tanto, sono la conseguenza delle esperienze, letture, incontri che mi è capitato di fare

    [/quote1269591303]


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 26 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.