Gary McKinnon: Hacker lontano dalla Verità e il Fallimento della Comunità del Disclosure?

Il Giornale Online
di David Griffin – Exopolitics UK

Con una dose di oscura ironia alcuni di noi hanno guardato i titoli dei notiziari Britannici il 30 Luglio, la stessa mattina in cui Gary McKinnon, a Londra, ha visto rigettare il suo appello alla Corte dei Lords ( http://www.publications.parliament.uk/pa/ld200708/ldjudgmt/jd080730/mckinn-1.htm ) riguardo la sua estradizione in USA. L'ironia viene dal fatto che il tioloto primario a fianco della situazione di Gary, indicava che molte compagnie avrebbero alzato il costo del carburante in UK di un incredibile 70%, nonostante gli ultimi profitti aumentati del 56% a £4.3 miliardi ($8.6 miliardi). ( http://www.ft.com/cms/s/0/ae695a68-5d3e-11dd-8129-000077b07658.html )

Chiunque abbia seguito il caso di Gary dal suo arresto tramite l'unità Crimini Hi Tech nel Marzo 2002, può sapere che uno dei principali fattori che hanno catalizzato le sue azioni è stato questo:

“In Inghilterra gli anziani muoioni ogni inverno perchè devono scegliere tra il riscaldamento e il cibo.”

McKinnon credeva sinceramente che nuovi sistemi per la produzione di energia in grado di cambiare la situazione, venissero nascosti dal complesso industriale-militare e che noi avessimo il diritto di saperlo.
Avendo un interesse da lungo termine nel campo UFO fin da piccolo e poi avendo visto la conferenza del Disclosure Project del 2001, Gary conosceva l'inestricabile collegamento tra tecnologia over-unity, ad anti-gravità o a flusso-quantico e i veicoli avanzati guidati da intelligenze che ci visitano e probabilmente da fazioni terrestri. Questo ha dato inizio ad una ricerca per una vera informazione.

Gary ride all'idea di essere definito un hacker efficiente. Tramite autoapprendimento di conoscenze informatiche nell'uso del PC e conoscenze di base delle reti, è riuscito ad avere accesso a diverse reti militari, inclusa la NASA e ha dato un'occhiata in giro. Accetta un giudizio della corte per il suo operato, ma del livello di una carcerazione a breve termine o di un periodo in comunità nel suo Paese, mentre, per varie ragioni, il suo “crimine” è stato dirottato dalle autorità USA e rischia una carcerazione a lungo termine su suolo USA. Alcuni ufficiali hanno affermato di volerlo vedere “friggere” una volta estradato. Dato che McKinnon può essere visto come un attivistà per la ricerca della verità nel campo ufologico ed esopolitico, l'intera comunità avrebbe potuto fare di più per evidenziare la sua causa e prevenire l'amplificazione del giudizio?

McKinnon non ha solo scoperto importanti dati per l'esopolitica, ha anche scoperto che le reti elettroniche militari e dell'intelligence erano molto insicure. Usando un software (che ha contribuito alla sua cattura) chiamato Remotely Anywhere, McKinnon ha potuto visitare dei server e dei PC singoli in rete, con diritti di amministratore. Le password su diverse reti erano spesso vuote o di default e persino dopo essere stato notato un paio di volte, ha evitato il peggio dichiarandosi su schermo “amministratore di sistema per controlli di sicurezza”.

Molte persone credono che questo entusiasmo nel prendere di mira Gary, da parte delle autorità USA, sia dovuto all'umiliazione che devono aver provato gli incaricati alla sicurezza di rete e i loro superiori. Infatti Gary è stato perseguito quando ha affermato che numerosi indirizzi IP provenienti dall'esterno, stavano regolarmente facendo quello che faceva lui e molti venivano dalla Cina. Quindi è come se il Pentagono avesse notato diversi pensionamenti anticipati e si fosse spostato del personale, pretendendo che si trattasse di una carenza momentanea, ma in realtà è che per anni prima dal caso di McKinnon, ci sono state transazioni di hacker, libere per tutti, sulle reti militari e di intelligence. E' sfortuna che un cittadino Inglese con (qualunque sia la vostra visione morale sulle sue attività) intenti umanitari, ora debba aspettarsi 60 anni di galera, quando possibili attori di maggior minaccia, sono ancora liberi dietro i propri rispettivi computers.

Gary ha visto la testimonianza della ex impiegata della NASA, Donna Hare, ( http://www.exopolitics.org.uk/donna-hare-%11-disclosure-project-witness/ ) come parte del Disclosure Project. Ha specificato che precise costruzioni venivano eliminate dalle immagini satellitari, prima del loro rilascio al pubblico. Dopo molta ricerca, McKinnon afferma di aver scoperto esempi di questa pratica, incluse cartelle nominate “toccate” e “non toccate”. Una immagine in particolare mostrava un chiaro ed enorme oggetto sopra la Terra, prima di una cancellazione con photoshop, ma afferma la dimensione di tale file ha compromesso il suo scaricamento sul pc di casa a Londra, in quanto era nell'era delle connessioni a 56k.

Ancora più interessante benchè ugualmente non provabile, sono un paio di altre cose che ha trovato. E' importante ricordare che McKinnon spese molte ore online in queste reti e scoprendo diverso materiale, per la sua ossessiva ricerca nel campo UFO, che lo spingeva a continuare. Prima del suo arresto, Gary aveva scoperto due cose su cui si dibatte da sempre in questo campo. La prima è stata la lista di “ufficiali non terrestri” e la seconda è stata un foglio che elencava “trasferimenti da flotta a flotta”.

Dato che alcuni ricercatori parlano di un separato programma spaziale oscuro che esisterebbe dietro le immagini usuali che la NASA rilascia al pubblico, mi sembra possibile che un programma spaziale segreto, forse con supporto storico e corrente da parte di gruppi ET, sia in operatività e che richieda un equipaggio. Forse “ufficiali non terrestri” indica un gruppo non terrestre ma che opera da qua? La realtà può essere più semplice, qualcuno suggerisce che questo significhi “equipaggio per la riparazione satellitare”?! Ugualmente interessante è il foglio con i trasferimenti da flotta a flotta. Quando pensiamo a flotte, solitamente pensiamo a “navi”, anche se Gary afferma di aver controllato i nomi che vide sui vascelli navali attivi e non ha trovato congruenze. Come se si trattasse di flotte che si riferiscono ad un programma spaziale coperto da Nasa e Pentagono.

Nel dibattito si è cercato di escludere il significato che queste scoperte potevano avere, ma vorrei vedere queste possibilità in modo aperto, considerando il fatto che sappiamo quanto nei black projects la realtà sia ben più avanti rispetto a quanto si sappia pubblicamente e inoltre abbiamo evidenza di visite ET e di contatti tra umani ed ET. Abbiamo bisogno di un approccio più aperto alla ricerca di quanto fosse prima. Gli elementi ufologici ed esopolitci vanno visti come un mosaico, invece che in un formato lineare, come al solito. Dato questo e aggiungendo i dati su programmi spaziali segreti e contatti ET, diviene possibile che queste due scoperte di McKinnon siano ciò che abbiamo suggerito, ovvero che abbiano spiegazioni che vanno oltre a quelle terrestri.

Recentemente le scoperte di Gary, credo che si possano ritenere parallele a quelle dell'inglese John Lenard Walson. Sul sito Exopolitics UK ho commentato il punto per cui se metà di ciò che JLW ha localizzato nell'alta orbita terrestre è vera tecnologia, allora potremmo avere liste di ufficiali spaziali attivi e liste di trasporti su navi fuori dal pianeta.

Quindi con le ultime vicende, Gary è a un passo dal trovarsi davanti ad un tribunale militare in stile Guantanamo, che potrebbe portarlo a 60 anni di galera: sì così tanto. Dato che McKinnon rifiuta l'accusa di aver causato migliaia di dollari di danni sulla rete e di averlo fatto per giusta causa (forse con qualche piccolo scherzetto innocuo), questo si può giustificare? Sembra che alcune discussioni dietro le scene abbiano portato alla chiusura della Corte dei Lords verso il suo appello, cosa che non sorprende viste le correnti relazioni UK-USA contro l'amplificato stato “terroristico”. E' ancora una triste accusa sul Regno Unito, siamo già stati conosciuti per il nostro supporto a ciò che alcuni considerano diritti umani moderni. Il risultato pubblicato non è uno shock, quando scopriamo che l'autore principale è stato un membro della Commissione del Servizio d'Intelligence, non un ruolo che ha un periodo di “pensionamento” fors

Rimane ancora la Corte Europea per i Diritti Umani da interpellare, ma come sottolineato in recenti discussioni, il caso di Gary è difficile da inquadrare in questi sistemi. Questo è nuovamente ironico, perchè tornando indietro, il caso di McKinnon riguarda diritti umani, abbiamo una carenza di concetto nei sistemi pubblici, civili e legali che porta a non vederlo in questo modo.
Abbiamo visto come i servizi di Intelligence USA e i media tradizionali hanno legato le azioni di Gary a quelle di un “pirata cibernetico” e “terrorista”, termini entrambi sufficienti per ridurre il suo supporto e aggiungere un'etichetta al campo UFO/energie alternative.
Non solo i gruppi per la libertà hanno fallito ad allinearsi alla causa di Gary, ma anche pochi nel campo UFO ed Esopolitico, hanno dato buon supporto.

Però il sito di supporto Freegary.org.uk e il sito Exopolitics.org.uk hanno tentato di pubblicizzare il caso di McKinnon mentre proseguiva. Questo ha preso la forma negli ultimi anni, dello scrivere a certi MP, visitare un MP in carica, parlarne a conferenze ed eventi e distribuire volantini e materiale mediatico online ed offline. Recentemente abbiamo distribuito modelli di lettere che le persone possono spedire al Parlamento Inglese, ai MPs e infine all'ufficio diretto della Corte dei Lords e al Parlamento. Comunque ho ancora la sensazione che la comunità avesse potuto fare di più, ma sembra che abbiamo accettato il solo rimbalzo del caso tra autorità, media tradizionali e pubblico consenso, senza molto intervento.

Ciò che abbiamo essenzialmente riassunto dal caso di McKinnon è un esempio realistico di ciò che accade quando qualcuno tenta qualcosa di tangibile nella ricerca per la rivelazione e per la verità nel campo UFO e nuovi sistemi energetici. Abbiamo ancora ottimismo verso questo obiettivo e verso un nuovo mondo, ma ricordiamo che questo non può accadere e non accadrà senza l'attività umana, è la natura della bestia che stiamo collettivamente affrontando.

E' triste che quando qualcuno ha necessità di piena risposta da una (non insignificante) comunità Ufologica/Esopolitica, questa non si materializza. Vedendo questo, ora sono dubbioso che questo campo abbia l'abilità di gestire altri seri casi che potranno avvenire nel continuare a spingere per nuovi sistemi aperti ed etici in merito all'energia e alla comunicazione fuori dal pianeta. E' molto bello sorridere e arrivare ad una rivelazione, ma questo sarà un nuovo mondo corrotto, post-rivelazione, se non supporteremo coloro che cadranno per la strada.

Dobbiamo sottolineare che da varie aree è stato dato supporto. In risposta ai suddetti punti, Alfred Webre di Exopolitics.com ha evidenziato la complessità della situazione:

“Abbiamo cercato di comunicare con gli Avvocati, con Gary e con la sua famiglia e non abbiamo avuto successo nell'ottenere l'approvazione per una campagna della comunità Esopolitica e mediatica, che noi siamo pronti a produrre.”

“Personalmente sento che questo sia stato un errore strategico nel team legale di Gary e che lo sia ancora, specialmente date le parole dell'avvocato di Gary sulla TV BBC di oggi ( http://news.bbc.co.uk/2/hi/uk_news/7533221.stm ), sull'effetto per cui l'Inghilterra non ha processato Gary, perchè hanno voluto lasciare agli USA la libertà di farlo. Questo lo rende un caso politico e non capisco la logica degli avvocati di Gary, nel non voler lasciarci agire per evidenziare largamente la questione politica degli UFO.”

Alfred Webre ha indicato che non è stato ricevuto in consenso dalla famiglia e dal team legale in modo formale, infatti abbiamo appreso che l'estradizione stava proseguendo nonostante Alfred si fosse offerto con la sua esperienza come giudice per i diritti internazionali e umani. La difficoltà che hanno avuto da parte di Gary, è stato decidere se alzare ulteriormente la questione politica, allineando il caso con le questioni che riguardano il disclosure.

L'ultima cosa che vogliamo è che Gary divenga una specie di “ragazzo poster” per la questione UFO e disclosure, potrebbe portare ulteriori problemi. A livello personale credo pienamente che se fosse toccato a Gary, avrebbe accettato un supporto più formale da questa comunità. Sicuramente non ha avuto paura di commentare la questione 11 Settembre ( http://www.exopolitics.org.uk/news/2008/uk-observer-%11-mckinnon-article-update/ ) in una intervista fatta alcuni giorni prima dell'udienza.

Un paio di punti mi vengono in mente. Uno è che il fatto è andato avanti dal 2001/2. Sappiamo che diversi anni fa si intravvedeva una estradizione o che i militari USA si sarebbero assicurati che divenisse un esempio spoporzionato. Venne fatto molto poco da questa comunità al tempo. Eravamo molto felici di dibattere infinitamente le due o tre gemme di informazione che ha scoperto, ma meno interessati ad assicurarci che un ricercatore non soffrisse per la ricerca di tali informazioni per il disclosure.

In secondo luogo, data le complessità sollevate dall'offrire un supporto politico da questo campo, era possibile (e lo è ancora) pensare a diversi modi per aiutare. So che è un obiettivo enorme, perchè significa scontrarsi con un forte rete legale, politica e militare, ma in altre aree dove qualcuno ha preso posizione per la verità, questo è accaduto a vari gradi, per creare qualcosa a favore della nostra visione.

Dato questo, molte persone che si considerano dei protagonisti nell'area esopolitica/free-energy/UFO, devono essere ben consapevoli di quanto l'argomento si avvicini con difficoltà alla grande popolazione, dobbiamo anche realizzare che serve un maggiore sforzo quando qualcuno nella nostra comunità, con intenzioni altruistiche, cerca di agire e rimane colpito. Col Disclosure Project vediamo molto personale civile e militare che essenzialmente viola le leggi quando ignorano il proprio giuramento di segretezza e discutono su ciò che credono debba sapere il pubblico. Perchè McKinnon sarebbe differente quando essenzialmente ha cercato informazioni per il pubblico e ora rischia la perdita della libertà, mentre i testimoni del Disclosure Project non hanno subito per le loro azioni?

Qualunque sia la vostra idea morale su ciò che ha fatto McKinnon, il fatto è che un ricercatore della verità che non ha voluto guadagnare nulla per sè, ora rischia la galera a lungo termine come capro espiatorio. Punitelo per minori reati informatici, ma non accettate la restante campagna pubblicitaria al punto dove diviene qualcosa su cui falliamo nell'agire. La mia paura è che avremo altri casi simili negli anni a venire che possano violare le leggi, spero che avremo una modifica delle priorità e che porteremo i sistemi in stato da evitare che vengano sacrificati per il resto di noi. Non critico nessun individuo o gruppo di individui su questo, parlo dell'approccio generale della comunità come un gruppo che credo debba cambiare qualcosa per affrontare questi incidenti.
Può essere che se verrà forzato ad una battaglia negli USA, i nostri amici trans-Atlantici possano considerare la creazione di un sistema di supporto per Gary, è un grande e spaventoso paese per noi piccoli isolani!

Quindi possiamo vedere nella situazione di McKinnon, un microcosmo dello stato corrente nel gioco degli elementi (esp)politici dell'UFOlogia: un individuo decide di cercare risposte a questioni cruciali, cercando informazioni su nuovi sistemi energetici e UFO, nei sistemi governativi chiusi. Quando viene fermato (ne esistono diversi in una varietà di forme) e la situazione diviene pubblica, vediamo il fatto che questa grande società non è ancora pronta per questioni che riguardano nuovi sistemi energetici, fondi oscuri, tecnologie sequestrate e visite da parte di forme ET di vita intelligente, come parte della difesa per un ricercatore della verità. Le cose stanno cambiando rapidamente riguardo alla percezione del pubblico e al suo interesse, così allo stadio corrente di cambiamento, se il caso di Gary fosse avvenuto nel 2012 e non nel 2002, le cose potevano andare molto diversamente. Questo ci dice di continuare a spingere la questione a livello del grande pubblico, così forse un giorno gli individui non vedranno la necessità di accedere illegalmente a reti di informazione per conoscere quello che è nostro diritto sapere.

6 Agosto 2008

Risorse:

BBC video sul risultato dell'appello: http://www.youtube.com/watch?v=Tn_QFTx8muM e l'intervista della BBC con Gary: http://www.youtube.com/watch?v=B4PkNPCEnJM
BBC radio sul caso di Gary: http://tiny.pl/2jm6
Per aggiornamenti sul caso di Gary McKinnon : Freegary ed Exopolitics UK.
Selezione di materiale vario sul caso: Black Vault Wiki.
Il caso di Gary verrà discusso nella prossima puntata di Exopolitics Radio

Fonte: http://www.ufodigest.com/news/0708/hackingaway.html

Gary McKinnon: Hacker lontano dalla Verità e il Fallimento della Comunità del Disclosure? ultima modifica: 2008-08-06T11:54:16+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)