Gli alieni hanno forzato gli astronauti americani a lasciare la Luna?

Il Giornale Online
Uno dei principali canali televisivi russi, RTR, ha trasmesso un documentario sugli astronauti USA relativo alle civilta' aliene. Il filmato ha mostrato l'ufologo Vladimir Azhazha e l' astronomo Yevgeny Arsyukhin mentre discutono sulle missioni Apollo verso la Luna, lanciate tra il 1969 e il 1972, in cui sarebbero avvenuti presunti avvistamenti di UFO.

I ricercatori affermano che questi oggetti volanti spiavano continuamente le navette Apollo. Le spedizioni verso la Luna sembravano una gara e hanno presentato un film che dimostrava come oggetti luminosi seguivano a breve distanza le astronavi americane. Nei filmati erano incluse le registrazioni delle comunicazioni tra gli astronauti e il Centro di Controllo, comunicazioni non intercettabili a Terra, perchè su canali nascosti appositamente. Al Centro di Controllo quindi pare si aspettassero di trovare qualcosa di incredibile sulla Luna e hanno quindi codificato i loro messaggi.

Quando successivamente le registrazioni sono state decifrate è risultato che sulla superficie della Luna vennero trovati resti di veicoli spaziali e citta' deserte. Il film afferma che le creature sulla Luna non hanno tollerato la presenza dei terrestri a lungo. Quando gli americani hanno portato un veicolo per solcare i crateri, le creature che vivono sul satellite hanno protestato furiosamente.
I produttori del film hanno detto che gli abitanti della Luna hanno mandato a casa gli americani, perchè volevano mantenere segrete le basi sublunari che usano per osservare la vita sulla Terra.

E' stato dichiarato che la NASA era impaurita da un conflitto con una civilizzazione fortemente sviluppata e ha immediatamente arrestato il programma.

fonte: english.pravda.ru

articolo intero : english.pravda.ru/science/mysteries/03-10-2007/98123-moon-0

Gli alieni hanno forzato gli astronauti americani a lasciare la Luna? ultima modifica: 2007-10-05T17:07:54+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)