Glifi e Maya, sempre più vicini

Ok a quanto pare qualcuno deve essersi definitivamente stufato di sentir dire che i suoi Crop Circles (Cerchi nel Grano) sono un fenomeno fasullo, perpetrato da qualche bontempone armato di bastoni e cordicelle, così deve aver detto finalmente tra sé e sé: “Basta! Questi esseri umani sono proprio degli ottusi!

Dopo tutti quei capolavori di altissima precisione geometrica, sono ancora convinti che siano loro a realizzarli, perciò adesso alziamo la posta e vediamo cosa succede!” E così è stato. In questi primissimi giorni d’Agosto, dove il sole è un entità quasi assente, ma in compenso l’umidità presente nei nostri polmoni è salita fino al 57%, è apparso un Crop che credo proprio spingerà al limite i nervi dello scetticismo mondiale, impegnato com’e nella sua campagna di “riduzione” e finta anti-strumentalizzazione di qualsiasi fenomeno che si rifiuti di spiegare.

Difatti, con più passa il tempo, con più ho l’impressione che gli scettici avranno grosse gatte da pelare nel futuro prossimo per mantenere intatto il loro famigerato “rigore scientifico” a qualsiasi costo. Pagherei infatti per vedere persone come Massimo Polidoro e il Cicap al completo, nel centro di un campo di grano con bastoni e fili alle tre di notte, intenti a progettare complicatissime e ultra-elaborate geometrie sacre, che già sarebbero difficoltose da realizzare alle tre del pomeriggio, figuriamoci senza nemmeno un fotone intorno per chilometri. Ma hey non vogliamo giudicarli giusto?

Anche loro sono stati disegnati così. Ad ogni modo quello che vedete nella foto qui sopra, di sicuro non sembra certamente uno dei glifi più complicati della storia, ma vi esorto a non commettere l’errore comune di non osservare le cose nel loro dettaglio! Questo cerchio cela invece un rarissimo primato e come se non bastasse un significato ben preciso: gli steli non sono solamente piegati, come accade di solito, ma sono perfino intrecciati tra di loro in una sorta di spirale, formando come dei piccoli vortici all’interno che non sono affatto casuali, ma sono ricchi di significato. Indovinate secondo cosa? Ma ovviamente secondo l’arcinoto Calendario Maya!

La nuova formazione è comparsa a Stanton-St Bernard, nello Wiltshire in Inghilterra esattamente il 12 Agosto scorso, e rappresenta il simbolo del Sesto tono del Sistema Numerico Maya. Il simbolo del Sei è relazionato all’Organizzazione, al Bilanciamento e all’Equità. Le sue qualità sono la Ricettività, l’Abilità alla Risposta, Equilibrio dinamico e la Strada verso molte Dimensioni.

Il sesto giorno del Mondo Sotterraneo Galattico, 13 Novembre 2008, 7 Novembre 2009 (vedi calleman.com), secondo il libro di Barbara Hand Clow sarà un fiorire di un modo più bilanciato di viviere, dove tutte le lotte cesseranno poiché nessuno ricorderà più le ragioni per le quali stavano lottando; maggiore cura verrà data alla conservazione delle risorse di energia e allo sviluppo di nuove tecnologie Earth Friendly (Amiche della Terra); le donne verranno finalmente riconosciute e incluse nelle decisioni importanti. Fino a quel momento, continuerà ad avere luogo il vecchio paradigma di coloro che desiderano portare avanti il loro dominio patriarcale, le guerre e la distruzione dell’ambiente, promotori del materialismo più negativo.

Nella fotografia in basso possiamo notare che questo cerchio contiene 13 mini-vortici al suo interno. Osservando entrambe le foto, si viene portati a credere che questi “artisti” del grano stiano cercando di dirci qualcosa riguardo “6 giorni” tratti dal loro calendario (basato sul movimento di Venere e del Sole), dove ogni mese è formato da 20 giorni, e ogni anno è formato da 13 x 20 = 260 giorni. La lunga barra nello stesso cerchio è distorta rispetto alla vicina “rotaia” di approssimativamente 10 gradi. Questo piccolo, ma preciso angolo, potrebbe rappresentare la piccola frazione angolare di “6 giorni” dentro il ciclo completo del calendario Maya di 260 giorni (6/20) x 360 = 8.3 gradi.

Perché mai “essi” vorrebbero mostrarci il simbolo “6 giorni” del Calendario Maya proprio adesso, alla data del 12 Agosto 2007?

Nel contesto delle altre immagini comparse nel 2007, questo nuovo glifo appare essere il continuo di un messaggio che conduce a una sorta di conto alla rovescia verso un qualche tipo di evento sconosciuto che dovrà accadere il 18 Agosto prossimo. In questa stessa data è simbolicamente implicato il Cerchio di East Field apparso il 7 Luglio scorso, con i suoi “cicli lunari”, poi con Sugar Hill del 1° Agosto e il suo “Cubo dei Meridiani”, ed infine con Pawsey del 4 Agosto e il suo “calendario solare-lunare”.

Il Sole e Venere si stanno muovendo in direzione di una congiunzione inferiore che culminerà proprio il 18 Agosto, ultimando così il corrente calendario Sole-Venere di 260 giorni, per cominciarne uno nuovo. Perciò stanno per caso cercando di dirci questo, oppure si tratta di qualcos’altro?

Nel contesto dei glifi del 2004/2005, questo nuovo messaggio sembra davvero rappresentare il continuo dei messaggi delle Pietre Solari Maya di Silbury del 2004 e di Wayland’s Smithy del 2005. Esso rappresenta senz’altro la codifica di qualche evento di un futuro prossimo che va dal 16 al 19 Agosto 2007, come termine dell’antico calendario Sole-Venere di 52 anni.

Questo cerchio, come ho già detto, è il numero Maya 6 e potrebbe avere una stretta relazione con il famoso “Sesto Sole” della Nuova Era, secondo la Pietra Solare Azteca. Notare che il sesto glifo si chiama CIMI/KAME ed è in relazione con la Morte e la Trasformazione. Molti cerchi nel grano posseggono messaggi geometrici in relazione con la transizione dall’era del Quinto Sole all’era del Sesto Sole. Si noti che la data del 12 Agosto è molto significante poiché il lungo conteggio del Calendario Maya è cominciato proprio attorno a questa data nel 3114 a.C. Difatti la precisione del periodo in cui ricade questo cerchio e il suo 6 potrebbe davvero significare la Morte definitiva della nostra Era, che nei termini Maya, Morte coinvolge sempre una Rinascita.

Perciò è importante notare che questo 12/08/07 è esattamente a sei giorni dal 18/08/07. Se l’ultimo cerchio glifo è apparso il 12 Agosto, questo dovrebbe essere il 6° tono come dichiarato nel libro “Dreamspell Synchronometer” di Jose Arguelles. Più specificatamente il 12/08/07, è stato il giorno 18 (Kali 18) del Bianco Ponte Magnetico di Connessione tra i Mondi (1a pietra), l’Anno della Mano del Mago del Blu Lunare (2a pietra); il Sigillo Galattico della Scimmia del Blu Ritmico (tono 6).

Il Codice dell’Incantesimo della Scimmia del Blu Ritmico è: Mi Organizzo per Agire. Bilanciare l’Illusione, Io determino il Processo della Magia con il Tono Ritmico dell’Uguaglianza. Io Sono guidato dal mio proprio Potere Raddoppiato.

Il 18/08/07 è il Pipistrello Magnetico dello Scopo Lunare, giorno 24 (Gamma 24), Cristallo di Terra Rosso. Il Tono del Cristallo è il 12° tono dell’attuale Onda d’Incantesimo. 24 è il frattale di 12 e 6. 6 + 12 = 18.

Il Codice dell’Incantesimo del Cristallo di Terra Rosso è: Io mi Dedico per Evolvere! Universalizzare la Sincronicità. Io determino la Matrice della Navigazione con il tono Cristallo della Cooperazione! Io Sono guidato dal potere dell’Acqua Universale. Io Sono un Portale di Attivazione Galattico! Entra in me!

Questo glifo sta indicando un qualche specie d’evento programmato per il 18/08 (Luna Magnetica 24). Credo proprio che sarà veramente un buon giorno.

fonti: Michelle Jennings / Red Collie / Jeff Smith (www.cropcircleconnector.com) , Automiribelli.org

Glifi e Maya, sempre più vicini ultima modifica: 2007-08-17T21:38:52+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)