I Presidenti USA e gli UFO. Obama cambierà qualcosa?

Il Giornale Online

Il 20 Gennaio Barack Obama si insediera' alla Casa Bianca e nel mondo Ufologico ci si chiede che approccio avra' al problema UFO.

Qualche editorialista ha espresso i propri commenti riguardo le elezioni USA e il famoso “rapito”, scrittore Whitley Strieber recentemente si e' chiesto se: “L'arrivo di Obama potrebbe portare un cambiamento di atteggiamento per quanto riguarda il tema degli UFO?”:

Quando l'argomento si presento' in campagna elettorale Obama cerco' di distogliere l'attenzione verso questa tematica, al contrario dello sconfitto McCain il quale disse ad una conferenza che avrebbe costretto la NASA a rivelare tutti i suoi segreti.

Nel corso degli anni i Presidenti hanno avuto diversi approcci con il fenomeno UFO.

1. Harry Truman (1945-1953). Diede ordini di abbattere gli UFO alle forze aeree dell'epoca, come ad esempio un emblematico caso avvenuto nel 1949. Questa politica fu portata avanti da Eisenhower, almeno fino alla fine degli anni '50, quando divenne chiaro che la tecnologia dei “visitatori” era troppo avanzata e' fu chiaro che era impossibile abbattere i famosi dischi volanti. Questi ordini da sempre sono stati nascosti da parte dell'US Air Force. Tutta via un sorprendente documento Britannico declassificato ad ottobre 2008 ha confermato che il pilota americano Milton Torres, era stato ordinato di fare fuoco su di un UFO, la cui dimensione era pari a quello di un aereo di linea nel 1957. (vedere http://www.baab.it/digdug/index.php?mod=read&id=1224499557) ).

2. Dwight Eisenhower (1953-1961): Fu perfettamente consapevole della situazione che si era presentato fino ad allora, ed apparentemente continuo' la politica di Truman, fino alla meta' degli anni '50. Stanto Friedman nel 1954 ebbe un incontro molto ravvicinato con una di queste navi aliene presso la Base Aerea di Muroc ed anche se ci sono alcuni riscontri a favore dobbiamo dire che questo episodio non puo' venir confermato appieno.

3. John Kennedy (1961-1963): Secondo molti Kennedy e Johnson erano pienamente consapevoli del fenomeno. Si pensa nel mondo ufologico che la volonta' di rivelare questa realta' aliena al mondo porto' al suo assassinio. Tuttavia, Jim Garrison, il procuratore di New Orleans che condusse negli anni '60 l'inchiesta dopo la sua morte, dichiaro' che Fred Crisman (che era stato implicato nell'incidente nell'Isola di Maury nel giugno del 1947) era amico di Clay Shaw che fu uno dei cospiratori.

4. Lyndon Johnson (1963-1968): Fu avvicinato dai responsabili Agenti della CIA che lo informarono sulla materia. A quanto pare non volle interessarsi direttamente alle informazioni messe a disposizione e affido' l'incarico al vice Presidente Hubert Humphrey che fu informato in seguito. Successivamente Humphrey pubblicamente dichiaro' che queste informazioni rese pubbliche potevano portare a conseguenze imprevedibili.

5. Richard Nixon (1969-1974): Dato che aveva occupato la vice Presidenza sotto l'Amministrazione Eisenhower, Nixon fu molto informato tanto da portalo a confidarsi con alcuni amici, tra cui Jackie Gleason.
Beverly, la moglie di Gleason fu portata assieme al marito in una Base Militare in Florida e gli furono mostrati alcuni frammenti di UFO, non un disco intatto. Ma tuttavia non fece menzione di eventuali corpi alieni morti. Questo atteggiamento di Nixon fu giudicato molto preoccupante dai vertici delle varie Agenzie di Intelligence all'epoca e cosi' ai successivi Presidenti fu dato accesso in modo cosi' ampio alle informazioni.

6. Jimmy Carter (1977-1981): Cerco' di indagare, ma gli fu detto di stare alla larga da queste faccende, e fu costretto a ritirare la promessa che fece in campagna elettorale nel “rivelare tutto” circa gli UFO.

7. Ronald Regan (1981-1989): Sia Regan che la moglie furono molto interessati a questi casi, ma il suo staff gli suggeri' di non rivelare troppe informazioni al rigurado in quanto poteva essere rischioso per la sua carriere politica (e non solo). Prima della sua elezione, gli amici ricordarono che in un'ocassione il futuro Presidente arrivo' tardi ad un ricevimento in quanto assieme alla moglie fu testimone di uno strano avvistamento. Mentre erano diretti alla festa videro per la strada e piu' precisamente a Mulhound Drive sulle colline di Los Angeles un oggetto luminoso. Era un disco d'argento che stava avanzando verso la loro direzione, i due scesero dall'auto per poter meglio osservare l'oggetto. Tutto quello che ricordarono in seguito e' che passarono 45 minuti dal momento in cui effettuarono l'avvistamento fino a quando risalirono sulla loro auto per ripartire. Quello che accadde nel frattempo era stato dimenticato. Questo avvenimento durante la carica non fu rivelato e non vi e' motivo per dubitare di questa storia, e questo evento forse porto' i Reagan a credere nella possibile minaccia degli UFOs.

8. Geoge Bush (1989-1993); Si presume che George HW Bush sapesse qualcosa in quanto fu capo delle CIA, ma con tutta probabilita' considerato il fatto che la sua elezione fu una nomina per decisione politica egli non fu a conoscenze a pieno del fenomeno.

9. Bill Clinton (1993-2001): Si interesso' alla questione anche grazie all'amicizia con Laurence Rockfeller, che per svariati anni cerco' di attirare l'attenzione dei leader mondiali al fenomeno. Avevano ricevuto Rockfeller nel loro ranch nel Montana, per parlare dell'argomento, ma Bill fece intuire che non poteva esporsi piu' di tanto davanti all'opinione pubblica.

10. George W. Bush (2001-2009): Non si hanno certezze sul fatto che Bush fu informato sulla questione. Probabilmente visti i trascorsi di piccoli episodi di alcool e droga ed alle sue credenze religiose, potrebbero aver dissuaso ai suoi fedeli nel rivelare una qualsiasi informazione a meno che egli non l'avesse richiesta.

Il futuro Presidente Barack Obama potrebbe essere informato su qualcosa in riguardo agli UFO da parte coloro che detengono la verita', ma per ora la reazione che il neo Presidente potrebbe avere e' ancora imprevedibile. Si spera che Obama, il primo Presidente di colore possa ripercorrere le stesse orme di John Kennedy e rivoluzionare totalmente la conoscenza umana sugli Alieni.

Ma l'appena eletto Presidente Barack Obama pare abbia avere uno scarso interesse verso il problema UFO e lo spazio infinito. Lo scorso anno, durante una nuova serie di avvistamenti il telecronista Tim Russert della rete televisiva NBC chiese ad Obama cosa ne pensasse degli UFO lui rispose che era meglio concentrarsi sulla qualita' della vita della gente che vivono sulla Terra piuttosto che degli Alieni dello Spazio

Ovviamente preferisce focalizzare la sua attenzione nel risolvere i problemi economici terrestri dei cittadini Americani, ed ha mandato forti segnali alla NASA in quanto pensa che i bilioni di dollari spesi all'esplorazione dovrebbero essere in parte ridotti. Assieme al Senatore ed ex astronauta Bill Nelson in visita al Kennedy Space Center, quest'estate Obama dichiaro' che sebbene avrebbe appoggiato con soldi pubblici le ricerche base e gli sviluppi, si sarebbe dovuto trovare nell'immediatezza fondi per pagare questi programmi spaziali senza attingere da soldi destinati ad aiutare le persone.

Obama e molti altri democratici ritengono che le promesse fatte dall'ormai Ex Presidente Bush per quanto riguarda i programmi futuri della NASA per l'esplorazione e colonizzazione della Luna e di Marte erano sempre stati discorsi di retorica su fondi a breve termine.

La visione di Obama in generale e' quella di preferire la diplomazia alle soluzioni militari, ma i tempi sono cambiati ed oggi tutto e' possibile. Gli ufologi sperano che al neo Presidente, qualcuno dell'Intelligence e del settore militare cerchi di mostrare realmente la verita' sugli UFO, tenendo presente anche il numero ormai crescente di avvistamenti in tutto il mondo e l'interazione della stessa Aviazione Americana con questi velivoli sconosciuti.

Considerate le doti diplomatiche potrebbe agevolare sicuramente la divulgazione internazionale, cercando magari di convincere tutti nell'informare la gente, e potrebbe valutare utile sfruttare la possibilita' di altre energie alternative e nuove tecnologie occultate molto efficenti sotto il profilo energetico . Ma questa e' solo una speranza.

Secondo indiscrezioni, diversi membri del Partito Democratico recentemente avrebbero partecipato ad una sorta di “vertice” avvenuto dopo la vicenda UFO di Dennis Kucinich.

“Il candidato democratico alle Presidenziali USA 2008, Dennis Kucinich, avrebbe visto un UFO. La rivelazione è contenuta nell'ultimo libro di Shirley MacLaine “Sage-Ing While Age-Ing”. Si legge nel libro (edito in USA) che Kucinich avrebbe visto l'UFO mentre si trovava nell'abitazione di MacLaine, situata a Graham, Washington. Improvvisamente Kucinich, mentre era fuori al balcone, sente un profumo di rose che lo avvolge. Alza gli occhi al cielo è nota un gigantesco triangolo volante, silenzioso e che osservava lui. L'avvistamento sarebbe durato circa 10 minuti. “E' stata l'esperienza più commovente della sua vita”, racconta Shirley MacLaine. Ha affermato anche che “ha sentito una connessione col suo cuore e lo ha sentito in tutte le direzioni della sua mente”. Per il momento nessuna conferma o smentita ufficiale del candidato alle Presidenziali USA 2008.”

Ma purtroppo questi personaggi non avrebbero abbastanza influenza politica per portare il neo Presidente all'interessarsi alla problematica Extra Terrestre, ma probabilmente qualche nuovo elemento potrebbe emergere vista la neo elezione. Per ora nessuno sa come andranno le cose e' chiaro vista la recente immensa crisi economica Obama avra' da fare in quel senso, speriamo rimanga un piccolo spazio alla questione ufologica.

Fonte http://www.terninrete.it/headlines/articolo_view.asp?ARTICOLO_ID=155917&PG=2

I Presidenti USA e gli UFO. Obama cambierà qualcosa? ultima modifica: 2008-11-10T00:19:17+00:00 da deg
About the Author