I testimoni di avvistamenti ufo si dichiarano perseguitati

Il Giornale Online
Ricky Sorrells è frustrato e un po' arrabbiato.
Dalla sua intervista con l' Associated Press, Sorrells è rimasto in silenzio sul suo avvistamento alla luce del giorno nella sua proprietà di Dublin.
Ci sono altre ragioni per il suo silenzio.

Sorrels crede che gli ufficiali militari lo perseguitino facendo volare velivoli militari sulla sua proprietà a bassa altitudine, a tutte le ore del giorno e della notte. Sorrells dice che mentre guida il suo bestiame, questo non reagisce bene al disturbo. Gli riesce difficile anche dormire.

Sorrels è apparso sui giornali con altri testimoni il 14 gennaio, dopo che l' Associated Press lo ha contattato per la sua storia e ha girato un video sul punto in cui è stato visto l' UFO, in base alla descrizione di Sorrells.

Non solo una volta, ma quattro volte, dice di aver visto un grosso oggetto volante lungo circa “3 o 4 campi da calcio”. Dice di non essere sicuro della dimensione, perchè solo la prima volta lo ha visto davvero bene. Quella volta, il velivolo è rimasto sospeso sopra di lui nel bosco a circa 300 piedi dalla sua testa e la vista era coperta dai rami degli alberi.

“Non so perchè tornava là”, dice Sorrells.
E' convinto che qualcuno che gli si è presentato come Tenente Colonnello, sappia cosa fosse e Sorrells vuole una spiegazione.
Ha detto che l' uomo lo ha contattato per telefono il 15 gennaio, un giorno dopo la sua intervista con l' Associated Press.

“Non mi sono preoccupato di scrivere il suo nome o prendere note,” ha detto Sorrells. “Non sapevo cosa stesse accadendo. Penso che abbia detto che era dell' Aeronautica.”
Per Sorrells la conversazione era partita in modo simpatico.

“Era simpatico con me,” ha detto Sorrells. “Ha chiesto di venire a parlarmi.”
Sorrells gli ha risposto che doveva pensarci e quindi, “Lui (l' uomo) è divenuto arrogante.”

Al telefono ha detto a Sorrells che non avrebbe accettato un “no” per la domanda e voleva parlare con lui.
Sorrells cerco' ancora di discutere diplomaticamente per precisare che non voleva compagnia.

Dopo questo, Sorrells ha detto che la conversazione è divenuta calda e ha detto all' uomo di non superare il recinto del suo campo.
Sorrells quindi ha ricevuto la risposta, “Figliolo, abbiamo le armi dello stesso calibro delle tue, ma molte di piu'.”

Ricordando, Sorrells crede che l' uomo fosse nella sua area ma non in grado di rintracciare la sua nuova abitazione costruita da poco.
“Mi sono alzato per vedere fuori dalla finestra e cercare di notare se qualcuno fosse vicino al recinto. Quindi ho pensato che se era davvero chi diceva di essere, perchè non smetteva di far volare sul mio spazio aereo tutti quegli elicotteri,” ha detto Sorrells. “E lui mi ha informato che non era il mio spazio aereo, era il suo. Mi ha detto che se smettevo di parlare di quello che avevo visto, allora avrebbe fermato gli elicotteri.”

Sorrells ha detto che da quella conversazione, gli elicotteri avevano smesso di volare sulla sua proprietà, ma gli F16 non avevano rallentato.
Prima della conversazione col sospetto ufficilale militare, Sorrells parla di una notte in cui è passato un grosso elicottero da trasporto e tre elicotteri piccoli.
“Mi sono alzato alle 2:30 del mattino per andare al lavoro e questi elicotteri hanno continuato a volare e non riuscivo a dormire,” ha detto Sorrells. “Dato che era circa l' orario per il lavoro, mi sono alzato e sono uscito per vedere quelle che potevo.”

Sorrells ha detto che ha una luce potente sul pickup, che usa per controllare se ci sono dei coyote.
“Sono andato al mio furgone e ho acceso il faro per puntarlo su di loro,” ha detto Sorrells. “Era così vicino che ho potuto vedere la reazione del pilota. Ha alzato il braccio per fermare la luce. Era in uno degli elicotteri piccoli.

“Quindi si è diretto verso di me e la luce era ancora accesa. Ho iniziato a sentirmi a disagio, così ho spento la luce e sono rientrato.”
Sorrells è stato avvicinato da una persona che si è presentata come membro dell' esercito e che gli ha detto, “Devi chiudere la bocca su quello che hai visto.”
Sorrells ha detto di aver provato a spingerlo da parte e di avergli chiesto piu' spiegazioni.

“Ha continuato a dire la stessa cosa senza spiegarsi,” ha detto Sorrells.”Ora non mi vuole parlare.”
Sorrells dice che dato che gli elicotteri sono scomparsi, ora pensa che quella persona fosse davvero membro dell' esercito e di grado abbastanza alto da fermare il traffico aereo.

“Se è un mezzo militare allora il popolo Americano deve sapere,” dice Sorrells. “Molte persone hanno avuto avvistamenti qua intorno. Io so cosa ho visto e anche loro.”

di Angela Joiner

Fonte: http://www.empiretribune.com/articles/2008/02/03/news/news02.txt

I testimoni di avvistamenti ufo si dichiarano perseguitati ultima modifica: 2008-02-11T21:54:31+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)