Il Caso Gary McKinnon alla Camera dei Lords il prossimo 16 Giugno

Il Giornale Online
È stata fissata per il prossimo 16 Giugno 2008 la nuova udienza nel processo di appello alla Camera dei Lords per discutere l’estradizione a carico dell’hacker britannico Gary McKinnon. McKinnon, accusato di essere penetrato illegalmente nei computer del governo degli Stati Uniti, ha dichiarato di averlo fatto al fine di reperire informazioni sulle attività del governo americano riguardanti il fenomeno UFO. Se venisse approvata l’estradizione negli USA, McKinnon rischia una condanna esemplare.

Se perderà il suo appello alla Camera dei Lords, McKinnon potrà nuovamente fare ricorso in altra sede giudiziale del Regno Unito, o eventualmente presso la Corte Europea dei Diritti Umani.

In entrambe i casi esiste la possibilità che McKinnon venga trasferito negli Stati Uniti e lì processato, entro una data compresa tra le conventions repubblicana e democratica e le elezioni presidenziali del Novembre 2008, che potranno avere delle implicazioni di carattere esopolitico.

La Exopolitics United Kingdom a creato un sito a supporto di Mc Kinnon:

http://tinyurl.com/43lefb

Riceviamo da Exopolitics United Kingdom
http://tinyurl.com/4b4rnj

Fonte: Dnamagazine.it

Vedi: http://www.altrogiornale.org/news.php?item.2209.10

“K: Giusto. Puoi dirmi cos' altro hai trovato? Perchè so che hai alcune informazioni che riguardano Ufficiali Non-Terrestri. Corretto?

G: Si. Questo era un foglio di Excel e il titolo era “Ufficiali Non-Terrestri” e c' erano nomi, gradi..non era una lista lunga; non riempiva tutto lo schermo, non penso.

K: Puoi dire genericamente quanti fossero? Intendo, se dovessi ipotizzare, parliamo di 20, 50?

G: 20, o forse 30.”

Il Caso Gary McKinnon alla Camera dei Lords il prossimo 16 Giugno ultima modifica: 2008-06-04T14:59:08+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)