Il Paramagnetismo: la Forza di Crescita della Natura

Il Giornale Online
Tratto dal libro
Paramagnetism: Rediscovering Nature's Secret Force of Growth
di Philip S. Callahan

Il paramagnetismo è una forza fisica. E' la forza che guida l'Acqua Strutturata, le Luci KIVA e i Purple Plates. Non una essenza spirituale difficile da capire, ma una forza identificata e descritta in dettaglio da ogni libro di fisica del mondo. La conoscenza di questa forza da parte degli antichi è indiscutibile.
Nel paramagnetismo gli atomi o le molecole della sostanza hanno momento o spin orbitale magnetico capaci di allinearsi nella direzione del campo applicato (Dizionario di Chimica).

Cosa significa questo in un linguaggio chiaro?

Prima dobbiamo definire il termine momento magnetico. Se fate girare un magnete nel centro di un avvolgimento di filo, generate elettricità nel filo, creando un generatore elettrico. Il momento magnetico è il rapporto tra la massima torsione esercitata su un magnete o una bobina che trasporta corrente o la carica in un campo magnetico e la forza del campo stesso. Dato che gli atomi e le molecole ruotano, hanno spin e vibrano in tutte le possibile direzioni a seconda della loro struttura, sono in effetti piccoli generatori dinamici che mostrano forza di campo e torsione (forza di rotazione in un meccanismo). Riassumendo, il momento magnetico è il rapporto della forza del campo magnetico rispetto alla forza rotante.

E' ovvio che la terra e il cosmo stesso, possiedano momento magnetico, dato che ha un campo magnetico a bassa energia di circa 1/2 gauss. Il Gauss è l'unità CGS del flusso magnetico. CGS significa Centimetro, Grammi, Secondi. Detto semplicemente, se avete un grammo di una sostanza ad un centimetro da un magnete, in quale parte di un secondo si muoverà verso il magnete? In altro modo, quale peso di un materiale paramagnetico si muoverà di un centimetro verso un magnete in un secondo?

Ogni sostanza, incluso il terreno e la roccia, che si muoverà verso un magnete è paramagnetica. Se potete misurare i CGS di una sostanza, allora conoscerete la misura della sua forza attrattiva verso il magnete. Il CGS è conosciuto come suscettibilità, perchè è ovvio che se una sostanza si muove verso un magnete, allora è suscettibile ad un campo magnetico. Altro modo per dirlo è che la sostanza è attratta dal campo magnetico o risuona col campo o è catturata dal campo o persino ama il campo! Se una sostanza paramagnetica è posizionata in un forte campo magnetico, tutte le linee del campo si allineeranno. In natura tutte le sostanze si trovano in un debole campo magnetico cosmico, che è il 1/2 gauss sempre presente sulla Terra. Esse quindi non sono disposte in modo completamente casuale o come dicono i matematici, in modo completamente caotico.

Per questo la matematica del caos è importante per lo studio del paramagnetismo. Attenzione matematici del caos. Una volta messe in un forte campo magnetico come quello di una bobina elettromagnetica di un misuratore di CGS, divengono più allineate. La misura del maggior allineamento è la misura della forza paramagnetica o la misura CGS. Ora che sappiamo che il paramagnetismo è l'allineamento di un campo di forza in una direzione manifestato da una sostanza in un campo magnetico, dobbiamo chiederci, cos'è il diamagnetismo? Il Dizionario di Chimica definisce diamagnetismo come segue: “Il diamagnetismo è la magnetizzazione nella direzione opposta a quella del campo magnetico applicato, la suscettibilità è negativa rispetto al campo magnetico”. In realtà tutte le sostanze sono diamagnetiche, ma è una leggera forma di magnetismo e può essere mascherata da altre, forze maggiori, per esempio un campo magnetico.

Il diamagnetismo risulta dai cambiamenti indotti nella torsione da pezzi di elettroni che si oppongono al flusso magnetico applicato. Esiste quindi una debole suscettibilità negativa al magnete. Molti composti organici, incluse tutte le piante, sono diamagnetici. Se le piante sono diamagnetiche e il buon terreno è paramagnetico, allora dobbiamo parlare del Yin e Yang cinese e della geomanzia giapponese o dell'energia generata dalla formazione di rocce che rappresentano gru e tartarughe.

Perchè sono importanti queste rocce? Perchè semplicemente molti dei giardini Zen che ho osservato negli anni appaiono sia paramagnetici/gru che diamagnetici/tartaruga! Questo è stato osservato e documentato in Secret Book of Gardening. Le proprietà diamagnetiche della roccia tartaruga appiattita sono visivamente ovvie per la quantità di quarzo che contiene. Non si prelevano pezzi di bellissime rocce dai giardini zen per studiare le proprietà CGS, ma il quarzo spesso non è riconoscibile solo a vista, è anche sia neutrale che debolmente diamagnetico.

Il giardino Nanzen-en del periodo Kamakura presenta disposizioni di massi con molto granito e meno quarzo come anche il giardino Ryogen-en di Soami. La disposizione diamagnetico/paramagnetico o Yin/Yang si vede spesso nelle configurazioni con doppia gru e tartaruga. Esiste anche la tripla configurazione con una roccia verticale in granito al centro e due rocce più piccole in granito paramagnetiche. Il Tentoku-en, giardino del periodo Momoyama, mostra una grande roccia gru in basalto e una più piccola roccia calcarea tartaruga. Attorno a queste rocce vediamo una disposizione di campanule cinesi a profusione. Cosa interessante, crescono a sinistra della roccia in basalto e a destra della roccia piatta tartaruga.

Posizionando tali rocce in relazione al sole e tra loro, si può controllare la crescita delle piante. Apparentemente gli antichi sapevano del fenomeno yin/yang e diamagnetico/paramagnetico e lo utilizzavano nei giardini Zen. Questa conoscenza ora è persa ed è dimostrato dal fatto che la disposizione gru/tartaruga presso l'elegante ristorante dove ho cenato col mio amico era composta di pietre entrambe paramagnetiche e non paramagnetiche/diamagnetiche. Prima di muoverci nella discussione sulle onde radio ELF, è importante definire il magnetismo (ferromagnetismo). Il magnetismo si manifesta nelle sostanze ferro-magnetiche, perchè è una caratteristica di certi metalli, in particolare del ferro, a certe temperature.

Sotto una certa temperatura, detto punto di Curie, un campo magnetico incrementale applicato al ferro o a qualsiasi sostanza ferromagnetica, causerà un aumento della magnetizzazione fino ad un valore così alto che diverrà saturato e rimarrà permanentemente immagazzinato il momento magnetico allineato. Allo stesso modo di una batteria DC. Le sostanze magnetiche sono estremamente rare in natura, la meglio conosciuta è la magnetite minerale. Data la rarità della magnetite, non è adatta ad essere la forza crescente della natura. Questo non significa che il magnetismo abbia poca importanza nello schema della vita.

Riguardo a questo, rimane un punto da definire. Anche se il magnetismo è una forza fissa, varia comunque leggermente. Non esiste una DC piatta, tutto in natura è alternato, almeno leggermente. Il semplice fatto è che il campo magnetico del cosmo e della terra si alternano molto più che il campo di un magnete DC fisso. E' questo campo terra/cosmo alternante al quale risuonano il suolo e le rocce vulcaniche o dal quale sono suscettibili. Come nel caso delle piante, l'acqua è diamagnetica. L'atmosfera, grazie all'ossigeno, è paramagnetica. Alcuni dei miei esperimenti preliminari notturni, durante la luna piena, indicano una relazione paramagnetica/diamagnetica, tra piante, luna, acqua e suolo in natura. Sappiamo che la luna, altamente paramagnetica, ha un effetto molto forte sulle onde, che sono d'acqua diamagnetica. I molti coni vulcanici e/o meteoritici indicano un corpo lunare paramagnetico, anche se non posso trovare dati su questo dalle misurazioni delle rocce lunari.

Si sa da lungo tempo che certe tribù indiane piantano con la luna piena. Ho qualche dubbio che gli Indiani Americani conoscessero tecniche di buona agricoltura migliori di quelle moderne!

Tradotto da Richard per Altrogiornale.org
Fonte: http://www.naturesalternatives.com/lc/lcparamagnetism.html

Il Paramagnetismo: la Forza di Crescita della Natura ultima modifica: 2012-11-07T15:18:43+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)