IL PROGETTO "BLUEBOOK" RITORNA CLASSIFICATO?

Il Giornale Online
Files contenenti il famoso “Progetto Blue Book” [Blue Book] sono stati classificati ancora per qualche tempo. Lo ha affermato, in un libro del KGB del 1991, il famoso cosmonauta sovietico Pavel Popovich. In quel periodo Mr Popovich ha ricoperto la carica di presidente onorario dell'Academy of Applied University Informational. Il file contiene numerose relazioni di voli UFO e le relazioni di alcuni tentativi, la maggior parte senza successo, fatti dai militari per catturare gli alieni.

GLI ALIENI SONO STATI RICONOSCIUTI NEL 1968
Nel 1968, 13 celebri ingegneri e progettisti aeronautici che lavoravano su un nuovo progetto di aeromobili nel settore della tecnologia spaziale e di esplorazione, hanno inviato una lettera al Primo Ministro sovietico Alexei Kosygin. E 'stata una richiesta di preparare una speciale organizzazione per lo studio degli UFO. La risposta alla lettera è stata firmata da un determinato numero di accademici . Questo è un incredibile documento di per sé: “Diverse organizzazioni della commissione dell'Accademia delle Scienze dell'Unione Sovietica, in collaborazione con l'Ufficio Metereologico, del ministero della Difesa e di alcune altre organizzazioni sono attenti sull'argomento dei cosiddetti “Oggetti Volanti”.

Le organizzazioni coinvolte nello studio dell'Atmosfera e lo Spazio sono state incaricate di registrare e di indagare tutti i casi di UFO, per identificarli. L'Accademia delle Scienze dell'Unione Sovietica è incaricata del monitoraggio del fenomeno e, quindi, anche una particolare organizzazione per lo studio degli UFO non è richiesta. “Questo è stato un doppio passo avanti”, dice Vladimir Azhazha, presidente dell 'accademia e detentore di molti “files” del Blue Book “. “Le autorità non solo ha riconosciuto l'esistenza di UFO, per la prima volta, ma ha anche dimostrato un grande interesse per l'argomento”, inoltre ha aggiunto. “Siamo riusciti ad ottenere solo il Blue Book” nel 1991, “afferma il sig Azhazha. “Pavel Popovich ha consegnato il file dopo aver richiesto le relazioni di casi UFO. Ho ricevuto il file, è una raccolta di 124 pagine di relazioni sugli incontri con UFO. Le relazioni depositate da parte di autorità, unità militari e testimoni oculari.

Concentreremo per un lungo periodo lo studio del “file”, per chiarire alcune domande, prima di rendere pubblico il documento “, dice. Mr Popovich ha visto un UFO, solo una volta, quando un aereo passeggeri ha volato da Washington a Mosca. Secondo lui, l'oggetto avvistato sembrava un triangolo brillante che è apparso dal nulla, ha volato per un po 'vicino l'aereo a circa 1.000 km / h, prima di scomparire senza lasciare traccia. Nonostante il KGB abbia negato di monitorare l'attività , il contenuto del file indica il contrario. E 'evidente che la polizia segreta sovietica ha iniziato profonde indagini in diversi casi, in particolare, un'anomalia osservata nei pressi del villaggio di Burkhala, nella regione di Magadan, il 21 ottobre 1989. La relazione sull'incidente afferma: “Testimoni dicono di aver aver visto una sfera luminosa rossa, che ha circolato sopra il paese per mezz'ora.” Le luci apparvero sul lato Nord e furono monitorate tutta la notte.

I “DISCHI VOLANTI” SCOMPARSI IN ARIA DOPO UN ESPLOSIONE
Gli agenti del KGB fecere ricerche in ogni direzione per cercare di scoprire ciò che è accaduto presso l'aeroporto della città di Mineralnye Vody, il 15 dicembre 1987. Secondo i funzionari della aeroporto, alle 23h15 , il volo numero 65,798 ha riferito di un “oggetto simile a un aereo con le luci accese.” Ma il radar non ha rilevato nessun aeromobile. Tre minuti più tardi, è stato riportato come UFO. Anche l'equipaggio di un altro aereo ha osservato un UFO volare nella stessa area. L'orologio puntava circa le 23h20. Secondo l'equipaggio, l'UFO ha lasciato una scia di fumo in aria. Gli equipaggi degli aeromobili hanno riferito che l'UFO scomparve dopo un “flash” e il rumore di un'esplosione. Un abitante del villaggio ha riportato un “aereo infuocato”che sorvolava la città alle 23h30. Testimoni hanno detto poi che l'aereo è scomparso. I testimoni non hanno trovato nessun relitto o altre prove della caduta di un aereo.

NESSUN INDIZIO E' STATO RISCONTRATO A BORDO DI UN VELIVOLO “MARZIANO”
Di volta in volta i militari sono chiamati a trattare con l'Ufologia Indipendente. Nel mese di agosto 1987, i dipendenti di un aeromobile, di stanza sulla penisola di Tiksi hanno cercato di “apprendere” su un UFO che apparve su uno schermo radar. La storia del colonnello Lobanov, un funzionario responsabile dell' unità militare numero 45,038, ha dichiarato: “Un obiettivo non identificato è stato rilevato dalla stazione radar di una unità di missili presso l'ufficio del comandante alle 5:45, Tempo di Mosca. ”

L'obiettivo si è spostato a una velocità che va da 0 a 400 km / h. Alle 6:55 un elicottero MI – 8 si è alzato per un esame più dettagliato dell'oggetto. Improvvisamente, l'oggetto è diventato invisibile. Un altro velivolo, AN – 12, era in volo nello stesso periodo di tempo. A 3,600 metri di quota, l'equipaggio ha riferito di aver visto “una nube di smeraldo” con alcuni lati di porpora e puntini neri visibili nel mezzo. Due tracce inverse sono state segnalate dietro le nuvole. Un incidente avvenuto nella regione militare di Leningrado ai primi di agosto 1987. Cinque ufficiali sono stati inviati verso la parte settentrionale di Karelia per trasportare un oggetto, di origine sconosciuta, che era stato rinvenuto vicino alla città di Vyborg.

L'oggetto era lungo 14 metri , largo 4 metri e alto 2,5 m . Fu immesso in un capannone. Ma l'oggetto è scomparso dal capannone verso la fine di settembre. Il 28 luglio 1989, l'arrivo di un UFO diffonde il panico in unità militare di stanza intorno a “Kapustin Yar” nella regione di Astrakhan. Il capo Valery Voloshin era in servizio presso il centro di comunicazione in quel momento e ha chiuso la prima relazione sul caso. I ricercatori sono convinti che il progetto Blue Book è una fonte di informazione preziosa. Secondo il Sig Azhazha, tutti i rapporti e le prove registrate mostrano che gli oggetti volanti sono controllati da una intelligenza e che non è pericolosa per l'uomo. Nei “file” non è stato ritrovato sinora nessun caso di attacco UFO ad un essere umano.

fonte: cubbrasil.net/index.php?option=com_content&task=view&id=661&Itemid=86

IL PROGETTO "BLUEBOOK" RITORNA CLASSIFICATO? ultima modifica: 2007-10-22T12:53:36+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)