Il rosmarino dalle mille proprietà

Il rosmarino è sempre stato una delle piante più amate, fin dai tempi antichi. Ricco di virtù terapeutiche, si rivela ancor oggi di grande utilità per numerose patologie.

[u]Per l'organismo in generale[/u]

Il rosmarino è un ottimo tonico generale; esercita sull'organismo un'[color=#ff0000]azione stimolante e fortificante[/color]. Agisce efficacemente negli [color=#ff0000]stati di astenia[/color], cioè in condizioni di [color=#ff0000]affaticamento fisico e mentale[/color]. E' quindi indicato nei periodi di superlavoro o dopo una lunga malattia. Queste sue proprietà ne fanno un rimedio molto adatto anche per bambini e ragazzi.
Agisce come [color=#ff0000]antispastico e antidolorifico[/color].
È [color=#ff0000]antisettico, antiparassitario e antibatterico[/color] e svolge un'efficace azione preventiva anche in caso di malattie infettive.
È un valido [color=#ff0000]antinfiammatorio[/color].
Al Rosmarino sono inoltre riconosciute notevoli [color=#ff0000]proprietà antiossidanti e antimutagene[/color], dovute in particolare alla presenza dell'acido rosmarinico.

[u]Apparato gastrointestinale[/u]

Gli effetti dei principi attivi del Rosmarino sono particolarmente evidenti a livello gastrico e intestinale: la pianta possiede spiccate [color=#ff0000]proprietà digestive, aromatiche e carminative [/color], che favoriscono l'espulsione dei gas intestinali. Risulta quindi un efficace rimedio per tutti quei disturbi legati a scompensi digestivi, anche in caso di flatulenza. È indicato inoltre nel [color=#ff0000]reflusso esofageo[/color], quando cioè si verifica un passaggio di succo gastrico acido, o anche di bile, nell'esofago.
È un ottimo tonico anche per le persone anziane, [color=#ff0000]stimolante dell'appetito[/color]; il suo utilizzo favorisce una buona risposta anche in caso di atonia gastrica.
Agisce come [color=#ff0000]eutrofizzante intestinale[/color], migliorando lo stato di salute generale dell'apparato; stimola la peristalsi e al tempo stesso calma gli spasmi della muscolatura liscia. Questa [color=#ff0000]azione antispastica[/color] è attribuita in particolare all'attività del borneolo, un principio attivo contenuto nell'olio essenziale.
Per la sua [color=#ff0000]azione vermifuga[/color], viene utilizzato anche nel trattamento contro gli ascaridi, un tipo di parassiti dell'intestino.

[u]Apparato locomotore[/u]

Il Rosmarino consente di ottenere buoni risultati nel trattamento delle[color=#ff0000] affezioni reumatiche e muscolari[/color], anche in caso di distorsioni, negli stati di ipotonia muscolare in generale e nelle forme di[color=#ff0000] gotta[/color].

[u]Sistema nervoso[/u]

È un valido [color=#ff0000]tonificante nervino[/color]: è indicato in caso di [color=#ff0000]tensione nervosa[/color] e nelle [color=#ff0000]forme depressive[/color], anche associate a stati di debilitazione.
Si utilizza inoltre nel trattamento di [color=#ff0000]cefalee, emicranie[/color], oppure per [color=#ff0000]nevralgie[/color]. È consigliato per lenire i dolori causati dalla [color=#ff0000]sciatica[/color], come comunemente viene chiamata l'infiammazione del nervo sciatico.

[u]Apparato urinario[/u]

La sua azione stimolante agisce anche sulle vie urinarie: [color=#ff0000]favorisce la diuresi[/color] ed è quindi indicato in caso di[color=#ff0000] insufficienza renale[/color].

[u]Fegato / pancreas[/u]

Il Rosmarino svolge una benefica azione sulla ghiandola epatica: è [color=#ff0000]coleretico, colagogo e colecistocinetico[/color], stimola cioè la funzionalità del fegato e l'escrezione della bile. Grazie a queste proprietà si utilizza con efficacia nelle patologie del fegato e della colecisti in generale.
La sua [color=#ff0000]azione antispastica[/color] e, allo stesso tempo, stimolante sulla cistifellea, lo rende indicato nelle dispepsie biliari, in presenza o assenza di calcoli.
È indicato anche in caso di discinesia, ossia un'alterata motilità delle via biliari e nell'insufficienza vescicolare.

[u]Altre proprietà e indicazioni[/u]

Grazie alla sua [color=#ff0000]azione purificante, normalizzante della secrezione sebacea[/color], risulta un ottimo rimedio per i capelli grassi.
Viene impiegato anche nelle cure contro la calvizie prematura, per l'attività stimolante sui follicoli dei capelli.
Il Rosmarino è in grado di esercitare un'efficace [color=#ff0000]azione deodorante e antisettica[/color] che lo rende largamente utilizzato anche per l'igiene orale.

Note. A livello industriale, si fa uso del Rosmarino nella preparazione di dentifrici e collutori, per la sua [color=#ff0000]azione rinforzante sulle gengive.[/color]

[u]Controindicazioni, effetti secondari, avvertenze.[/u]

La pianta non risulta tossica, se assunta alle dosi terapeutiche consigliate. Un abuso determina invece effetti pericolosi sull'organismo: sono possibili disturbi gastrointestinali e alle vie urinarie; può anche risultare convulsivante e causare insonnia se utilizzata nelle ore serali.

Il rosmarino è controindicato in caso di accertata ipersensibilità individuale ai componenti. Se ne sconsiglia l'uso anche in gravidanza, a causa della sua azione stimolante a livello uterino.

Il rosmarino esercita la sua efficace azione curativa sotto forma di diverse preparazioni, sia per assunzione orale che in applicazioni esterne. Vediamo ora alcuni consigli sull'utilizzo.

USO INTERNO

[u]Infuso[/u]

Rosmarino, foglie essiccate: 1-2 cucchiaini, oppure 2 per cento
Acqua bollente: 1 tazza

Lasciare in infusione, in un recipiente coperto, per 10-15 minuti, poi filtrare. Assumere 3 volte al giorno, dopo i pasti.

[u]Tintura Madre[/u]

Rosmarinus officinalis: 30 gocce, diluite in poca acqua

Assumere 3 volte al giorno.

[u]Tintura[/u]

Rosmarino 1-2 ml di tintura al giorno.

[u]Tintura idroalcolica[/u]

Rosmarino: 5-10 grammi al giorno

[u]Estratto fluido[/u]

Rosmarino: 4-6 grammi al giorno, oppure 10-30 gocce a dose.

(1 grammo = 37 gocce).

[u]Estratto secco[/u]

Rosmarino: 1-1,5 grammi al giorno.

USO ESTERNO

[u]Bagni[/u]. Per[color=#ff0000] un'azione corroborante e stimolante della circolazione sanguigna [/color]aggiungere all'acqua del bagno un infuso di Rosmarino. Questi bagni risultano utili anche in caso di reumatismi e durante le convalescenze.

Si utilizzano anche nelle [color=#ff0000]malattie parassitarie, come la scabbia.[/color]

Sono bagni fortificanti adatti anche per i bambini.

Rosmarino: 5 per cento, oppure 50 grammi
Acqua: 1 litro

Lasciare in infusione 20 minuti, poi filtrare.

Il momento ideale per tonificarsi con un bagno o una doccia al profumo di Rosmarino è al risveglio, prima di iniziare la giornata. Oppure, quando ci si sente affaticati[color=#ff0000] dopo un'attività sportiva.[/color] Alla sera il bagno di Rosmarino può essere utilizzato [color=#ff0000]per eliminare il senso di stanchezza della giornata[/color] e “ricaricarsi” prima di una serata fuori.

[u]Ricetta per bagni alle gambe[/u]. [color=#ff0000]Per eliminare la sensazione di peso alle gambe[/color], che spesso si avverte a fine giornata, sono indicati i bagni con il decotto.

Rosmarino: 60-70 grammi
Sale: 20 grammi
Acqua: 3 litri circa

Lasciare bollire 10 minuti, poi filtrare. Utilizzare per un bagno tiepido alle gambe allungando il decotto con acqua fino a ricoprirle. Terminare con una doccia fredda alle gambe.

[u]Impacchi[/u]. Per reumatismi, artrite, dolori articolari e muscolari si possono utilizzare compresse di garza imbevute di infuso o decotto di rosmarino. Favoriscono un'azione topica [color=#ff0000]stimolante della circolazione e antidolorifica[/color].

Rosmarino foglie: 1 manciata, oppure 50-60 grammi
acqua: 1 litro

Lasciare bollire per 10-15 minuti, spegnere e filtrare.

Applicare sulle zone interessate.

Variante: in caso di [color=#ff0000]distorsioni[/color] gli impacchi possono essere effettuati immergendo una compressa di garza nell'infuso caldo e utilizzandola sulla parte dolorante, per 2-3 minuti. Alternare la compressa calda con applicazioni di ghiaccio, sempre per 2-3 minuti.

[u]Massaggi[/u]. Per una [color=#ff0000]piacevole sensazione stimolante e rivitalizzante[/color] si potranno effettuare massaggi con preparazioni a base di rosmarino.

Rosmarino, Tintura Madre: 100 gocce
Olio di mandorle (o altro olio per massaggio): 250 ml

[u]Altre applicazioni esterne[/u]. Il decotto di Rosmarino risulta efficace anche [color=#ff0000]utilizzato sulle piaghe, come lozione lenitiva.[/color]

Rosmarino, foglie: 1 manciata
Acqua: 1 litro

Lasciare bollire per 10 minuti. Spegnere e filtrare.
Usare per risciacqui.

USO SEMINTERNO

[u]Irrigazioni[/u]. [color=#ff0000]In caso di leucorrea[/color], cioè un aumento delle secrezioni vaginali, risulteranno utili irrigazioni con il decotto della pianta.

Rosmarino, foglie: 1 manciata
Acqua: 1 litro

Lasciare bollire per 10 minuti, poi filtrare.
Effettuare le irrigazioni vaginali quando il liquido è tiepido.

[u]Gargarismi / Sciacqui[/u]. L'infuso di rosmarino è indicato per [color=#ff0000]gargarismi ad azione antisettica [/color]della gola. E' anche indicato per l'igiene della bocca e per un [color=#ff0000]effetto rinfrescante delle gengive[/color].

http://www.macrolibrarsi.it/speciali/i-benefici-terapeutici-del-rosmarino.php

Il rosmarino dalle mille proprietà ultima modifica: 2013-05-31T10:22:59+00:00 da maraxma
About the Author
maraxma