IL SOLE ARTEFICE DI RIVOLTE

Il Giornale Online
Sapete quando si dice che il sole ci ha dato alla testa? Beh, pare che a seconda dei suoi massimi e minimi, l’attività solare non sia solo capace di innescare terremoti ed eruzioni vulcaniche, per non dire poi tempeste tropicali e perturbazioni atmosferiche, ma addirittura i meccanismi del nostro cervello con i loro impulsi elettrici ecc abbiano dei sovvraccarichi che possono causare provvisori cambiamenti mentali e di pensiero e a rivoluzioni. Secondo lo scienziato A.L. Tchijewsky, i grandi cambiamenti sociali, guerre, rivoluzioni ecc erano strettamente legati all’attività solare, nel 1926, disse: “Dobbiamo pensare che esista un potente fattore esterno alla nostra Terra che governa lo sviluppo degli eventi nelle società umane e li sincronizza con l’attività del sole; e dobbiamo anche pensare che l’energia elettrica del sole è il fattore extraterrestre che influenza i processi storici”. Sembra un’affermazione alquanto azzardata, quella dello scienziato, eppure, con le sue ricerche, trovò ed elencò tutta una serie di fatti che gli danno ragione.

Eccone alcuni riportati da G.L. Playfair e S. Hill: “Nel 1917… la rivoluzione bolscevica si era verificata in coincidenza con un’insolita esplosione di attività solare, come avvenne per il tentativo fallito del 1905. Nel 1922, aveva disegnato un diagramma… che dimostrava che un periodo di almeno 2400 anni di ‘movimenti di masse’, comprese tutte le guerre più gravi, le battaglie e le rivoluzioni registrate nella storia di tutti i popoli, rivelava non solo dei cicli regolari, ma dei cicli in fase con quelli del Sole. (…) Le rivoluzioni francesi del 1789, 1830 e 1848, le agitazioni locali del 1870 e le due rivolte russe del 1905 e del 1917 ebbero luogo tutte vicino a periodi di massima attività solare. (Come, pure, lo scoppio della seconda Guerra Mondiale, i colpi di stato comunisti di molte nazioni dell’Est Europeo, l’invasione sovietica della Cecoslovacchia e il periodo di agitazioni studentesche del 1968)”
. Le più importanti constatazioni di Tchijewsky lo portarono ad osservare che:

– In 2400 anni di storia del mondo, i grandi movimenti sociali (guerre, rivoluzioni, invasioni, ecc.) si verificano numerosi ogni 11 anni, in periodi di massima attività solare;
– Dall’anno 1000 al 1900 “il 72 % di tutte le epidemie psichiche coincide con i periodi di massima, e il 28 % con i periodi di minima dell’attività solare”;
– In ultimo due esempi di Tchijewsky che chiariscono l’influenza del metronomo solare: le immigrazioni degli ebrei in America sono più massicce, particolarmente, in periodi di grande attività solare. L’alternarsi dei ministeri liberali e conservatori in Inghilterra, tra il 1830 e il 1930, seguirebbe la seguente regola: negli anni di massima attività delle macchie solari liberali al potere, conservatori negli anni di minima.

Tchijewsky nel 1926, in base alle sue teorie, fece delle previsioni per gli anni 1927-29 assicurando che in essi avremmo osservato “un’attività umana della più grande importanza storica” che avrebbe dato un nuovo volto al mondo. Non sbagliò affatto. Una lunga dittatura fascista e corporativa fu iniziata da Antonio de Oliveira Salazar che in Portogallo arrivò al potere in quel periodo.

In Cina a Pechino il generale Chiang Kaishek formò un governo nazionalista a Nanchino e condusse la guerra civile contro i comunisti. L’Italia sempre in quel periodo si dava un parlamento fascista e preparava la strada a Mussolini. Hitler raggiungeva il potere in Germania. In Russia Stalin arrivava al vertice del potere dopo aver soppresso Trotsky. In America si verificò, nel 1929, il grande crollo di Wall Street, il più grande disastro economico della storia americana. Eysenck e Nias sottolineano che “si è anche sostenuto che c’è un ciclo di guerre di 11, 1 anni, che è la lunghezza media del ciclo delle macchie solari…”. Ma esistono prove recenti che sono ancora molto fresche. Agli inizi di questo mese il sole ha ripreso la sua attività con una serie di esplosioni solari. Giovedì 4 agosto è iniziata una serie di grandi esplosioni, seguita da una seconda nella giornata di venerdì 5 e da una terza nella mattinata odierna.(9 agosto)

Le esplosioni della scorsa settimana hanno raggiunto l’intensità massima fra quelle classificate di livello medio. Una tempesta di veemenza doppia rischierebbe di mandare completamente in tilt le comunicazioni radio sulla Terra, ma non è questo il caso. Dal sole è esploso del materiale gassoso che è fuoriuscito dal campo magnetico solare. Il gas espulso parte a migliaia di gradi e percorre anche milioni di chilometri, accompagnato da particelle elementari cariche elettricamente e radiazioni forti, che creano una cosiddetta tempesta solare che arriva fin sulla Terra, comunque schermata dal campo magnetico terrestre e atmosferico, che fanno da solido scudo, specie alle tempeste più deboli. Quella di questi giorni è classificata G4 su una scala che arriva a G5, quindi è decisamente forte. Le tempeste di classe G4, infatti, sono relativamente rare, se ne contano un centinaio nel ciclo solare di 11 anni, e creano problemi. In concomitanza con questi fenomeni in Inghilterra sono cominciate tutta una serie di violente rivolte.
9 AGOSTO – “Incendi e saccheggi si sono diffusi anche in altre città come Birmingham, Bristol and Liverpool. Oggi riunione di emergenza a Downing Street. Dai quartieri periferici di Londra, per la terza notte successiva, le rivolte e i saccheggi si sono diffusi anche in altre città della Gran Bretagna, come Birmingham, Bristol and Liverpool, mentre il primo ministro David Cameron, interrotte ieri sera le vacanze in Toscana, è rientrato nella capitale dove presiederà in giornata a una riunione di emergenza a Downing street.” “«È l’intifada di arrabbiati e disoccupati, pure di delinquenti comuni che si mischiano e si organizzano in gruppetti, che si danno appuntamento per le razzie, incendiano edifici, rapinano megastore»” “Cresce la rivolta, Inghilterra a ferro e fuoco” è intitolato il taglio medio in prima pagina. Due anche in questo caso le pagine interne dedicate alle rivolte in Gran Bretagna. Secondo lo scrittore Kanif Kureishi, nato da padre pachistano e da madre inglese e conoscitore del malessere delle periferie: “Questo è solo l’inizio, adesso la rivolta contagerà tutta l’Europa”. «Le proteste – spiega Kureishi in una intervista – scaturiscono da un malessere con radici principalmente economiche. Non a caso la rabbia si è scagliata soprattutto contro i negozi, simbolo dell’accesso al benessere che gli viene negato». E alla domanda “Come arginerà il governo la protesta”, risponde: « Ci vogliono investimenti, soldi. Che il governo non ha. Come del resto non ne hanno Italia, Grecia, Spagna.

Per questo credo che siamo solo all’inizio di un periodo di forte instabilità sociale». L’inviato Rosalba Castelletti raccoglie il commento di Lee Jasper, attivista per i diritti delle minoranze secondo cui «Il malcontento covava da anni, frutto di tanti abusi. Qui la disoccupazione è altissima e il governo che fa? Taglia i servizi pubblici e ogni iniziativa sociale. Bisognerà tornare a dare fondi alla comunità».” E’ consigliabile non prendere alla lettera quanto scritto qui, spesso queste drammatiche previsioni del futuro sono create ad arte per l’audience del giornalismo che per parlare di fatti concreti. In ogni caso queste rivolte sono divampate in concomitanza di una serie di violente attività solari. Anche molte delle rivolte ad inizio anno in Medioriente sono esplose proprio nel periodo in cui l’attività solare nonostante il debole minimo, è andata aumentando con una serie di violente eruzioni solari per poi acquietarsi. Resta da attendere cosa ci aspetta per il prossimo Massimo Solare, la crisi economica c’è e anche molta tensione nelle politiche di tutto il mondo. Fatto sta che siamo legati da rapporti di causa-effetto con la nostra stella da milioni di anni e di sicuro apprendere questa cosa sarà alquanto insolito ma invece tutto ciò rappresenta la norma nelle leggi della natura.

Fonte: http://daltonsminima.altervista.org/?p=15594 http://www.disinformazione.it/cronobiologia.htm http://www.meteoweb.eu/2011/08/forte-tempesta-solare-in-atto-pochi-rischi-tante-spettacolari-aurore/72144/ http://www.vita.it/news/view/113185
Vedi: http://www.coscienza.org/_ArticoloDB1.asp?ID=1240

IL SOLE ARTEFICE DI RIVOLTE ultima modifica: 2011-09-07T15:51:02+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)