Intel, SGI e NASA insieme per un nuovo supercomputer

Il Giornale Online
“Le tre realtà hanno sottoscritto un accordo per lo sviluppo di un sistema in grado di arrivare entro il 2012 ad una potenza di picco di 10 Petaflop”

La NASA, Intel e SGI hanno annunciato la sottoscrizione di un accordo per la collaborazione allo sviluppo di un nuovo supercomputer, che verrà utilizzato dalla NASA per le missioni dei prossimi anni.

Secondo i termini dell'accordo, conosciuto con il nome di Space Act Agreement, l'ente spaziale statunitense collaborerà a stretto contatto con i due colossi dell'IT, Intel e SGI, per la realizzazione di un sistema che metta a disposizione una maggiore potenza computazionale per le applicazioni di modellazione e simulazione.

Le tre realtà lavoreranno ad un progetto chiamato “Pleiades” per lo sviluppo di un sistema di supercomputer in grado di raggiungere una potenza di picco di un petaflop entro il 2009 per passare poi, entro il 2010 allo sviluppo di sistema più potente in grado di arrivare sino a 10 Petaflop. Il progetto sarà portato avanti negli stabilimenti NASA Advanced Supercomputing presso l'Ames Research Center di Moffett Field.

Pete Worden, direttore dell'Ames, ha dichiarato: “Poter conseguire un incremento di prestazioni così consistente aiuterà la NASA a rispondere alle necessità di maggiore potenza computazionale e ci permetterà di raggiungere importanti scoperte scientifiche”.

“Intel, in collaborazione con SGI, è orgogliosa di poter svolgere una missione importante aiutando la NASA ad incrementare la caccia alle scoperte scientifiche. Sistemi come Pleiades sfidano l'immaginazione e potranno guidare la nostra esplorazione della Terra e dello spazio. L'avvicinamento a prestazioni che una volta erano impossibili da raggiungere socchiude le vaste possibilità messe a disposizione dai supercomputer” sono state le parole di Diane M. Bryant, vicepresidente della divisione Digital Enterprise Group di Intel e responsabile della divisione Server Platforms Group.

Andrea Bai

Fonte: hwupgrade.it

Intel, SGI e NASA insieme per un nuovo supercomputer ultima modifica: 2008-05-15T09:40:06+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)