Intervento del prof. Walter kunnen al congresso sul Corpo energetico dellUuomo

Walter kunnen

Walter kunnen

“Siamo scarsamente coscienti del fatto che la differenza principale tra un corpo vivo e un cadavere è una differenza energetica”

A. Il mondo della scienza ( e ipso facto, quello della medicina) ha dato, sinora, poco peso al fatto che il corpo umano è, prima di tutto, un’antenna che emette e riceve, ma soprattutto che assorbe e accumula.

Non è forse singolare che, da una parte, nessuno ignora che non può esserci vita sul nostro pianeta senza l’irradiazione solare mentre, d’altra parte, le nostre biblioteche universitarie non ci offrono alcun testo valido sul modo in cui si svolge tale processo bioenergetico? Persino le ricerche sulla biochimica e la fotosintesi a livello delle piante, avviate dal celebre Istituto Max Planck a Martinsried, in Baviera, sono solo all’inizio.

La necessità di ricerche molto più avanzate si afferma prepotentemente. In Belgio, la “Commissione Deworme”, istituita dallo stato, ha fatto uno studio di tutto quello che è stato pubblicato nel mondo sull’influenza delle linee ad alta tensione sulla salute umana e animale, per concludere che, di fatto, non esiste attualmente nessuno strumento abbastanza sensibile per misurare i campi bio-elettro-magnetici ultra fini che si creano in prossimità di tali linee.

B. Là dove la scienza tecnologica si è dimostrata incapace di creare uno strumento di misura valido, penso di poter produrre la prova, controllabile e quindi scientifica, che un essere umano dovutamente istruito e che disponga di un’antenna Lecher correttamente tarata, è in grado di effettuare misure perfettamente riproducibili, senza precedenti nel mondo della radioestesia.

1) Con un’ antenna lecher si può, quindi, situare il Nord, l’Ovest, il Nord-Ovest e il Sud-Ovest SENZA fare uso di una bussola (che si farà intervenire per i successivi controlli).

2) C’è a nostro attivo una scoperta infinitamente più importante: grazie ad uno “scanning” del corpo, possiamo rendere visibile l’olografia che l’ambiente in cui dorme imprime su di esso durante le ore di sonno. La lettura dell’ologramma consente di situare con precisione l’orientamento del corpo in rapporto ai punti cardinali, il posto del letto nella stanza, la posizione prevalente del corpo durante il sonno, le orme lasciate sul corpo dai vettori dei radar, dalle onde direzionali ubiquitarie (reti ortogonale N.S, E.O- e diagonale NO. SE, NE,SO-) etc…Si tratta di elementi oggettivi e controllabili che danno la prova irrefutabile giustamente richiesta dagli spiriti scientifici seri e critici.

Questo metodo inedito di evidenziare le tracce patogene delle interferenze esogene, non solo da prova di una capacità reale nel campo della radioestesia, ma indica anche (e riusciremo a dimostrarlo), quanto sia determinante l’influenza dell’esogeno sull’endogeno, ossia, l’influenza della biosfera sulla salute e/o sulla malattia.

Questo perché il corpo umano è un’antenna, un corpo emittente e assorbente e al tempo stesso un accumulatore. Uno studio approfondito dell’ologramma indica come il corpo sia sensibile in ogni sua parte, in maniera analoga al funzionamento dell’occhio, e non come ce lo insegna la letteratura radioestesista, nelle sue parti ventrali e dorsali.

Quasi tutte le illustrazioni pubblicate, come del resto, quasi tutti i metodi di neutralizzazione proposti (anche, tra gli altri, i tappeti da mettere sotto al letto), sono da considerare errati, dato che tutti derivano dalla concezione errata che il corpo registra il suo ambiente in modo bidimensionale, mentre sia il corpo, sia i campi di perturbazione che lo investono si manifestano su una scala tridimensionale. Questo, del resto, spiega perché, sia la testa che il tronco e le gambe registrino individualmente praticamente la stessa immagine del loro ambiente. Ogni qualvolta ce ne sia offerta l’occasione, rendiamo visibile ciò che affermiamo e che implica l’abolizione del 90% circa delle teorie pubblicate sinora sull’argomento, ce ne rendiamo conto.

3) Con una formazione seria e la dotazione di un’antenna Lecher tarata correttamente, ci sono offerte ben altre possibilità di lavoro. Tra queste, la misura dell’intensità del magnetismo cellulare nord e sud in circa tutti gli organi del corpo umano. Ci è stato dato, infatti, di scoprire la frequenza specifica o lunghezza d’onda di ciascun organo, costante in tutti gli individui. Tale misura, facile e semplice allo stesso tempo, consente di compiere una diagnosi precisa in tempi brevissimi.

4) Si ricerca, quindi, la controprova dei risultati ottenuti, eseguendo una misura della reazione energetica del corpo ai farmaci omeopatici corrispondenti ai sintomi evidenziati, ottenendo, abitualmente, conferme eclatanti alla diagnosi stabilita con l’antenna. Allo stesso modo, è possibile stabilire con l’antenna la pertinenza di un farmaco rispetto ad una persona, ma anche la sua compatibilità con cibi specifici, bevande, stoffe, cosi com’è possibile stabilire la salubrità di materiali da costruzione, prodotti per trattare il legno, vernici, rivestimenti per pareti e pavimenti etc… E’ inopportuno “credere” a tali affermazioni.

E’ necessario viverle, o per lo meno, assistere a una dimostrazione. Fin tanto che non si è visto il fenomeno di persona, le affermazioni qui contenute restano lettera morta. Non ci si può aspettare a tanta credulità da parte di nessuno.

5) L’uso dell’antenna Lecher diventa davvero appassionante quando si tratta di localizzare il dolore e rovesciare la polarità dei centri nevralgici con una magnetoterapia direzionata. Scompaiono praticamente tutti i dolori, specie quelli di stomaco e della regione intestinale (enteriti, ulcere, coliti, appendiciti, morbi di Crohn), ma anche le tendiniti, le “frozen shoulders”, le sinusiti, le Cox e Gonartriti etc…

Da notare che, nella maggioranza dei casi, la mobilità delle articolazioni e delle vertebre, se non è totalmente restaurata, migliora sensibilmente. Il nostro entusiasmo iniziale ci fece quasi pensare in verità dopo una serie di successi clamorosi che fosse possibile vincere tutte le forme di dolore in assoluto. Da allora, qualche piccola lezione di modestia ci ha reso più saggi e ci costringe a spingere oltre le nostre ricerche.

6) Questa relazione pecca inevitabilmente d’incompletezza, ma dobbiamo aggiungere che è assolutamente possibile, nell’ambito di una casa o di un appartamento, manipolare i fattori patogeni conosciuti (sia per riflessione, dirottando il vettore verso l’alto, che per assorbimento): la biosfera sarà, cosi, deparassitata e trasformata in un ambiente ottimale dove potranno avvenire guarigioni spontanee (spesso è il caso), o per lo meno un miglioramento sensibile dello stato di salute degli abitanti.

Per i medici curanti i quali, malgrado formulino una diagnosi corretta e diano una cura appropriata ai loro pazienti, non riescono a vincere definitivamente la loro resistenza alla terapia, ciò che esponiamo qui apre prospettive nuove e incoraggianti. Inoltre, un medico istruito sull’uso dell’antenna Lecher potrà, d’ora in poi, controllare dovutamente il lavoro di bio-risanamento realizzati dagli “specialisti” in materia.

Walter Kunnen
coscienza.org

Intervento del prof. Walter kunnen al congresso sul Corpo energetico dellUuomo ultima modifica: 2007-11-26T17:06:10+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)