Intervista a Rosario Marcianò -seconda parte-

Il Giornale Online

Seconda parte dell'interivista rilasciata da Rosario Marcianò, sull'argomento “scie chimiche” per i lettori di Altrogiornale.org

[u]Rosario Marcianò, Presidente del Comitato nazionale contro le scie chimiche Tanker, rilascia in esclusiva un'intervista ad Altrogiornale.org[/u]

P. Bene, continuiamo l'intervista Rosario?

R. M. Procediamo pure, Pasgal

P. Possiamo comunque soffermarci, Rosario, sulla relazione tra scie e campi elettromagnetici?

R. M. Volentieri. Si potrebbe pensare che i due aspetti siano distinti, ma non è così. Infatti, come ti accennavo, la giornalista indipendente Carolin Williams Palit, osserva che: “le scie chimiche sono diffuse per creare un medium per trasmettere onde elettromagnetiche, tramite oscillatori di campi elettromagnetici chiamati gyrotrons e per mezzo del riscaldamento della ionosfera. Il particolato consente alle armi ad energia diretta di funzionare meglio. Ciò riguarda la natura del plasma e la propagazione dei raggi.

Il bario cosparso nell'atmosfera reagisce chimicamente con i raggi ultravioletti. Quindi viene creato un plasma contenente alluminio che reagisce sia con le onde elettromagnetiche irradiate da H.A.A.R.P. sia con il sistema gyrotron sulla terra (Ground wave emergency network – G.W.E.N.) sia con le installazioni laser nello spazio. Il bario rende il plasma contenente alluminio più denso. Ciò vuol dire che essi ottengono un plasma più denso di quanto non avverrebbe solo riscaldando la ionosfera.

Una maggiore densità significa che le particelle che collidono tra loro aumenteranno la loro carica, poiché aumenta il numero di tali particelle. Quello che stanno tentando di realizzare è di creare armi di raggi al plasma.

Le scie chimiche sono il medium. I radar del sistema G.W.E.N., le varie stazioni H.A.A.R.P. e le stazioni laser nello spazio sono il metodo, ossia le chemtrails sono il medium, l'energia diretta è il metodo. Questi sistemi d'arma si trovano in Russia, Canada, Stati Uniti ed in tutta Europa. Le armi esotiche possono essere mobili o fisse, sulla Terra, ma anche essere collocate nell'atmosfera e nello spazio.

Si tratta di un sistema di difesa e di offesa contro attacchi elettromagnetici e missilistici. Esso impiega “scudi” di particelle ionizzate come sistema di difesa. Ciò vuol dire che essi irrorano e rafforzano l'irrorazione con le onde elettromagnetiche. Quando questi scudi sono attivati, essi “escludono” ed alterano il campo magnetico terrestre. Questi scudi possono essere disposti in strati uno sopra l'altro per proteggere dai missili. Le scie chimiche contengono anche carbonio che può essere usato per assorbire le microonde . Alcune scie sono formate da elementi (chaff) che rendono gli aerei invisibili ai radar”.

Certo, molte persone pensano che le antenne che spuntano dappertutto servano alla telefonia mobile, alle telecomunicazioni (reti wireless). Questo è vero, ma solo in parte. Infatti per quale motivo sarebbero installati tutti questi impianti così vicini l'uno all'altro? E' antieconomico! Eppure le stazioni radio base sono ormai in ogni dove: sui tetti delle abitazioni, nei parchi, nelle tenute private, sui crinali delle colline, sulle cime di montagne, persino nei cimiteri! Non dimentichiamoci, poi, di tutte quelle antenne nascoste o camuffate: hanno sembianze di innocui alberi, di comignoli. Sono occultate in campanili, fari, abbaini…

Perché tutta questa diffusione di antenne, spesso gigantesche? In realtà, come nota anche il ricercatore Kafka, l'obiettivo è quello di trasformare l'atmosfera in plasma (il plasma è il quarto stato della materia, in cui agli atomi sono strappati gli elettroni): il plasma facilita la trasmissione di segnali elettromagnetici. Alla fine, è come se l'atmosfera fosse diventata un enorme forno a microonde: nei forni di questo tipo si impiegano quarzo e bario. Sono gli stessi elementi rintracciati nelle scie sin dall'inizio dell'operazione! Non credo sia una coincidenza.

P. Alcuni affermano che le microonde non possono influire né sui fenomeni atmosferici né scindere il legame tra ossigeno ed idrogeno nella molecola dell'acqua. Quindi l'allarme è esagerato oppure infondato.

R. M. Non è vero. Le microonde sono in grado di influire sui fenomeni meteo, sul comportamento umano, sugli equilibri naturali… Uno sperimentatore, Kanzius, le ha usate per scindere l'idrogeno dall'ossigeno nell'acqua per produrre energia. Sono già state create ed usate armi a microonde per “cuocere” gli esseri viventi. Le microonde sono un'arma! Non è un caso se in Russia, i forni a microonde sono vietati. I Russi che, insieme con gli Statunitensi, sin dagli anni 50 del XX secolo sperimentarono sistemi d'arma a microonde, lo sanno bene.

Esistono dei documenti che mostrano chiaramente che gli Americani erano ben addentro in queste ricerche già dal 1957 e ciò indica che, malgrado ogni negazione sulle loro conoscenze delle armi elettromagnetiche, il Pentagono e la C.I.A. avevano, al contrario, cominciato il loro sviluppo già agli inizi degli anni 1950. È facile comprendere le ragioni che hanno spinto tutte le amministrazioni implicate a tenere il più grande riserbo su queste diaboliche operazioni. L'opinione pubblica non potrebbe mai tollerare lo sviluppo e l'impiego di armi così demoniache. I loro effetti sono altrettanto devastanti quanto quelli delle bombe atomiche; tuttavia esse non sono state che dei prototipi di nuove armi che oggi, quasi mezzo secolo dopo, ci minacciano realmente.

Lowell Ponte, ricercatore del Pentagono, è uno dei rari scienziati del governo a parlare apertamente dei “progressi” di questa scienza e delle sue applicazioni tecnologiche. Egli conferma l'esistenza di segnali che influenzano il campo magnetico terrestre, le onde stazionarie giganti.

I servizi segreti canadesi accennano al progetto in un dispaccio dell'agosto 1975, parlando “di introduzione di onde elettromagnetiche nella Natura”. È comunque poco. Non si dà alcuna indicazione sulle possibilità di combinare delle onde stazionarie giganti con raggi a microonde capaci di influenzare il cervello umano. E non si dice niente sulle microonde che si “fondono” alle armi elettromagnetiche a pulsazione. Tutti questi progetti fanno parte della rete, molto sviluppata e sempre segreta, della ricerca sulle armi invisibili.

È stupefacente constatare che la C.I.A. finanzi ricerche universitarie per mettere a punto degli apparecchi a microonde capaci di lanciare dei raggi che possono causare un'ipnosi a distanza, facendo penetrare dei desideri o comandi nella testa di un individuo ed in grado di provocare poi anche un'amnesia totale sulla vittima. (leggetelo come spiegazione a molti fatti di cronaca in cui persone commettono atti orribili e poi vengono trovati in stato di shock non ricordando nulla di quanto hanno fatto – n.d.r.)

I difensori di queste tecniche psichiatriche hanno sempre fatto parte della ristretta cerchia dei presidenti americani. I presidenti Nixon e Ford sono stati consigliati dal Dr. Arnold Hustschnecker, che era stato, nel 1926, allievo dell'Istituto Kaiser Wilhelm finanziato dai nazisti, dove cominciarono le prime ricerche sulla tecnica delle microonde. Il consigliere di Jimmy Carter, lo psichiatra Dr. Peter Bourne, (vedete il film The Bourne identity o Supremacy – n.d.r.) ha trascorso una grande parte della sua carriera nella ricerca della guerra psicologica e delle tecnologie delle microonde. Alcuni giornalisti hanno fatto un'inchiesta sul potere che costui avrebbe usato per spingere Carter a prendere delle decisioni sorprendenti. Il Dr. West faceva parte dei collaboratori vicini a Ronald Reagan.

Perché ci sono così tanti di questi psichiatri all'interno dei progetti sulla guerra invisibile e nei cenacoli delle alte decisioni politiche?

Insomma, questo è il quadro: le armi elettromagnetiche sono invisibili, ma micidiali. Inoltre, come ha dimostrato il meteorologo Scott Stevens, le nuvole assumono forme grottesche, innaturali, orribili, a causa dell'emissioni di onde elettromagnetiche. Abbiamo anche notato che le nubi tendono ad acquisire strane configurazioni a pettine al di sopra delle antenne. Sarà un caso?

P. Molti obiettano: non si sono mai visti aerei chimici decollare ed atterrare dai vari aeroporti. Che cosa si può rispondere?

Non è vero: Sono stati scorti, fotografati e filmati velivoli privi di contrassegni, mentre decollavano o atterravano in aeroporti civili. Sono anche aerei che cominciano a rilasciare copiose scie poco dopo il decollo. Inoltre molti tankers usano le numerosissime basi militari off limits sparse in tutto il mondo. Pensa che l'aeroporto di Torino Caselle è stato recentemente cintato con alti muri di cemento per evitare che qualche curioso osservi lo strano via vai di aerei chimici. Non si può escludere che molti aerei, anche riforniti in volo, facciano riferimento ad installazioni militari segrete.

P. Quanto può costare una tale operazione e come è finanziata?

Il costo è letteralmente incalcolabile. E' esorbitante, astronomico. Considera che in media un volo di un MD-80 costa 8000 mila euro l'ora. Moltiplicalo per centinaia di voli ogni giorno, solo in Italia e capirai quale cifra colossale viene spesa. L'operazione è finanziata soprattutto con il signoraggio bancario.

P. Perfetto, se sei d'accordo direi di fermarci a questo punto e dare un po' di tempo ai lettori per riflettere su quanto detto oggi.

R.M. Certo, Pasgal, d'altronde sin dall'inizio avevamo appunto concordato di alleggerire l'intervista dividendola in più parti. Ti ringrazio per l'opportunità che mi hai dato e ringrazio anche Bojs, dai cui studi abbiamo tratto molte informazioni sulle armi elettromagnetiche. Un cordiale saluto a tutti i lettori di Altrogiornale.

LEGGI LA [color=#ff0000]PRIMA PARTE DELL'INTERVISTA[/color]

LEGGI LA [color=#ff0000]TERZA PARTE DELL'INTERVISTA[/color]

[u]Per approfondimenti:[/u]

Tanker Enemy TV http://www.tankerenemy.com/
Il canale video del comitato nazionale tanker Enemy

ZRET blog http://zret.blogspot.com/
Una finestra sul mondo delle verità che non ci mostrano.

Scie chimiche (Chemtrails) http://sciechimiche-zret.blogspot.com/
La verità sulle criminali operazioni di aerosol nei cieli del mondo.

STRAKER http://straker-61.blogspot.com/
A great survivor…

You-Tube Tanker Enemy Channel http://www.youtube.com/user/tankerenemy
Raccolta filmati

Intervista a Rosario Marcianò -seconda parte- ultima modifica: 2008-07-24T22:55:59+00:00 da Pasquale Galasso
About the Author
Pasquale Galasso

Pasquale Galasso, editore di Altrogiornale.org - Credo in un'esistenza vera, non limitata al solo mondo materiale. Viviamo in un corpo fisico ma la nostra anima è storica.