La Cimatica e la Creazione

Il Giornale Online
CIMATICA

La Cimatica è lo studio della forma del suono.
Il lavoro pionieristico di Ernst Chlandi (1756-1829), ha mostrato che il suono influenza la materia fisica. Chlandi fece vibrare un arco di violino sul bordo di piatti metallici, cosparsi di sabbia fine. Differenti frequenze provocarono certi schemi geometrici.

Negli anni '60 il Dr. Hans Jenny investigò sulla vibrazione sonora, inventando una macchina che chiamò tonoscopio. Questa gli permise di vedere l' immagine fisica, o “dimensione”, di vari suoni, inclusa la voce e i toni umani. Chiamò questa ricerca cimatica. Il suo lavoro è stato pubblicato recentemente in un volume Inglese con molte fotografie stupende.

L' Ebraico, il Sanscrito, l' Egiziano e il Tibetano sono considerati generalmente linguaggi “sacri”, che hanno il potere di manipolare la realtà. Questo suggerisce che suonando testi sacri, cantando sacri vocaboli, le nostre cellule risuonino in forma più “coerente”, nella quale le nostre energie sono sincronizzate con quelle dell' Universo/Fonte/(Elohim).

Osservò che le forme e le formazioni tridimensionali prodotte sullo strumento cimatico, hanno molte similarità con le forme naturali, come cellule di animali, piante e minerali. Forse esiste una “vibrazione di fondo” in natura, che agisce come modello per strutturare il mondo fisico, ma la vibrazione è la realtà, non la forma fisica. Questa scoperta è molto in linea con le idee espresse nei secoli dalla filosofia Orientale, tutto ciò che vediamo è illusione.

Jenny scoprì anche che l' acqua può essere plasmata e può mostrare un effetto antigravitazionale quando fatta vibrare dal suono. Dato che i nostri corpi sono composti in maggioranza da acqua, il suono può effettivamente ristrutturare le cellule dei nostri corpi. (Preso dal sito internet Cymatics).

La scienza della Cimatica prova che il mondo fisico viene tenuto assieme da qualcosa di più grande. Questo Qualcosa di più grande è Yahshua il Messiah, come rivela il libro Ebraico, “Colui (Yahshua) che è la luminosità della Sua gloria, e SOSTIENE TUTTE LE COSE CON LA PAROLA DEL SUO POTERE!” (Heb. 1:3)

I maestri Ebrei continuano a sostenere che l' intera creazione sia stata prodotta utilizzando l' alfabeto Ebraico. Notate ancora cosa si dice sui testi sacri e i vocaboli, “Questo suggerisce che suonando i testi sacri, cantando i sacri vocaboli, le nostre cellule risuonano in una forma più “coerente”, nella quale le energie sono sincronizzate con quelle dell' Universo/Fonte/(Elohim).”

L' alfabeto Ebraico inizia con aleph (a) e finisce con tau (t). Rabbi Michael Munk scrive, “Nell' idioma popolare, qualcosa che viene espresso o analizzato interamente è detto essere coperto d[w plam wyt, da aleph a tav.” (La Saggezza in Alfabeto Ebraico, p.34).

Ancora, scrive, “Comprendendo la prima e l' ultima lettera dell' Aleph Beis, ta allude alla completezza e perfezione. Cioè la Torah usa l' articolo enfatico nel descrivere l' inizio della creazione: arb tySarb xrah taw MymSh ta Myhla, In Principio Dio creò il cielo e la terra (Genesi 1:1). Questo uso allude al fatto che l' universo è stato creato in completa perfezione, “da aleph a tau”. (IBID, p. 34-35).

Ricordate che sotto “ULTERIORE ANALISI” ho scritto, “Esiste un' altra parola Ebraica o idioma aggiunta alle Scritture che non è stata tradotta in Inglese e a cui non ci riferiremo in questo capitolo.”
Questa era la parola o idioma di cui stavo parlando, aleph e tau (ta).

Lasciatemi produrre ognuna delle parole Ebraiche in Gen. 1:1 con la sua corrispondente in Inglese così potete ottenere un migliore disegno, tyWarb (in principio) arb (creò) myhla (Elohim) ta (aleph/tau) MymSh (i cieli) w (e) (aleph/tau) xrah (la terra).

Yahshua proclamò nel libro della Rivelazione, capitolo 21, verso 6, “Ed Egli mi disse, “E' fatto, Io sono Aleph e Tau (ta), il Principio e la Fine..”

So che la versione Inglese utilizza le lettere Greche “alfa” e “omega”, ma Yahshua avrebbe parlato il linguaggio celeste, che è Ebraico, non Greco. Quando apparve a Paolo, Egli si rivolse a Lui in Ebraico (Atti 26:14).

Yahshua sostiene tutte le cose con la PAROLA DEL SUO POTERE! Tu sei sostenuto dalla PAROLA DEL SUO POTERE! Il mondo attorno a te è sostenuto dalla PAROLA DEL SUO POTERE!

Questo è confermato nel libro dei Colossesi che afferma, “Egli (Yahshua) è prima di tutte le cose e TUTTO SUSSISTE IN LUI,” Col. 1:17.

La parola Greca per “consiste” è “sunistao” che significa, mettere assiem. L' intera creazione, inclusi noi stessi, è introdotta da Lui, tenuta assieme da Lui, costituita da Lui.

La cosa triste è che la Sua creazione non Lo conosce, come scrive Giovanni, “Era nel mondo; il mondo fu creato per mezzo di lui, ma il mondo non lo conobbe. Venne a casa sua e i suoi non lo ricevettero” Giov. 1:10-11.

Realizzate il significato? Molte volte quando vado nelle prigioni e parlo agli uomini, chiedo loro, “Cosa state facendo lì? Non capite che siete stati concepiti nell' utero e portati in questo mondo da Yahweh per compiere i Suoi propositi in voi e per voi?”.

Non è stato Yahweh ad aprire l' utero alla donna? (Gen. 29:31; 30:22). Non è stato il salmista che ha dichiarato di essere stato estratto dall' utero da Yahweh? (Salmi, 22:9). Non è stato il Profeta Isaia a dichiarare che Yahweh ha formato Giacobbe nell' utero? (Isaia 44:2).

Il problema con l' uomo è che appena uscito dall' utero, quando matura, prende la sua vita in accordo ai suoi propositi e desideri. Tristemente, sprechiamo la nostra vita, perchè non ci sottoponiamo all' Uno che ci ha creati per vivere le nostre vite, innalzandole oltre le nostre libidini. Rifiutiamo di realizzare che Egli è l' Uno che ci ha portati per i Suoi propositi. Rifiutiamo di vivere per i Suoi propositi. Colui che è stato il nostro inizio; l' Uno che ci sostiene con la Parola del Suo potere; l' Uno di Cui tutti consistiamo!

Tradotto da Richard per Altrogiornale.org

Tratto da: http://members.cox.net/yeamagazines/page_9-1.htm

La Cimatica e la Creazione ultima modifica: 2008-04-26T15:39:29+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)