La provincia di San Pietroburgo " invasa " dagli extraterrestri

Il Giornale Online

Nel corso del recente congresso degli ufologi russi tenutosi nella cittadina di Zelenogorsk, alle porte di San Pietroburgo, si e' giunti all'unanime conclusione che sia il Golfo di Finlandia che il lago Ladoga negli ultimi tempi sono le mete preferite dagli extraterrestri.

Il presidente della Commissione per i fenomeni anomali, Evghenij Litvinov, ha raccontato dell'enorme quantitativo di sorvolamenti da parte degli UFO sui due bacini, di cio' che i testimoni ocluari osservano in prima persona, cioe' come i dischi volanti atterrinno direttamente sulle superfici del golfo e del lago, si immergano per poi riemergere.

Sulla base di queste testimonianze, Litvinov ritiene che ben presto la provincia di San Pietroburgo, cosi' ricca di laghi e fiumi, possa diventare una delle zone preferite dagli extraterrestri, al pari dell'isola di Guam nell'Oceano Pacifico e Porto Rico, nell'Oceano Atlantico.

Secondo Litvinov inoltre, esistono una decina di diverse civilizzazioni che a loro tempo hanno formato razze di esseri intellettivi in lotta fra loro per il controllo del nostro pianeta.

Secondo l'opinione degli ufologi russi riunitisi per l'occasione a Zelenogorsk, gli extraterrestri hanno avuto da sempre la tendenza ad entrare in contatto diretto con le personalita' terrestri in vista. Dall'inizio con i profeti, per passare poi agli scienziati, per finire con gli uomini politici e, sempre secondo loro, e' alquanto strano in quest'ottica l'atteggiamento assunto negli ultimi tempi da Vladimir Putin.

Infatti al presidente russo per ben quattro volte nel corso di recenti conferenze stampa o di tradizionali conferenze on-line con i cittadini russi sono state poste domande relative agli extraterrestri alle quali pero' Putin non ha tuttora risposto.

Fonte: pravda.ru – 17.01.2007

La provincia di San Pietroburgo " invasa " dagli extraterrestri ultima modifica: 2007-06-15T09:51:46+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)