La Terra dal punto di vista degli alieni

[youtube=425,344]vXd-VIf0zwQ

Segnalata da psychok9

Un breve filmato di mezzo minuto mostra il nostro pianeta, visto da molto lontano.

Un'immagine tratta dal filmato realizzato con le fotografie scattate dal satellite Deep Impact
È stata la sonda spaziale Deep Impact, lo scorso maggio, a catturare le immagini che hanno permesso agli scienziati di assemblare un breve video in cui si vede ciò che altre forme di vita lontane vedrebbero se puntassero un telescopio potentissimo sul nostro pianeta.

IL VIDEO – Posizionata a 50 milioni di chilometri di distanza da noi, Deep Impact ha scattato una serie di fotografie (una ogni 15 minuti, per un giorno intero) che sono state poi utilizzate per realizzare un breve video della durata di 30 secondi che testimonia il passaggio della Luna di fronte alla Terra mentre ruota sul proprio asse. «Disporre di riprese della Terra realizzate da tanto distante ci aiuta nella ricerca di forme viventi su altri pianeti, poiché dà l'idea di come ci apparirebbe un lontano mondo alieno simile al nostro», ha spiegato Michael A'Hearn della University of Maryland.

DETTAGLIO – Il movimento del nostro satellite naturale è stato osservato altre volte in passato, ma mai in modo così dettagliato. «Per catturare delle immagini simili una civiltà aliena dovrebbe in realtà disporre di tecnologie che oggi non siamo nemmeno in grado di immaginare», ha detto Sara Seager del MIT, aggiungendo che «diversamente non vedrebbero altro che un puntino luminoso». Esattamente come quelli che osservano gli astronomi terrestri quando guardano al cielo con i loro telescopi. Ora il video regalatoci da Deep Impact permetterà ai nostri scienziati di scoprire qualcuno dei segreti che si nascondono dietro quelle luci lontane.

Alessandra Carboni
18 luglio 2008

Fonte: http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/08_luglio_18/terra_alieni_aad048ec-54d0-11dd-92de-00144f02aabc.shtml

La Terra dal punto di vista degli alieni ultima modifica: 2008-09-19T10:37:55+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)