La trasmutazione per una nuova era

Il Giornale Online
In questa onda di vita più vibrante, la responsabilità della qualità creata non sarà circoscritta soltanto all'umanità del pianeta, come è avvenuto fino ad oggi.

Dovremo misurarci con la collaudata creatività di tutta la “comunità” del nostro sistema solare evoluto

In quest'ultimo secolo gran parte dell'umanità ha mostrato interesse per le “Profezie” riguardanti la fine del millennio, da quelle degli antichi profeti, riportate dai Testi Sacri, a quelle ricordate dalle antiche tradizioni e culture di tutti i popoli. Fino ad oggi, è come se tutte si fossero passate il testimone, la fiaccola della conoscenza che la Luce stessa ha loro suggerito. Gli avvertimenti, a volte dettati con così grande anticipo sugli eventi, non hanno sempre trovato un naturale e positivo riscontro, bensì sono stati accolti con stati d'animo negativi quali: paura, sofferenza, certezza, che si trattasse di punizioni divine per aver peccato o di una fine decretata soltanto per i “cattivi”, ecc. Pochi hanno interiorizzato l'annuncio che esse stesse recano: la Trasmutazione per una nuova Era!

Se così non fosse, che significato avrebbe annunciare con millenni di anticipo cosa accadrà in un dato momento? È evidente che le profezie sono dettate da chi conosce la Legge di Evoluzione e il progredire della vita Cosmica Universale, pertanto, esse vengono offerte come una guida per comprendere e non per decretare. Altrimenti il libero arbitrio non avrebbe alcun senso. La Vita stessa è un dono di libertà! In conseguenza, a conclusione di ogni ciclo, di ogni “classe”, l'umanità intera è chiamata alla verifica, ad un esame collettivo del progresso spirituale raggiunto, per accedere ad un nuovo orizzonte dell'esistenza. Le profezie che riguardano l'umanità di questo pianeta non fanno eccezione. È l'alba di un Nuovo Grande Giorno. Altrimenti perché il Maestro Solare Gesù avrebbe promesso, 2000 anni fa: “… farò nuovi cieli e nuove terre” In funzione di che? Per i cosiddetti “buoni”? No, la Vita si rinnova: si evolve.

Il Nuovo Progetto

A differenza di noi umani che sperperiamo le parole per dire poco o nulla, Guide Spirituali come Gesù hanno sempre misurato le parole ed ognuna di esse afferma una Verità dello Spirito.Nel nuovo sole interiore che nasce, ogni individuo sarà chiamato a “trasformare” la propria coscienza Anziché duellare a colpi di teologia, per sostenere il proprio credo religioso, sarebbe molto meglio rendere concreto a noi stessi l'insegnamento donatoci con tanto amore. Mettendo in pratica nella vita quotidiana tali Verità renderemmo molto più facile e leggero il nostro libero andare e troveremmo una maggiore intesa con il “suggerimento profetico”.
Se un tecnico o un progettista illustrano ad un'assemblea un programma per la demolizione di case obsolete, in modo da far nascere nuove oasi di bellezza e splendori urbani, nessuno fugge, nessuno è terrorizzato.

Allora mi domando: perchè quando è il Creatore Assoluto, il Progettista Universale ad annunciare tali cambiamenti, l'uomo fugge? Non trovate la cosa un po' sciocca e assurda? Dio che crea e propone l'eterna felicità all'uomo e l'uomo che scappa perché non ha capito. Non ha voluto capire, nonostante gli avvertimenti affissi con millenni di anticipo! È davvero comico. Non credete che sia nella natura della Vita il continuo rinnovarsi per offrire condizioni sempre più evolute? Allora, anziché cercare scampo dai terremoti dell'apocalisse, sarebbe molto meglio ascoltare qual è il “Nuovo Progetto” creato per noi tutti! Non sarebbe una dimostrazione di saggezza? La nostra fortuna è che l'Amore di Dio è infinito, altrimenti saremmo già da tempo finiti nella fornace.

Il Giornale Online
Confondendo individualità con separazione

Invitati ad una serata di gala o teatrale, ci prepariamo adeguatamente. Non è infinitamente più importante prepararsi per un invito alla vita spirituale? Crediamo veramente di poter traghettare i vecchi bagagli delle nostre passioni nella Nuova Era? Se le cose stanno così, neanche cento libri dell'Apocalisse ruisciranno a scalfire la nostra insensibilità monolitica! L'annuncio apocalittico può terremotare le montagne ma non la nostra indifferenza.

È mai possibile che non si riesca a comprendere che non possiamo ritardare o arrestare i cicli cosmici dell'evoluzione? L'umanità di questo pianeta non può continuare a nascondersi dietro l'alibi della morte, affermando che quando questa la raggiunge, tutto finisce. Non è vero! Tutto prosegue e noi siamo gli unici responsabili del nostro benessere, della nostra felicità: con o senza il nostro corpo fisico.

Sembra di essere in una moderna sala d'incisione, dove ogni musicista registra per proprio conto un brano con il suo strumento. Poi un tecnico, un abile assemblatore, farà risultare i vari pezzi registrati separatamente come se fossero un'unica melodia suonata contemporaneamente dai vari artisti. Se può funzionare nella vita pratica, non può assolutamente funzionare nelle manifestazioni dello Spirito, dove ogni creatura, ogni soffio di vita agisce e interagisce con il Tutto.Tutto è Uno e Astri&Sentire sono un'unica cosa Ecco la tremenda illusione dell'uomo che abita questo pianeta!

Confonde l'individualità con la separazione. Nessuna creatura può essere divisa, separata dal resto. Se lo crediamo possibile è solo perché abbiamo una scarsa consapevolezza della Realtà Assoluta. Basta un esempio come questo per palesare la povertà della nostra coscienza rispetto all'Era che ci è stata preparata. Chi oserebbe dissacrare l'armonia di un giardino dell'Eden, se non noi incalliti egoisti separatisti?

Le mutazioni del sistema solare

La Nuova Era è un Ciclo di Vita più evoluto che ci attende, non certo una realtà già pronta e confezionata. Sarebbe veramente da immaturi pensarlo. Tutti coloro che vorranno prendervi parte dovranno necessariamente essere dei creatori consapevoli sia nell'operato singolo che in quello collettivo. Tuttavia, nella nuova onda di vita più vibrante, la responsabilità della qualità creata non sarà circoscritta soltanto all'umanità del nostro pianeta, com'è avvenuto fino ad oggi. Essa dovrà commisurarsi con la già sperimentata e collaudata creatività di tutta la “comunità” del nostro sistema solare che, nel frattempo, si evolverà in un Sistema Binario, cioè con due Soli. Voglio dire che mentre finora ignoravamo questa realtà – invece ben presente nelle coscienze dei nostri fratelli di altri mondi – con il nuovo avvento non potremo più sottrarci a questa responsabilità.

Così come il nuovo Astro fisico darà un concreto impulso di Vita a tutti i pianeti armonizzati fra loro, così ognuno di noi dovrà far nascere un Nuovo Sole interiore che trasformerà le nostre coscienze, dal sentire del divenire al Sentire dell'Essere. Individualità e collettività fusi in un'unica Realtà Spirituale. Questi possono sembrare paroloni astrusi per il nostro modo di esistere, per come abbiamo concepito la vita. (Volevamo andare alla festa di gala in scarpe da ginnastica: incredibile!) Ma solo così il concetto di Fratellanza, l'Amore per il Tutto, il Nuovo Sole interiore ci libereranno dall'essere i dissacratori del Nuovo Dono Divino.

Faccio un'affermazione che pochi saranno disposti a condividere: “Il nuovo Sole si manifesterà sul piano fisico proprio perché le rinnovate coscienze di tutti gli abitanti del nostro sistema lo hanno reso possibile.”

Anche nelle scuole, quando inizia un nuovo anno scolastico, vengono coinvolti sia i bambini dell'asilo sia i laureandi delle varie facoltà universitarie: ognuno è partecipe al livello che gli compete ma tutti apprendono, perfezionandosi. È così che la scuola vive! Proprio perché la “Scuola” è eternamente in evoluzione.

Dunque il Sole nascente non è soltanto una trasformazione del sistema solare, uno sconvolgimento di natura cosmica ma è, soprattutto, un cambiamento Spirituale. Tutto è Uno e Astri & Sentire sono una unica cosa. Un concetto non facile da accettare per le nostre menti razionali. Anche perché il primo pensiero, la prima immagine è quella di una traslazione di migliaia di anni luce, ma questo è un errore. Non possiamo pretendere di voler misurare il cosmo con una coscienza che conosce soltanto il metro. Per la Coscienza Assoluta del Creatore, la Causa Prima, cosa può rappresentare la mutazione di una piccola galassia come la nostra? Una simile trasformazione, per una Coscienza Infinita, è come per noi ottenere una dissolvenza grafica sul monitor di un computer.

L'illusione del dualismo

Accantoniamo per un momento le trasmutazioni universali e concentriamoci sulle nostre, quelle personali. Dunque, è necessaria un'analisi approfondita dei nostri limiti “del Sentire” e riuscire a superarli, se vogliamo apprendere qual è il nuovo progetto di vita che ci viene offerto.

Il primo e più grossolano limite che dobbiamo rimuovere dalle nostre coscienze è l'illusione generata dal dualismo con cui abbiamo vissuto per troppi secoli. Questa illusione è talmente radicata in noi che sarà difficile visualizzarla e rimuoverla, servirà molta forza di volontà ed un genere di pensiero creativo capace di un'immaginazione più estesa possibile. Non potremo portarci dietro dualismi come: bene e male, uomo e donna, vita e morte, ecc. In questo radioso nuovo sole è presente solo e semplicemente la Vita, con tutte le sue infinite manifestazioni.

A nessuno verrà in mente di discriminare o pensare che una forma vivente sia migliore di un'altra. Tutti ameranno e rispetteranno tutto. Il male come lo abbiamo concepito noi di questo pianeta si manifesterà per ciò che realmente è: un riflesso distorto della Luce. È la mancanza d'Amore che provoca questa distorsione. L'amore che ci ha insegnato Gesù è la regola d'oro di questa nuova vita. Con molto anticipo Egli ci ha mostrato con quale stato del Sentire possiamo venire accettati e partecipare a pieno titolo nel novello progetto Binario. Là non troveremo più insetti come le zanzare, che provocano la malaria ed altre malattie. Non ci saranno più animali feroci. E l'Uomo, risvegliatosi alla Luce, aborrirà l'idea di nutrirsi con le carni degli animali. Come potrebbe ucciderli, infatti, vedendo in loro la stessa luce dello spirito universale? Quelli che oggi definiamo Regni inferiori, domani saranno semplicemente manifestazioni di vita in evoluzione come noi.

Il veleno dell'anima

Un altro tremendo limite che ha intossicato le nostre coscienze è la competizione. Una rivalità già spenta millenni e millenni orsono sugli altri pianeti del sistema di cui facciamo parte. Il veleno dell'anima è stato sostituito con l'offerta. Ovvero, tutti danno il meglio di sé, spontaneamente e liberamente, spinti dal desiderio di dare, di offrire. E tutti accettano con gran senso di gratitudine, senza discriminare.

La selezione per passare il “turno” sarà dura! I primi ad essere respinti per nuove destinazioni saranno proprio quelli che hanno in odio l'Amore. Il nuovo sole è Amore e non potrà accoglierli in seno. Tutti coloro che sono pronti a scatenare guerre religiose, spinti dall'intolleranza e dalla presunzione di essere gli unici depositari del Verbo, dovranno passare per una porta molto bassa. I tiepidi, coloro che sono sempre sul bagnasciuga, dovranno spogliarsi di questa mediocrità. Nella nuova collettività ognuno, coscientemente, dovrà portare il suo contributo fattivo alla realizzazione dell'opera a cui è chiamato. Chi pensa di costruire la Nuova Era sulle rovine di quella vecchia farà bene a ricredersi.

Il nuovo Sole potrà accogliere soltanto i nuovi soli che sapremo far nascere in noi e che non hanno nulla a che fare con quanto dobbiamo trasformare.

Regnanti, dittatori, capi di Stato, politici, governi, banchieri, militari, capi religiosi, povertà, odio razziale, discriminazione sociale, fame, paura, violenza, malattie e morte troveranno la porta sbarrata! Nella Nuova Era queste cose esisteranno soltanto negli archivi dell'informazione storica del passato. Non esisteranno più uffici postali né telefoni in quanto ognuno farà buon uso delle facoltà mentali che possediamo e dialogherà a distanza con il pensiero, un mezzo di cui, nel frattempo, si sarà scoperto l'alto potenziale energetico e creativo.

“Creativo” nel senso più ampio del termine: pensare è creare! E nessuno vorrà errare con il pensiero. Anche i carburanti di qualsiasi genere esisteranno solo negli archivi del ricordo perché pure noi usufruiremo dei mezzi spaziali che ci metteranno a disposizione i nostri fratelli maggiori. Anche se tutta la vita del sistema Binario sarà presieduta da Coscienze Logoiche, questo non significa che ci sarà un Capo Religioso o una qualsivoglia Religione.

Le Grandi Guide, i Maestri apparsi nel corso dei secoli, come il Cristo, Buddha, Krishna ecc., hanno sempre detto: “… non io ma il Padre…”.

Cioè il TUTTO!

di Armando Mattioni

fonte:www.isolachenonce-online.it

La trasmutazione per una nuova era ultima modifica: 2007-12-30T20:36:03+00:00 da Quantico
About the Author
Quantico