L'allineamento planetario eccita il sole


Marilyn Head – ABC

Astronomi australiani potrebbero aver trovato la soluzione su quanto Giove e Saturno possono influenzare il ciclo solare. In un documento pubblicato sul Publications of the Astronomical Society of Australia, l'astronomo Dr.Ian Wilson con i colleghi dell'Università del Sud Queensland, suggeriscono che Giove e Saturno influenzano il movimento del Sole e la sua rotazione, quindi l'attività delle macchie solari.

Ogni 11 anni il sole attraversa un periodo di intensa attività, segnalata da flares, CMEs e macchie solari. Questo periodo è conosciuto come massimo solare e avviene ogni due cicli solari o Hale. “Il sole può essere visto come un grande magnete”, dice Wilson. “La regione equatoriale del sole ruota più rapidamente dei poli e questa differenza avvolge le linee magnetiche come una banda di gomma”.

Wilson dice che le macchie solari appaiono tipicamente dove queste linee magnetiche emergono in superficie. “Quando si raggiunge un picco nell'attività delle macchie solari, viene rilasciata una enorme quantità di energia, i poli magnetici si invertono e comincia un nuovo ciclo,” ha detto.

Connessione sconosciuta

Per molti anni gli scienziati hanno riconosciuto un'apparente connessione tra la forza dell'attività delle macchie solari e il movimento del sole in relazione al baricentro del sistema solare, che è guidato dalla combinazione delle forze gravitazionali di Giove e Saturno.

Nessuno è però stato capace di spiegare la connessione.

“Ci sono realmente solo due possibili interazioni e nessuna di esse è fattibile”, dice Wilson. “Le forze gravitazionali sono troppo deboli. Possono solo produrre movimenti millimetrici della superficie del sole.” “L'alternativa, che il movimento del sole sul centro di massa possa generare un movimento interno nel sole, viola il principio di equivalenza di Einstein.”

Gli autori credono che le piccole forze gravitazionali di Giove e Saturno accelerino o rallentino il movimento orbitale del sole sul centro di massa, quando si trovano allineati o separati da una distanza angolare di 90°. Dicono che quando il moto orbitale del sole cambia, così fa anche la sua frequenza rotatoria equatoriale, cosa che evidenzierebbe fortemente che esista un meccanismo di accoppiamento rotatorio-orbitale tra Giove, Saturno e il Sole.

Gli autori propongono che questo accoppiamento di rotazione-orbitale prenda la forma di una risonanza 9:8, quando il ciclo di allineamento di 179 anni dei pianeti Gioviani diviene uguale a 9 allineamenti di Giove e Saturno e 8 cicli Hale di 22 anni. L'estensione dell'influenza di Giove e Saturno sul movimento del sole, può interferire sulla forza dell'attività delle macchie solari durante il ciclo solare.

Ma Wilson è cauto.

“Una cosa è mostrare una connessione e un'altra è mostrare causa ed effetto. Dobbiamo essere molto cauti, ma lo sapremo in pochi anni,” dice.

Fonte: http://www.abc.net.au/science/articles/2008/07/02/2292281.htm?site=science&topic=latest

L'allineamento planetario eccita il sole ultima modifica: 2008-07-14T06:44:49+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)