L'areonautica francese ammette l'esistenza degli extraterrestri


Un nuovo rapporto francese pubblicato il 31 maggio 2010 ha concluso che gli UFO sono decisamente reali e forse di origine extraterrestre. Pur non essendo uno studio ufficiale del governo, la relazione di valutazione della Commissione Sigma/3AF proviene da una fonte molto credibile, cioè l'Associazione Aeronautica e Astronomica di Francia, nota come 3AF, che ha istituito una commissione per gli Unidentified Aerial Phenomena nel maggio 2008. Il presidente della Commissione è Alain Boudier, (foto a lato) un ex addetto francese della Difesa e uno dei suoi membri chiave Jean-Gabriel Greslé (foto in basso), ex pilota di caccia che ha studiato presso la US Air Force Academy e in seguito divenne un pilota aereo di linea con la Air France, dove ha vissuto un paio di avvistamenti UFO. Greslé ha pubblicato tre libri di UFO in Francia.

Il Sigma/3AF non è una relazione finale, ma solo un documento di lavoro in corso, tuttavia, offre buon materiale di base sulla storia della ricerca UFO ufficiale in Francia, un equilibrato lavoro di Sigma nel corso degli ultimi due anni con una breve descrizione della maggior parte dei casi significativi francese e alcune osservazioni e conclusioni. Il rapporto inizia con una breve storia della ricerca ufficiale francese sugli UFO, il che è piuttosto esteso: “La Francia è l'unico paese in cui la raccolta di Unidentified Aerospace Phenomena (PAN in francese) e il suo studio scientifico sono stati assegnati dal 1977 ad una organizzazione ufficiale civile, il CNES (Centro Nazionale per gli studi spaziali, l'agenzia spaziale francese), attraverso il gruppo di studio GEPAN. “Dopo una breve descrizione di questa unità, oggi conosciuta come GEIPAN (Studi e Informazioni sul gruppo aerospaziali non identificati Phenomena), la relazione descrive gli studi ufficiali e quasi-ufficiali francesi, tra cui il famoso COMETA (Comitato per la In-Depth Studies) del 1999, pubblicato da un gruppo di alto rango militare francese in pensione e agenti dei servizi segreti, che ha concluso che gli UFO erano reali e probabilmente extraterrestre.

I membri della Commissione Sigma/3AF hanno incontrato anche i rappresentanti ufficiali dei militari francesi e molte altre organizzazioni di intelligence che avevano qualche coinvolgimento UFO in passato. Queste includevano la Gendarmeria Nazionale, che ha raccolto i rapporti UFO sistematicamente dal 1960, il Segretariato generale della Difesa Nazionale, che ha rilasciato un interessante rapporto, alcuni anni fa (anche se non mi risulta che sia mai stata rilasciato al pubblico), l'Air Force e la Direzione generale per la sicurezza esterna, che ha ammesso attraverso una “fonte autorizzata” che gli UFO sono stati monitorati dall'agenzia fin dai primi anni Sessanta.
La sezione su “i casi più significativi francesi” fornisce una descrizione molto breve di cinque episodi: un avvistamento di massa con più di testimone in Madagascar nel 1954, il famoso sbarco e Close Encounter del terzo tipo (CE-III) in Valensole nel 1965, che è stato documentato dalla Gendarmeria, il caso di atterraggio altrettanto famosi in Trans-en-Provence nel 1981 e un altro simile a Nancy nel 1982, noto come “amaranto”, entrambi dei quali sono stati studiati da GEPAN e pubblicati rispettivamente nelle loro note tecniche N º N º 16 e 17. L'ultimo caso è un avvistamento multiplo tra Biarritz e Strasburgo in Francia nel novembre 1990.

Nella sezione commenti, la relazione Sigma/3AF usa il linguaggio non ambiguo, per esempio: “Nessun fenomeno naturale può spiegare la maggior parte delle relazioni di osservazione accompagnata da rilevazioni elettromagnetiche effettuate da uno o diversi radar. I servizi di difesa e controllo del traffico aereo hanno dovuto far fronte un certo numero di volte in tutto il mondo con sconosciuti intrusioni aeree o indotte artificialmente da fenomeni. Più tardi, la relazione prosegue affermando: “Il comportamento di questi dispositivi durante gli incontri con aerei da combattimento o intercettori – alcuni hanno partecipato a vere battaglie vorticoso negli Stati Uniti – suggerisce che sono controllati, o guidati da automazione particolarmente sofisticate. La superiorità aerea è tale che nessuna delle molte intercettazioni che sono state fatte contro di loro, negli Stati Uniti per esempio, sono state in grado di superare uno di questi dispositivi”.

Dopo aver delineato una serie di caratteristiche esposte dagli UFO, come le “notevoli accelerazioni dopo uno stato di stallo”, indicherebbero che:
“… dobbiamo respingere la tesi di una origine terrestre per tutte le osservazioni formulate nella Seconda guerra mondiale. Infatti, se una nazione del mondo fosse stata in grado di sviluppare segretamente una tale arma come quelle osservate per più di mezzo secolo, i mezzi di analisi e di logistica strategica a disposizione avrebbe permesso la rapida identificazione. I sorvoli illegali che si sono resi colpevoli di condurre potrebbe costituire un “casus belli”. Gli esperti Sigma/3AF continueranno a dichiarare che le caratteristiche suggeriscono che in molti casi i dispositivi rilevati, lungi dall'essere non identificati, sono facilmente riconoscibili da parte degli organismi di difesa aerea come parte di una tecnologia molto più avanzata della nostra. Inoltre siamo stati in grado di ottenere seri indizi circa l'origine dei fenomeni aerospaziali che è oggetto della nostra ricerca. Gli elementi tecnologici che abbiamo scelto, ci permettono di trarre alcune ipotesi circa l'aeromobile in questione, che non sembrano appartenere a una tecnologia terrestre identificabile nei momenti in cui essi sono stati osservati”.

“La relazione Sigma/3AF concorda infine con la conclusione di Cometa, che ci troviamo probabilmente di fronte ad una presenza ET. Tale conclusione è stata piuttosto controversa per uno studio semi ufficiale. Tuttavia, la Commissione non si mai scontrata con Sigma/3AF. Pertanto, l'ipotesi centrale proposta dalla relazione COMETA ancora non può essere respinta fino ad oggi e rimane perfettamente credibile” hanno scritto. “Molti documenti e materiali esaminati dagli autori di questo rapporto lo confermano. Abbiamo quindi mantenuto, tra alcuni altri, ma solo come ipotesi di lavoro, la possibilità che la maggior parte delle imbarcazioni osservate possano avere una origine non terrestre”.

* Il file completo del rapporto Sigma/3AF è disponibile in france qui: PDF http://www.openminds.tv/wp-content/uploads/Rapport_Etape_Com.SIGMA_Juin2010.pdf
* Il file completo del rapporto Sigma/3AF è disponibile in inglese qui: PDF http://www.openminds.tv/wp-content/uploads/Progress-Rep-Commission-Sigma-3AF-English.pdf
* Il sito di Sigma/3AF in francese è qui: http://www.aaafasso.fr/crbst_35.html
* Il sito sull'avvistamento dì massa in Madagascar è disponibile qui: http://www.ufologie.net/htm/tana54.htm
* Il file del rapporto COMETA è disponibile qui: http://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica/sociopol_cometareport01.htm
* Altri link alla fonte http://www.openminds.tv/french-ufo-report-081610/
Fonte: http://nemsisprojectresearch.blogspot.com/search?updated-max=2010-09-07T09%3A14%3A00-07%3A00&max-results=3 http://www.openminds.tv/french-ufo-report-081610/


L'areonautica francese ammette l'esistenza degli extraterrestri ultima modifica: 2010-09-14T12:04:49+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)