Le "stelle mancate" possono essere comuni nella nostra galassia

Il Giornale Online
19 Aprile 2009

Le stelle mancate possono essere più comuni di quanto si pensi. Se così fosse, questo cambierebbe la nostra idea sulla formazione delle stelle.
Nel 2007, una stella vicina al centro della nostra galassia è sembrata brillare perchè un altro oggetto ha concentrato la luce della stella verso la Terra. Per il modo in cui l'oggetto ha curvato la luce, Andrew Gould della Ohio State University a Columbus, insieme ai colleghi, ha scoperto che è una stella bruna, una “stella mancata” con poca massa per sostenere le reazioni nucleari che alimentano le stelle.

Le correnti stime su quanto possano essere comuni le stelle brune, suggeriscono che questa scoperta è improbabile, quindi o Gould è stato molto fortunato o le stelle brune sono più abbondanti di quanto si pensasse prima. ( http://www.arxiv.org/abs/0904.0249 ).
Se è cosi, i nostri modelli che descrivono come le nubi di gas collassino per formare le stelle devono essere errati, dice Sebastien Lepine dell'American Museum of Natural History, a New York.

Fonte: http://www.newscientist.com/article/mg20227044.900-failed-stars-may-be-common-in-our-galaxy.html

Altrogiornale.org agrees to indemnify RBI and New Scientist against any claim arising from incorrect or misleading translation

Le "stelle mancate" possono essere comuni nella nostra galassia ultima modifica: 2009-04-19T20:13:09+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)