Lettera di Tom Bearden all'ARPA-E

Il Giornale Online

Questa è una risposta tecnica seria all'invito del vostro sito web a offrire suggerimenti, consigli e commenti. Sarei profondamente grato se trattaste questa come una risposta seria, i cui risultati provengono da 40 anni di duro lavoro personale nel settore dell'energia. Credo profondamente che la comprensione di alcune di queste materie offerte e discusse possa direttamente e fortemente aiutarvi nella vostra missione per risolvere – il più rapidamente e completamente possibile – la crisi energetica che ormai affligge il nostro Paese e le altre nazioni del mondo.

Come un bonus inaspettato, includiamo anche una spiegazione (che era conosciuta da Dirac!) di come direttamente e piuttosto semplicemente ingegnerizzare la realtà fisica. Si prega di spingere i fisici ad uno studio adeguato di tale area, l'Unione Sovietica è già ben consapevole di questo territorio e del suo sviluppo. Inoltre, una squadra molto valida di fisici, guidati dal Dr. Dan Solomon, ha attualmente pubblicato articoli rigorosi sulle principali riviste di fisica ricordando che la rimozione arbitraria di energia negativa dalla fisica nel 1934 è stato un grave errore, totalmente contro il metodo scientifico. Tra le altre cose, si segnala che la vera ragione per l'attuale crisi energetica è la paralizzante, deliberata e secolare riduzione del nostro modello di ingegneria elettrica, questo non è stato capito dai nostri accademici e non è ancora compreso da loro. E' facilmente dimostrato essere vero, tuttavia, da una semplice analisi del più elevato gruppo di simmetria delle equazioni di Heaviside-Lorentz, utilizzate come modello per l'ingegneria elettrica.

I punti che indichiamo sono molto tecnici, si prega di portare uno o più fisici competenti in teoria dei gruppi e anche di simmetria di gruppo superiore in elettrodinamica, ad esaminare i documenti allegati e a consigliarvi. I principali punti dei miei commenti e la risposta, tra cui un po 'di storia necessaria, sono:

1. Nel 1892 l'ingegneria elettrica non era ancora nata. Maxwell era morto nel 1879 e quasi subito diversi scienziati – Heaviside, Gibbs , ecc – hanno assaltato e molto semplificato la teoria simil-quaternione di Maxwell (che era di 20 equazioni in 20 incognite), producendo l'algebra vettoriale nel processo. L'”Elettrotecnica” non era ancora nata, la conoscenza dell'elettrodinamica era limitata a circa tre dozzine di fisici di tutto il mondo che ne sapevano qualcosa.

2. Lorentz giocherellava con le equazioni di Heaviside, preparandole per usarle come modello da utilizzare per la nuova tecnologia chiamata “ingegneria elettrica” e da insegnare nelle università. Lorentz è stato un grande scienziato – ma anche noto per prendere in “prestito” il lavoro di altri scienziati e pubblicarlo prendendosene il merito. Questo è stato convalidato da Okun e Jackson (Jackson è uno dei principali elettrodinamici classici del mondo). Vedere “Historical roots of gauge invariance” di JD Jackson e LB Okun, Reviews of Modern Physics, vol . 73, luglio 2001, p . 663-680. Discute le radici e la storia dell'invarianza di gauge, verifica che Ludwig Lorenz per primo ha rivisto le equazioni di Maxwell, anche se è stato attribuito erroneamente ad HA Lorentz. Questa è un'eccellente panoramica della storia di chi ha fatto cosa e quando e chi ha ne ottenuto credito!

3. L'ascesa dell'energia elettrica procedeva. Storicamente, questo è stato anche un momento in cui alcuni finanzieri ricchi e spietati stavano mettendo in piedi enormi imperi finanziari e li stavano consolidando. Un tale uomo spietato è stato il finanziere JP Morgan, come è ben chiaro dalla storia.

4. Il principale ricercatore/sperimentatore/inventore di impatto è stato Nikola Tesla, che aveva scoperto che il “mezzo era attivo” – in breve, aveva scoperto aspetti dell'energia dal moderno e ribollente stato virtuale del vuoto. L'ingegneria elettrica non esisteva, per la sua formazione universitaria, Tesla era stato educato nella fisica della giornata. La fisica moderna, come la meccanica quantistica, la relatività speciale e generale, la teoria di campo di gauge e la teoria quantistica dei campi, non era ancora nata.

5. Tesla aveva scoperto che “il mezzo in sé” era energeticamente attivo. Era riuscito a sviluppare quelli che in teoria dei gruppi tecnicamente sono fonti e sistemi EM asimmetrici. A tale sistema di generazione di energia EM asimmetrico è consentito produrre più energia utile rispetto a quella immessa dall'operatore; l'immissione di energia supplementare viene liberamente dal vuoto. (Ci riferiamo solo alle porzioni di energia EM del sistema di generazione).

6. Per inciso, l'estrazione e l'utilizzo di “energia EM dal vuoto” è stata rigorosamente dimostrata dagli stessi ricercatori del DoE, Klimov e il suo gruppo, presso il Los Alamos National Laboratory (LANL), lavoro anche replicato in modo indipendente e rigorosamente confermato dal National Renewable Energy Laboratory (NREL). La cella solare nanocristallina di Klimov produce un COP=200% facilmente, con un massimo teorico del 700%. Ottiene l'eccesso di energia direttamente dal vuoto ribollente, come confermato sperimentalmente. Così i sistemi EM COP>100% di generazione, che estraggono e utilizzano l'energia EM in eccesso dal vuoto locale attivo, sono effettivamente possibili. Il Dipartimento dell'Energia stesso ha rigorosamente dimostrato questa dichiarazione per sempre.
7. Nel frattempo, circa 1890, Tesla era deciso a dare al mondo l'”energia EM libera dal mezzo attivo”. Morgan, che aveva preparato il piano che avrebbe per sempre distrutto Tesla, ha chiesto di sapere dai suoi consulenti scientifici se tali equazioni di Heaviside prese in considerazione per la nuova tecnologia “elettrotecnica” da formare e insegnare all'università, contenessero ancora quei “sistemi per l'energia dal mezzo attivo” di Tesla. (Si segnala che TW Barrett, un grande elettrodinamico dei gruppi superiori di simmetria e uno dei co-fondatori del radar a banda ultralarga, in realtà ha fatto una corretta analisi (elettrodinamica dei quaternioni) di alcuni dei circuiti brevettati di Tesla e ha dimostrato che Tesla in effetti potrebbe aver fatto quello che ha detto.

Il riferimento è TW Barrett, “Tesla's Nonlinear Oscillator – Shuttle – Circuit (OSC) Theory”, Annales de la Fondation Louis de Broglie, 16 (1), 1991, p . 23-41. Barrett mostra che l'EM espresso in quaternioni permette la spola e lo stoccaggio dei potenziali dei circuiti e permette anche il funzionamento EM supplementare di un circuito che un'analisi EM convenzionale semplicemente non può e non rivela. Egli mostra che i circuiti brevettati di Tesla hanno fatto esattamente questo).

8. Abbiamo avuto la teoria dei gruppi nelle nostre università dal 1870 e i fisici la studiano. Così gli scienziati di Morgan (erano fisici, l'ingegneria elettrica non era ancora nata) semplicemente fecero analisi teorica delle equazioni di Heaviside e mostrarono che le equazioni erano ancora asimmetriche. Così infatti esse contenevano ancora alcuni di quei sistemi asimmetrici dell'”energia del mezzo attivo” di Tesla che eliminerebbe la necessità del consumo di carburante per alimentare i circuiti e i carichi. Un Morgan esasperato semplicemente ordinò loro di “Sistemarle!”.

9. I consiglieri di Morgan spinsero Lorentz stesso a “risolvere” il problema. Di conseguenza, nel 1892 Lorentz “prese in prestito” un precedente lavoro di Lorenz (senza la “t”) e lo utilizzò per paralizzare quelle equazioni di Heaviside, simmetrizzandole. Così le nuove equazioni “Heaviside-Lorentz” sono state simmetrizzate e così contenevano solo i sistemi che si auto-impongono COP<1.0. E queste equazioni deliberatamente mutilate erano e sono state insegnate come modello di ingegneria elettrica da allora. 10. Non molto tempo dopo, Heaviside ha anche scoperto il gigante arricciato flusso EM di energia che sgorga dai terminali di ogni batteria o generatore, in aggiunta al relativamente piccolo componente Poynting. Il componente arricciato di Heaviside è più di un trilione di volte la grandezza del relativamente debole, ma divergente componente Poynting di flusso d'energia! In ogni riferimento (situazione della relatività speciale), la divergenza dell'arricciatura è zero. Quindi normalmente il componente gigante di Heaviside - più di un trilione di volte di flusso di energia per secondo come apporto di energia meccanica per accendere l'albero del generatore - non interagisce con nulla o diverge nel circuito esterno. Invece, ruggisce solo nello spazio ed è sprecato. 11. Di fronte a questa sensazionale scoperta di Heaviside, Morgan era nuovamente molto esasperato. L'ultima cosa che desiderava era che i futuri ingegneri elettrici sapessero che dal generatore effettivamente sgorga più di un trilione di volte l'energia che paghiamo per far ruotare l'albero del generatore. Ha pensato che, se gli studenti avessero appreso questo fatto, prima o poi uno di loro avrebbe capito come raccogliere quel flusso di energia di Heaviside di solito non divergente per usarlo. A quel punto, gli imperi futuri previsti nel controllo del carburante, ecc verrebbero devastati. 12. Quindi, di nuovo Lorentz è stato attivato nel 1900 e ha insegnato all'intero campo EE appena emergente di integrare il vettore flusso di energia totale (contenente sia il gigante arricciato flusso di Heaviside e il flusso Poynting divergente) attorno ad una superficie assunta intorno ad ogni elemento di volume di interesse. Questo elimina perfettamente il gigante arricciato flusso di energia EM di Heaviside e lascia solo il piccolo divergente flusso di energia Poynting. Il Giornale Online

La sua furba “ragione” era che “non può avere significato fisico”. Questa pratica – di scartare l'enorme arricciato componente del flusso di energia di Heaviside – è stata resa universale e continua in ingegneria elettrica e scienze elettriche ad oggi. (Vi è infatti un modo per sfruttare e raccogliere parte di quel gigante flusso di energia EM universalmente disponibile di Heaviside, utilizzando deliberatamente un processo di relatività generale locale. C'è un'area di fisica ottica che lo fa (per gentile concessione dei russi] dal 1967 e produce un COP utilizzabile di 18.00. Sarò felice di spiegare quest'area all'ARPA-E se lo si desidera. Quei fisici sono gravemente vincolati nelle loro pubblicazioni e non hanno il permesso di discutere la termodinamica del processo o di menzionare l'energia in eccesso prodotta. Sono solo liberi di discutere il drammatico aumento di COP, ma solo dicendo che la “sezione trasversale della reazione è aumentata”.

In ogni caso, questi sono i punti di fondo assoluti che bisogna sapere se si vuole capire (1) perché l'attuale crisi energetica nel mondo esiste e (2) come fare per risolverla abbastanza semplicemente per sempre. La soluzione è quella di abbandonare il modello di ingegneria elettrica arbitrariamente ed erroneamente simmetrizzato e sostituirlo con uno qualsiasi dei modelli elettrodinamici dai gruppi di simmetria superiori già disponibili nella fisica delle particelle.

Con il punto di vista e le informazioni sopra stabilite, alleghiamo cinque documenti che chiariscono non solo la ragione della crisi energetica mondiale e il come fare per risolverla, ma abbiamo anche esteso ulteriormente le cose per ripristinare l'energia negativa strappata erroneamente dalla fisica nel 1934. Con questa energia/probabilità negativa restaurata, Dirac stesso ha ricordato un modo semplice ma molto sorprendente per progettare direttamente la realtà fisica. Ci sono diversi processi oggi che già utilizzano questo insospettabile “solletico del vuoto” di Dirac per progettare la realtà fisica. Uno è il processo watergas di Kanzius indipendentemente verificato, in cui il processo di Dirac è involontariamente utilizzato semplicemente per “annullare” il legame OH nella molecola d'acqua di un contenitore d'acqua, in modo che statisticamente le molecole d'acqua inizino a cadere semplicemente scomposte in miscele di gas indipendenti H2 e O2.

Convogliando la miscela gassosa di fuori della regione “solletico di Dirac” e nella camera di combustione di un motore, il gas misto viene poi bruciato in modo uniforme e alimenta il motore, a bassissimo costo, con lo scarico contenente solo vapore acqueo. Un altro meccanismo testato indipendentemente è la cura del cancro di Kanzius, che – ancora una volta inconsapevolmente – “annulla” il cancro col solletico del vuoto locale in cui il cancro risiede. Diversi altri processi esistenti utilizzano questo, come descritto nei documenti allegati. Infine lo stesso processo permetterà la pulizia di tutti i rifiuti nucleari (semplice ed efficiente), la cura di ogni e tutte le malattie, la pulizia di gran parte dei nostri processi industriali e dell'inquinamento della nostra biosfera preziosa, ecc

Spero che troverete le informazioni e gli allegati di diretto interesse per la vostra missione di vitale importanza in questi tempi incerti. Dobbiamo semplicemente fare un grande passo avanti nel settore dell'energia e in altre aree o la civiltà moderna altrimenti sarà sempre più limitata e più economicamente ridotta. Allo stesso tempo, questa deve essere una soluzione “pulita”, dato che dobbiamo semplicemente andare avanti con la bonifica della nostra fragile biosfera, ridurre il riscaldamento globale e pulire i rifiuti (ad esempio 1300 serbatoi che accompagnano le centrali elettriche a carbone negli USA. Notiamo l'attuale intenzione di “pulire” la recente fuoriuscita (il serbatoio si è rotto) da uno di questi impianti nel sud – che coinvolgerà circa 35.000 vagoni di rifiuti trainati in un'area e sepolti, contro il volere dei cittadini).

L'informazione in allegato, se correttamente utilizzata, dovrebbe consentire soluzioni per tutti questi problemi e molti altri che sono cari al cuore del nostro Dipartimento dell'Energia.

Cordiali saluti,
Thomas E. Bearden, PhD
Tenente colonnello dell'Esercito degli Stati Uniti (in pensione)

Fonte: http://www.theorionproject.org/en/Bearden_ARPA-E.html

Lettera di Tom Bearden all'ARPA-E ultima modifica: 2014-02-19T22:12:02+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)