Misteriosi spiaggiamenti di Cetacei (articolo di Gabriele La Malfa)

Pubblichiamo un articolo, tratto da Quantico appunti, sugli spiaggiamenti dei cetacei e sul disorientamento dei migratori. More solito, gli scienziati hanno trovato il capro espiatorio di tutte le anomalie, la Natura. Noi, invece, siamo propensi, insieme con Alessio Di Benedetto ed altri, ad ipotizzare che almeno alcuni di questi fenomeni aberranti siano di origine artificiale. Crediamo, infatti, che le costanti emissioni delle varie stazioni H.A.A.R.P. non siano senza conseguenze sugli equilibri dei biomi. D'altronde sappiamo anche che “esiste la tecnologia per alterare l'attività solare. Ad esempio, come fa la nasuta N.A.S.A. a sapere che in un futuro assai prossimo, anche se indeterminato, il sistema solare sarà sconvolto da una tempesta magnetica gigantesca tale da favorire un 'break-down' di tutte le reti elettriche del pianeta? Grande preveggenza, non c'è che dire. La N.A.S.A. meglio di Nostradamus. Se lo sanno in anticipo, è perchè tale tempesta elettromagnetica, originatasi dal Sole, verrà scatenata tramite una tecnologia scalare dedicata. Pazzesco. Sì, sicuramente. Ma che cosa c'è ormai di normale attorno a noi?” (Paolo).

Non si possono escludere cambiamenti naturali, ma che la moria delle api, degli anfibi e dei pipistrelli, lo scioglimento della coltre glaciale, i terremoti, gli tsunami… non siano, almeno in una certa misura, originati da micidiali manipolazioni della ionosfera, dell'atmosfera e della crosta terrestre, appare poco credibile. D'altro canto, con inaudito cinismo, nei cieli dell'Abruzzo, colpito dal terremoto, gli aerei chimici continuano ad incrociare senza sosta. Se l'operazione “chemtrails” (con tutti gli annessi e connessi) non viene mai interrotta, significa che è la chiave di volta del progetto di dominio globale, perseguito con un controllo pressoché totale delle dinamiche della Terra. Significa anche che i vari burattini, all'apparenza tanto solleciti nei confronti delle vittime di disastri innaturali, sono ipocriti e bugiardi.

Ringrazio l'amico Quantico per la collaborazione.

Da qualche anno assistiamo amareggiati ad inspiegabili(?) spiaggiamenti di delfini e di balene ed a rotte sbagliate di uccelli migratori. Ultimamente abbiamo visto in televisione spiaggiamenti di migliaia di delfini nelle Filippine e di centinaia di balene in Australia. Ma che cosa sta accadendo?

E’ inevitabile che ci si chieda perché tutto questo stia accadendo solo da qualche anno ed in misura sempre più crescente. Le spiegazioni che gli scienziati hanno cercato di dare, dal super virus letale per i mammiferi del mare, agli esperimenti con sonar delle marine militari che disorientano i cetacei, non convincono più(?).

Il fenomeno è più diffuso di quanto si possa immaginare, soprattutto se si considerano i clamorosi errori di rotta di milioni di uccelli che, dall’Africa, ogni anno migrano sul continente euroasiatico e viceversa e che, da qualche tempo, invece di tornare nei soliti luoghi, finiscono a centinaia di chilometri lontani.

Accademia Kronos ha intervistato studiosi e scienziati dell’E.N.E.A., del C.N.R. (sic) e di vari istituti universitari, tra cui professori dell’Università della Tuscia di Viterbo, per cercare di capire. Quello che è emerso dai vari incontri, soprattutto con zoologi, è che quasi tutti gli animali che compiono le grandi migrazioni periodiche o spostamenti, come le balene, di migliaia di chilometri, sono dotati di sensori biologici sensibili al magnetismo terrestre.

Grazie a questa peculiarità congenita, da tempi immemorabili uccelli e cetacei ed altri animali compiono migrazioni di migliaia di chilometri da un continente all’altro o da un oceano ad un altro per svernare, trovare cibo ed accoppiarsi, senza mai sbagliare rotta. Tutti orientati verso due fari magnetici terrestri: il polo nord e il polo sud.

Ma se questi fari si spostano o si affievoliscono, è inevitabile che si finisca per perdere l’orientamento. Uno dei motivi di questa situazione è imputabile al Sole, che da diversi mesi, ma per alcuni da alcuni anni, sta modificando sensibilmente il proprio campo magnetico. Magnetismo solare e vento solare interagiscono con il magnetismo terrestre, aumentandolo o diminuendolo.

Purtroppo c’è un dato di fatto: il Sole sta prolungando la sua fase di quiete tra il 23° ciclo, terminato a gennaio del 2008, ed il 24° atteso a maggio scorso. Ben 11 mesi di ritardo, un fatto mai accaduto da quando il Sole è osservato con criteri scientifici.

Questo fenomeno preoccupa per i risvolti climatici e per l’efficienza del campo magnetico terreste. Gli stessi scienziati ammettono che è in atto una diminuzione del campo magnetico terrestre, causato forse dalla anomala fase di quiete solare.

Oltre a ciò qualche scienziato sta ravvisando, attraverso alcuni fenomeni minori, l’inizio dell’inversione dei poli magnetici terrestri, fenomeno che si verifica ogni 200.000 anni e che, sempre secondo gli scienziati, segna un ritardo di 500 anni.

Quindi sulla base delle varie interviste, si è in parte compreso il fenomeno dei grandi spiaggiamenti e delle rotta sbagliate degli uccelli migratori. Non sono quindi super batteri o virus né esperimenti elettronici militari (in questo caso il fenomeno potrebbe essere relegato ad un circoscritto territorio o porzione di mare) a causare tutto ciò, ma il magnetismo terrestre influenzato dall’attività solare e, in parte, dal nucleo interno della Terra.

per Accademia KRONOS

Gabriele La Malfa

www.tankerenemy.com

Misteriosi spiaggiamenti di Cetacei (articolo di Gabriele La Malfa) ultima modifica: 2009-04-07T17:40:45+00:00 da zret
About the Author