TROVARE LO SPIRITO LUNGO UN FIUME

Il Giornale OnlineE' possibile trovare lo spirito in un luogo della natura?

Questa è stata la domanda che un giovane mi rivolse alcuni anni orsono. Non solo è possibile avvicinarsi allo spirito, gli risposi, in monti casi è addirittura essenziale, soprattutto se non sei un mistico. Per chi non pratica la meditazione, per chi non è abituato a contemplare, per chi non ha mai fatto della preghiera una componente importante del proprio tempo, l'immersione nell'ambiente naturale, specie se in solitudine, può essere un forte stimolo a ritrovare quella parte del sè che troppo di frequente viene ignorata e che sovente nemmeno si sospetta possa esistere. Per fare questo non occorre raggiungere luoghi particolarmente belli o mete turistiche distanti, è sufficiente un semplice prato in campagna, un ruscello, un torrente o un comunissimo fiume.

L'importante è essere completamente soli, a proprio agio e lasciare entrare le immagini del creato nel profondo della nostra mente. Lungo un fiume se ne trovano parecchie di queste "fotografie": il lento scorrere di una corrente profonda, il rapido saltellare dell'acqua bassa fra i ciotoli di un raschio o gli ampi ghiareti dove lo sguardo si perde all'orizzonte, possono essere di stimolo se introiettati in una mente quieta e serena.

E' necessario togliersi tutti i pensieri e lasciare che le immagini fluiscano in un amplesso cosmico col creato, lasciare che tutto quanto l'essere si confonda in questo scorcio. Dopodichè si può iniziare a contemplare l'infinito e sentirci dentro la presenza di Dio. Si tratta di un percorso da portare a termine in più tappe. Ad ogni modo, quando ci si presenterà "lo spirito", non avremo nessun dubbio, lo riconosceremo immediatamente e da lì in poi non smetteremo più di cercarlo.
per AG, Giovanni Ravani


Queste considerazioni sono state tratte dal saggio "La Terza Persona" di Giovanni Ravani.

Giovanni Ravani è un filosofo e fisico italiano, impegnato da anni in fisica e astrofisica; contribuisce con pubblicazioni e rassegne specifiche del settore. Dopo l'incontro con personalità del misticismo, si è fortemente impegnato nella ricerca di una teoria unificatrice tra escatologia e scienza in senso lato.


La Terza Persona - Viaggio nella Spiritualità
A partire da una ricerca trasversale in scienza, filosofia e religione, questo saggio offre interessanti stimoli di riflessione sulla spiritualità, sulla sua natura e sulle teorie che nel corso degli anni, ne hanno tratto fondamento.
Un percorso che comincia intorno alla metà del secolo scorso, quando le filosofie orientali, cariche di misticismo ed esoterismo, cominciarono ad avere risonanza e ad influenzare il mondo occidentale. Grazie anche a numerosi viaggi compiuti in quel periodo nei luoghi di culto e alle diverse teorie sul misticismo nate nel corso degli anni, il dibattito sulla spiritualità sembra registrare nuovi e sempre più alti picchi di popolarirtà.
da pasgal mar 17 apr 2012, 15:03 Stampa veloce crea pdf di questa news