LA FARFALLA GALATTICA E LE SUE RADICI

Il Giornale OnlineTratto da The Mysteries of the Maya Symbols and the epochs of crucial world transformations
di Sergey Smelyakov e Jan Wicherink


Cosa significa HUNAB KU?

Hunab Ku era per i Maya il Dio e Creatore supremo. Rappresentava il passaggio verso altre Galassie oltre il nostro Sole e tutta la Coscienza mai esistita in questa Galassia. Hunab Ku, secondo i Maya, è anche la Coscienza che ha organizzato la materia, da un "disco turbinante" nella forma delle stelle, dei pianeti e dei sistemi solari. Hunab Ku è l'"Utero Materno" che fa nascere costantemente nuove stelle e ha fatto nascere il nostro Sole e il Pianeta Terra. Credevano anche che il "Creatore" dirige tutto quello che avviene nella nostra Galassia dal suo centro attraverso l'emanazione di periodiche raffiche di "Energia di Coscienza". I moderni astronomi hanno verificato che al centro della nostra Galassia si trova un "disco turbinante" con un "Buco Nero" che ingoia e fa anche nascere le stelle. Gli strani brontolii scoperti dal Dr.Scott Hyman al centro della Galassia, potrebbero essere collegati alle credenze dei Maya? Notate anche che l'antica conoscenza esoterica è stata tramandata lungo le ere tramite la scienza della Geometria Sacra e ora questi "venti turbinanti" e gli elementi associati, hanno trovato una interpretazione nelle forze centripete e centrifughe della natura (vibrazioni eteriche), che creano la forma toroidale come mattone che compone la materia: lo scienziato russo Nikolai Kozyrev chiama queste onde che si propagano con moto a spirale, le onde di torsione. Il Centro Galattico sarebbe la fonte più potente generatrice di onde di torsione nella nostra Galassia. Queste potrebbero essere le Onde Galattiche che raggiungono il pianeta Terra e guidano l'evoluzione della coscienza. Le Onde di Torsione sono state chiaramente associate alla coscienza da N.Kozyrev, il cui lavoro ha avuto un seguito grazie ad Akimov e Shipov, due fra centinaia di altri scienziati russi. Almeno un migliaio di documenti sono stati pubblicati sulla fisica torsionale:

"Questa è altra importante parte di dati e ci mostra che il centro della galassia è la nostra fonte primaria di onde di torsione. In questo caso le onde di torsione sembrano propagarsi assieme alle lunghezze d'onda dei raggi-X nello spettro elettromagnetico"
David Wilcock

Secondo Sciama e il suo team, i campi di torsione statici nascono da gonti rotanti che non irradiano energia. Quando però avete una fonte rotante che rilascia energia in qualsiasi forma, come il Sole o il centro galattico e/o una fonte rotante che possiede più di un tipo di movimento contemporaneo, come un pianeta che ruota sul suo asse e attorno al sole, allora si produce automaticamente una torsione dinamica. Questo fenomeno permette la propagazione delle onde di torsione attraverso lo spazio, invece che una posizione "statica". I campi di torsione, come la gravità o l'elettromagnetismo, sono perciò in grado di muoversi da un punto ad un altro dell'Universo.

Sembra esserci una convergenza tra quanto pensavano i Maya e quello che viene scoperto da scienziati moderni riguardo la Galassia. Una grande differenza sta nel come i fisici moderni e i Maya vedono il "Tempo". I fisici oggi vedono il Tempo lineare. Il Tempo secondo il concetto attuale fluisce in linea retta. Il Tempo può rallentare, come disse Einstein, ma fluisce sempre in una direzione. Secondo i Maya il Tempo fluisce in un cerchio. Esiste un inizio ed una fine degli eventi, ma alla fine del ciclo temporale c'è un rinnovamento. Esiste una "periodicità" per tutti i fenomeni manifesti. Il Calendario del Lungo Computo Maya è basato su questo concetto e credevano anche che il Tempo abbia avuto origine da Hunab Ku, che ne è al controllo. E' molto difficile ignorare la Cosmologia Maya, perchè hanno dimostrato di possedere metodologie di calcolo del "Tempo" che danno risultati estremamente accurati. Le loro piramidi, come quella a Chichen-Itza in Messico, sono precisamente allineate ai Solstizi e agli Equinozi, dovuti alla precessione dell'asse terrestre. La Piramide di Kukulcan a Chichen-Itza è essenzialmente un dispositivo superbo e molto accurato di misura del Tempo e ogni anno marca la "Precessione degli Equinozi".

Gli antichi astronomi Maya hanno predetto accuratamente, più di 1500 anni fa, l'esatto allineamento della Terra, del Sole, delle Pleiadi e del centro galattico, che avviene alla fine dell'attuale ciclo, nell'anno gregoriano 2012. Sul Calendario Maya del Lungo Computo, il giorno 4 Ahau 3 Kankin (13.0.0.0.0) cade il 21 Dicembre 2012 e questa sarà "El Fin de los Tiempos" o la fine del lungo ciclo, quando l'umanità vedrà un nuovo inizio. In quel giorno, secondo i Maya e poi le seguenti civiltà Meso-Americane, ci sarà il ritorno di Kukulcan (Quetzalcoatl). Le piramidi a Teotihuacán che significa "Città degli Dei", costruite da una civiltà Meso-Americana a nord di Città del Messico, che ha preceduto i Maya, sono allineate anche alle Pleiadi, come le piramidi egizie di Giza.
Secondo i Mayanisti ufficiali, come Sharer Hunab Ku significa "unico dio" in lingua Yucatec ed era il creatore dell'universo ed equivalente a Itzamna, ma "Hunab Ku" sembra apparire poco nella vita dei Maya antichi e non avere rappresentazione nei codici o altrove".

La Farfalla Galattica era un simbolo Maya che raffigurava Hunab Ku?

Il simbolo chiamato Farfalla Galattica rappresenterebbe tutta la coscienza esistita in questa galassia, di tutti i nostri antenati, animali, rettili, pesci, molluschi, piante e tutta la coscienza che ha organizzato il materiale grezzo del disco turbinante per creare le stelle e i pianeti e i sistemi solari. Un significato davvero Grande. Così grande che i Maya originali non ne possedevano un simbolo. Nella loro civiltà era come non avere un nome per Dio. Solo conoscerne il concetto era abbastanza. Più tardi questo motivo è stato usato dai Toltechi per le coperte e qui entra in gioco Jose Arguelles. Egli lo chiamò Hunab Ku. I popoli indigeni la chiamano "Farfalla Galattica". Le farfalle rappresentano gli antenati che tornano a fare visita al mondo fisico. Indossare uno di questi simboli è un mezzo potente per unirsi attivamente alla coscienza della nostra galassia.

Hunab Ku oggi, nei circoli new-age, è sinonimo del simbolo della Farfalla Galattica nel codice Azteco Maglabecchiano e si pensa che rappresenti il luogo di nascita della nostra Galassia, l'utero che da vita alle stelle e ai pianeti. Tuttavia, il moderno sacerdote Maya Hunbatz Men non ha mai affermato che questo simbolo indicasse Hunab Ku:

Nel 1986, Hunbatz Men ha pubblicato un libro in spagnolo, intitolato Religion Ciencia Maya, (edizione in inglese del 1990 "Secrets of Maya Science/Religion), dove scrive che i Mexicas (Aztechi) veneravano Hunab Ku e (come anche i Mixtecs) la Via Lattea, rappresentata nel "simbolo G" (p.40-41). Men definisce Hunab Ku, "L'Unico Datore di Movimento e Misura", la Coscienza Universale e l'organizzatore primario della nostra Galassia Leggi tutto ...


da Richard lun 09 apr 2012, 14:23 Stampa veloce crea pdf di questa news




Categorie News